Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Pietro Bembo in mostra

Padova
Google+

A Padova, nella suggestiva cornice del Palazzo del Monte arriva, dal 2 febbraio al 19 maggio 2013 la mostra 'Bembo e l'invenzione dell'arte italiana'.

La mostra presenta la raccolta dei capolavori che il noto pensatore aveva riunito nella sua casa di Padova.

Pietro Bembo e l'invenzione del Rinascimento che riporterà a Padova, dopo cinque secoli, i capolavori della collezione che l'intellettuale veneto, poi divenuto cardinale, aveva riunito nella propria casa, ancora esistente nell'attuale via Altinate.

Pietro Bembo è una figura poliedrica nell'Italia del Rinascimento. Veneziano di nascita, padovano di elezione, di casa nella Roma dei Papi, egli fu molte cose insieme, e tutte al massimo grado. Fu poeta, Storiografo e Bibliotecario della Repubblica Veneta, e il letterato che influenzò in modo determinante la letteratura rinascimentale.
Con Aldo Manuzio rivoluzionò il concetto di libro.

A sessantanove anni fu nominato cardinale da Papa Paolo III, e pose le basi per la leggendaria Biblioteca Vaticana. Oltre che di Raffaello e Michelangelo fu amico, guida e protettore di artisti come Giovanni Bellini, Sansovino, Sebastiano Dal Piombo, Tiziano, Benvenuto Cellini, Valerio Belli, di cui collezionò e spesso ispirò le opere. Il titolo dell'esposizione, Bembo e l'invenzione del Rinascimento, riporta all'Italia sul finire del Quattrocento, quando la penisola è frantumata in piccole corti e centri di potere.

La mostra Pietro Bembo e l'invenzione del Rinascimento racconta questa affascinante epopea, attraverso i capolavori da Mantegna a Raffaello, da Giovanni Bellini a Tiziano che Bembo collezionò, o che vide creare, spesso contribuendo alla loro ideazione.

 

Veniteci a trovare
dal 2 febbraio al 19 maggio 2013

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: