Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Il Forte di Bard e la sua storia

Bard AO, Italia
Google+

Il Forte di Bard trasforma la sua ricca storia in un museo, visibile al pubblico a partire dal 7 ottobre 2012. E' questa la data in cui il Forte di Bard, nel bellissimo e suggestivo borgo medioevale di Bard, apre le sue prigioni al pubblico in un percorso tematico multimediale che vi permetterà di tornare indietro nel tempo.

Le anguste celle dove venivano rinchiusi i prigionieri ospitano oggi un itinerario storico che guida il visitatore alla scoperta della storia del sito militare, per secoli strategico luogo di transito.

Sarete assistiti nel percorso di visita da una nutrita serie di strumentazioni che sapranno determinare un coinvolgimento a 360 gradi, grazie a filmati, documenti e ricostruzioni 3d di grande impatto.

Le Prigioni costituiscono uno dei luoghi di maggior fascino del Forte. Ospitano 24 celle, tutte di dimensioni molto ridotte, circa 1,3 x 2 metri, disposte lungo quattro sezioni precedute da una galleria d’ingresso che è stata dedicata alla rappresentazione iconografica del Forte: antiche stampe, dipinti, riproduzioni d’autore.

A partire dall’area centrale, ed estendendosi alle successione sezioni, la stratificazione dei personaggi e degli eventi restituisce la complessità della storia del sito. Proseguendo dall'atrio il visitatore accede alle prime quattro sale della prima sezione, relative alla trasformazione del Forte attraverso altrettante postazioni caratterizzate da modelli tridimensionali rappresentative delle varie epoche: romana, medioevale, ‘500 e ‘600 e ‘700.

Nelle sale successive un filmato dà voce ai personaggi che hanno contrassegnato l’episodio storico più significativo della storia del Forte: l’assedio da parte delle truppe napoleoniche.

Nella seconda sezione, Napoleone Bonaparte, il generale francese Berthier e il capitano austriaco Bernkopf svelano strategie offensive difensive dell’aspra battaglia combattuta nella primavera del 1800. Il percorso è impreziosito dalle proiezioni dei disegni del topografo e pittore Pietro Bagetti e dagli scritti di Stendhal, testimoni privilegiati della storia di Bard.

La terza parte del percorso presenta la testimonianza del capitano del Genio militare Francesco Antonio Olivero cui Carlo Felice di Savoia affidò la ricostruzione del Forte dopo il passaggio di Napoleone. Vengono proiettati, all’interno di una cella immagini e documenti: un rilievo del Forte del 1829 e un progetto del 1830.

La quarta sezione vede come protagonista Camillo Benso conte di Cavour ”prigioniero” di lusso durante la ricostruzione.

Nell’ultima sala, si ripercorre la decadenza e la rinascita del Forte nel corso del ‘900 con un’intervista a Ferdinando Jacquemet, testimone vivente in grado di raccontare l’ultimo capitolo della storia di Bard. Il percorso culmina con l

Info

info@fortedibard.it

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: