Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

4° Sagra del Pignoletto Rosso

Levone TO, Italia
Google+

La Sagra del Pignoletto Rosso Levonese si svolge nel Centro storico comunale di Levone (TO) il 18 novembre 2012.

Piccolo paese canavesano, Levone si trova tra il verde della collina di Sepegna e la collina "Valle". Nella parte pianeggiante, fino al confine col torrente Malone che divide il territorio dal comune di Barbania, venivano coltivati frumento, mais, e alcune qualità di meliga da polenta.

Con la meliga per la polenta i contadini ottenevano un mais dalle qualità organolettiche eccellenti, col quale si potè selezionare e produrre come seme da impianto il Pignoletto, l'Ottofile, l'Ostenga ed altre qualità.

Dagli anni ottanta in poi, dopo un lungo periodo di ricerca presso quei "vecchi" contadini che coltivavano ancora piccole porzioni di campo per uso famigliare la meliga da polenta; dopo varie selezioni, si è potuto così salvare il Pignoletto, l'Ottofile e l'Ostenga, che erano in fase di estinzione, ora sono coltivate in appezzamenti presso alcune cascine.

ll Pignoletto Rosso

Il Pignoletto rosso è un tipo di mais originario dell'America centrale, Messico e Guatemala,importato da Cristoforo Colombo in Spagna.

Il mais (Zea mays) è una pianta erbacea di crescita annuale, della famiglia delle graminacee, i frutti del mais sono chiamati generalmente grani o chicchi, il suo nome scientifico è "cariossidi", hanno generalmente l'aspetto tondeggiane ed a volte anche con forme geometriche diverse, riunite in lunghe file, sulla superficie del tutolo legnoso, il tutto viene comunemente denominato "pannocchia". Le cariossidi o chicchi, hanno una consistenza cornea e normalmente, nella maggioranza delle qualità del mais sono gialle, ma possono essere anche di colore bianco, arancione, rosso porporino ed in alcuni tipi di semi importati dal Perù , bluastre e nere.

La pianta può superare anche i due metri, seminata in primavera ad una distanza minima di 30 centimetri, richiede una concimazione naturale e chimica alla semina con aggiunta nel primo periodo di crescita, nella "fioritura", quando inizia a nascere la pannocchia, presenta all'estremità un singolare pennacchio. Ha bisogno di molta acqua per garantire un raccolto ottimo ed abbondante. La raccolta è prevista da fine settembre sino a novembre inoltrato. Viene anche raccolta e "triturata" verde come alimento invernale per gli animali.

Fondamentale per avere una farina di mais di qualità, sia per polenta che come utilizzo per i dolci, ed il pane è l'operazione di macinatura, che all'epoca avveniva nei vecchi mulini con macine a pietra, con la forza naturale dell'acqua che faceva girare una grande ruota e con una serie di trasmissioni, meccanismi ed ingranaggi di legno, quasi sempre legno di melo. 

La qualità del prodotto della farina macinata a pietra è superiore a quella attuale. Infatti mentre n

Veniteci a trovare
il 18 novembre 2012

Info

prolevone@gmail.com

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: