Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

L'Ndocciata di Agnone 2012

Agnone IS, Italia
Google+

Festa tradizionale popolare, una "gara" tra chi realizza la torcia più bella!

L'Ndocciata di Agnone:
 ad Agnone, a dicembre, vi aspetta la sfilata di 'ndoccie!

L'Ndocciata di Agnone consiste in una sfilata di strutture in legno di abete bianco a forma di ventaglio. Le 'ndoccie sono alte corca 20 metri e sono trasportae da figuranti in costumi tradizionali. Le 'ndoccie vengono accese e portate a spalla lungo le vie del paese.

Le ‘Ndocce agnonesi hanno caratteristica forma a raggiera, detta pure a ventaglio. Si tratta di torce multiple, di numero pari, variabile da due fino a esemplari costituiti da ben venti fuochi. Le ‘Ndocce vengono trasportate da uno o più portatori che introducono la testa tra i raggi e afferrano saldamente due fiaccole tenendo in equilibrio l’intera struttura. 

I protagonisti della ‘Ndocciata di Agnone sono i portatori, in rappresentanza delle 5 contrade della città. Il gruppo che rappresenta Agnone Centro è quello denominato “Capammonde e Capabballe” che sta ad indicare la parte alta e quella bassa della cittadina altomolisana; la contrada di Sant’Onofrio è sicuramente fra i gruppi più antichi della ‘Ndocciata essendo stato costituito nel 1932; la contrada Colle Sente proviene da un nucleo abitato situato ad oltre 1000 metri di altitudine; Guastra, anche se appartiene al comprensorio di Capracotta è legata alle tradizioni di Agnone; San Quirico, infine, ha sullo stendardo di identificazione il Ruscello, il Mulino ed un ramo d’ Ulivo tutti elementi, questi, presenti nel contado. 

Il materiale usato per la costruzione delle ‘Ndocce agnonesi è l’abete bianco. Il legno d’abete è rintracciabile nei boschi e nelle fustaie di un’area piuttosto vasta che comprende vari comuni della provincia di Isernia. L’abete usato per la festa di Agnone è reperito nel bosco di Montecastelbarone. Forse, però, la scelta dell’abete ha anche altre ragioni. Esso, infatti, è il più importante fito-simbolo della Natività. L’abete è l’albero di Natale, una pianta che esprime criptovalenze spirituali e materiali, generalmente considerato come albero cosmico, è una delle più evidenti forme dei culti arborei, espressioni religiose forti e persistenti nelle culture popolari. 

Una volta le ‘Ndocce erano accese soprattutto nell’agro delle città e davanti gli usci delle case. Oggi esse vengono destinate ad una spettacolare sfilata nel centro cittadino ed a un enorme falò finale. Sono decine e decine le ‘Ndocce condotte in processione, che trasformano la strada in un rilucente fiume di fuoco che da vita al più grande rito del genere che si conosca oggi nel mondo.

 

Veniteci a trovare
il 24 dicembre 2012

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: