Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Moni Ovadia in uno spettacolo Senza confini

Monfalcone GO, Italia
Google+

A Monfalcone lo spettacolo di Moni Ovadia dal titolo 'Senza Confini: ebrei e zingari' si svolge presso il Teatro Comunale nelle giornate del 6 e 7 novembre 2012.

Si tratta, nelle parole del suo ideatore, di un piccolo contributo contro ogni razzismo, l'ultima, attualissima, opera teatrale scritta da Moni Ovadia e da lui interpretata insieme alla sua Stage Orchestra.

Senza confini è un concerto-spettacolo dalle molteplici sfaccettature: c'è la comicità e la passione per la battuta salace, poesia, storielle e barzellette della tradizione ebraica, ovviamente il tutto accompagnato dalle sonorità delle melodie zingare e klezmer, la bella musica che “attraversa” le genti e le culture dall’Europa all’Est.

Recital di canti, musiche e storie Rom, sinti ed ebraiche, lo spettacolo mette in risonanza il comune, doloroso percorso del popolo ebraico e di quello Rom, entrambi vittime del pregiudizio, e racconta la comune vocazione delle genti in esilio, una vocazione che proviene da tempi remoti e che in tempi più recenti si carica di responsabilità urgenti ed improcrastinabili.

Il tratto comune della tragica vicenda di questi due popoli è la condizione, strutturale di 'xenos', straniero. Il nomadismo non è stata una vocazione originaria ma soltanto una risposta di indipendenza e di dignità alle persecuzioni. Ebrei e Rom seppero essere in tutto e per tutto popoli – per cultura, tradizioni, spiritualità – ma popoli senza confini, senza burocrazie, senza eserciti. E in quanto popoli furono temuti al punto da essere stigmatizzati come essenza del male e poi sterminati con facilità, spesso nella totale indifferenza del mondo circostante.

Mercoledì 7 novembre, alle ore 19.00, nel Foyer del Teatro, Moni Ovadia incontra il pubblico; conduce l'incontro Mario Brandolin; l’incontro, realizzato in collaborazione con l’Associazione “Per il Teatro di Monfalcone”, è ad ingresso libero.

I biglietti per lo spettacolo sono in vendita presso: Biglietteria del Teatro Comunale (tel. 0481 494 664, da lunedì a sabato, ore 17-19), Agenzia Ticketpoint di Trieste, Libreria Antonini di Gorizia, ERT di Udine e on line sul sito www.greenticket.it.

Veniteci a trovare
dal 6 al 7 novembre 2012

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: