Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Il Gran Rifiuto, a teatro

San Gemini TR, Italia
Google+

Arriva sul palcoscenico di San Gemini, presso l'Abbazia di San Nicolò, dal 5 al 7 ottobre 2012, lo spettacolo 'Il gran rifiuto' Celestino V – Bonifacio VIII.

Un VaticanLeaks del 1300, regia e adattamento di Beppe Chierici dal testo di Ignazio Silone “L’avventura d’un povero cristiano".

E' incredibile notare come gli odierni scandali che sconvolgono la Chiesa moderna trovino autorevoli e significativi precedenti nella storia passata, distante secoli eppure così attuale da ispirare – seppure in maniera del tutto involontaria – una rappresentazione teatrale unica nel suo genere, ambientata in una scenografia naturale altrettanto irripetibile.

Con la messa in scena de “IL GRAN RIFIUTO Celestino V – Bonifacio VIII” nell'Abbazia romanica di San Nicolò (debutto venerdì 5 ottobre ore 21.30) la Giostra dell'Arme di San Gemini riprende il suo percorso.

“IL GRAN RIFIUTO” è così la seconda tappa di un'altra trilogia, questa volta focalizzata non più sugli autori del 1300, ma su fatti storici e personaggi di quel periodo e in particolare sulla -a quanto pare perenne - lotta tra correnti e lobby interne alle Chiesa, tra ideali di purezza e bramosie di potere.

Sono palesi, a 7 secoli di distanza, i numerosi riferimenti a fatti connessi ad una attualità, recentissima, che ha visto, una volta di più, il Sacro Soglio coinvolto in scandalosi tradimenti e feroci intrighi di potere. Con quest’opera s’intende riproporre allo spettatore l’essenza del grande “teatro popolare”, senza sofisticazioni né bizantinismi, come un grande affresco in cui si intrecciano la grande e la piccola storia, l’accadimento documentato negli archivi e l’aneddoto tramandato oralmente che spesso l’accompagna e lo vivifica.

Donne ”narratrici” ci raccontano,come l’antico “coro greco” della tragedia classica, la vicenda quotidiana di Pietro da Morrone e testimoniano del grande coinvolgimento popolare per gli avvenimenti che accompagnarono la sua avventura di povero cristiano. Partecipazione di popolo che, a volte, si trasforma perfino in uno sberleffo che preannuncia la “commedia dell’arte.”

L'ingresso allo spettacolo è gratuito.

Veniteci a trovare
dal 5 al 7 ottobre 2012

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: