Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

SIMON MAGO - spettacolo teatrale dall'omonimo romanzo di Jean Claude Carrière adattamento di Mario M

Casa dello Studente Occupata Via C.Battisti, Messina ME, Italia
Google+

SIMON MAGO
dall'omonimo romanzo di Jean Claude Carrière
adattamento di Mario Migliucci, Anna Redi, Adriano Saleri

con
Manuela Fiscarelli
Mario Migliucci
Anna Redi
Adriano Saleri

musiche dal vivo
Giovanni D'Ancicco

regia
Anna Redi

Cosa ci si aspetta da un fabbricatore di miracoli? Cosa attendersi da colui che dodici volte al giorno afferma di essere la Potenza di Dio? In cosa speravano tutti quei paesani, i suoi discepoli e i fanatici che lo seguivano senza sosta? Il cielo parlava a Simone come un libro aperto, fino all’incidente di Cana, quando intravide tutto a un tratto un possibile segno divino, che pero’ era rivolto a un altro.

PERCHE’ QUESTO SPETTACOLO?

Camminare lungo il confine sottilissimo tra la menzogna e la verità, praticare l’arte di mentire agli
altri illudendo se stessi.
Cercare senza sosta quell’unica pietra al mondo che lanciata in aria non ricada a terra.
Creare rituali per entrare in contatto con l’ignoto e con ciò che ci trascende.
Scegliere il sentiero più facile, ignorando di essere a pochi passi da quello giusto.
Avere pietà degli uomini.
Confrontarsi con il divino attraverso la storia di un mago diviso tra la cialtroneria e la sacralità.
Falsa è la magia ma vero è il mago.



IL ROMANZO DI PARTENZA

Lo spettacolo che intendiamo produrre si ispira liberamente alle vicende raccontate nel romanzo
“Simon Le Mage” del drammaturgo e sceneggiatore francese Jean- Claude Carrière.
I fatti raccontati si svolgono all’epoca in cui visse Gesù e raccontano di un Mago chiamato
Simone (un personaggio storico benché si sappia non molto di lui) autoproclamatosi “La
potenza di Dio”, autore di guarigioni sorprendenti e miracoli di ogni tipo e venerato da un
numeroso seguito di adepti e sempre accompagnato da Helena, una sorta di prostituta/profetessa
conosciuta in un bordello di Tiro. Quando Simone, per il quale finzione e verità erano categorie
alquanto incerte, viene a sapere dei miracoli di un tale Gesù, inizia a perdere gradualmente la
fiducia dei suoi adepti, entra in una profonda crisi che lo porta a dubitare della propria divinità e
inizia a seguire a distanza attraverso la Samaria questo nuovo guaritore acclamato come il
Messia e a tentare di smascherare, senza riuscirci, i suoi miracoli.
Riesce ad incontrare Cristo solo dopo la sua carcerazione, poco prima della sua salita al
Calvario. In un incontro furtivo, aldilà delle sbarre della cella, Simone pone finalmente le sue
domande a Gesù ricevendo come risposta una richiesta inaspettata.

LA REALIZZAZIONE SCENICA

La storia riportata è semplicemente il punto di partenza per una rielaborazione in chiave
originale. I protagonisti di questo racconto saranno quattro attori (due uomini e due donne) che
si avvicenderanno nel dare vita durante la rappresentazione ai diversi personaggi che
appariranno. I due narratori principali sono dei clown surreali vestiti in abiti contemporanei, un
po’ vagabondi e misteriosamente depositari di una conoscenza secolare, i quali si divertono a
ingannare il tempo raccontando storie bibliche di secoli lontani, quasi come se le avessero
vissute in prima persona. In parte sono eredi dei vagabondi in pellegrinaggio sulla via per
Santiago de Compostela del film La via lattea di Luis Bunuel, film sulle eresie del
cristianesimo scritto proprio da Jean-Claude Carrière. I piani cronologici si fondono e i due
narratori raccontano la storia di Simon Mago, Helena e Gesù Cristo come se si stesse
materializzando sotto i loro occhi.
La narrazione offre la possibilità di giocare su un livello comico, immediato e un po' cialtrone e al
tempo stesso di porre delle domande sottili, come in un racconto iniziatico.

L’adattamento drammaturgico originale del romanzo procede sulla stessa linea del testo di
teatro per bambini scritto da Jean-Claude Carrière Il giovane principe e la verità (già messo in
scena dalla regista di questo progetto, Anna Redi), utilizzando scenografie essenziali fatte con
pochi oggetti, suoni, canti, coreografie.
Ruolo altrettanto fondamentale avrà la musica dal vivo che muovendosi sullo stesso piano di
contaminazione temporale spazierà da strumenti tradizionali mediorientali a percussione e a
corda all’utilizzo di musica elettronica.

La prima fase di lavoro di questa produzione ha visto, lo scorso ottobre 2013, una residenza
artistica presso la Torre di Chia (VT), luogo paesaggistico d'eccezione, prescelto da Pier Paolo
Pasolini nei suoi ultimi anni di vita come sua casa-studio, dopo aver girato nelle immediate
vicinanze alcune scene de Il Vangelo secondo Matteo.

Veniteci a trovare
il 3 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: