Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

SLOOOW

TAG temporary art gallery via Roma n. 179, Vigodarzere PD, Italia
Google+

Si inaugura venerdì 11 aprile alle ore 19:00 presso la galleria #TAG di Vigodarzere (Padova) l’installazione site-specific Slooow di Enrico Bonetto curata da Daniele Valente e testo critico di Beppino Nodelli.

#TAG, nuovo spazio espositivo (con)temporaneo, nasce per dare la possibilità a giovani artisti e curatori di utilizzare un luogo non convenzionale per sperimentare ed elaborare nuovi contenuti e nuove modalità di produzione artistica.

Precipitevolissimevolmente SLOOOW

C'è un legame stretto tra lentezza e memoria, tra velocità e oblio.

Milan Kundera, La lentezza, 1995

Mi dice Enrico Bonetto: “Costruisco una cassa di legno: dimensioni circa 8x1,20x2,40 con la scritta precipitevolissimevolmente. All’interno vi sono le immagini scaricate da internet a seguito della ricerca su Google collegate a questa parola… Dietro alla cassa c'è un video con in primo piano una bocca rossa che ripete all’infinito la parola precipitevolissimevolmente ... Essa rappresenta la contemporaneità che ci corrompe e ci fa vivere la vita velocemente (come le immagini di internet), ammaliati dalla sua bellezza”.





E’ la sua nuova installazione, che propone allo spettatore una riflessione sui temi contemporanei della fretta e della velocità: della vita vissuta “precipitevolissimevolmente”,
che si contrappone alla filosofia “slooow” (accentuata dal gioco verbale e visivo delle tante “O”).

Artisticamente è una full immersion nell’esperienza “Minimal” accostata sapientemente al
senso futurista dato alle parole. Creativamente è una provocazione sul senso del tempo e della vita così come viene concepita ora. Riesce in questo esercizio attraverso chiare citazioni che si rifanno ad artisti del calibro di Carl Andre, Dan Flavin, Donald Judd, Robert Morris e infine Sol Lewitt protagonista della Minimal Art ma anche della Conceptual Art.

Chi si sarebbe aspettato che la tecnologia "salva-tempo", dal fax all'e-mail ai telefonini, avrebbe finito col fare del tempo una risorsa più scarsa che mai? Paradossalmente, ora che siamo teoricamente "on-line" 24 ore su 24, ci troviamo a lottare per il diritto all'indisponibilità, per il diritto a vivere e pensare più lentamente.

Enrico Bonetto denuncia l’ingerenza totale di Internet, delle pagine web, della crescita esponenziale ed incontrollabile delle informazioni e di tutto ciò che ha a che vedere con la comunicazione. Con le immagini scaricate dal web stigmatizza un dato di fatto.

L'artista invita a rallentare (da qui il titolo con tante “O” nella parola SLOOOW), per allungare e rallentare la parola in contrapposizione alla velocità con la quale si pronuncia
invece “precipitevolissimevolmente”. Velocità e lentezza: due parole che insieme formano un “ossimoro” capace di rappresentare la società odierna. Velocità sono i mass media attraverso cui le informazioni raggiungono le nostre case alla velocità della luce, i social network con cui possiamo chiacchierare, o per usare un termine caro alla nostra generazione “chattare”, con i nostri amici anche a distanza di chilometri e i mezzi di trasporto che ci conducono ovunque vogliamo andare in breve tempo. Lentezza sono invece i limiti del pensiero che sfocia nella violenza, nel razzismo, nella stupidità di certi comportamenti quotidiani...

Allo stesso tempo velocità e lentezza sono due modi di vedere e vivere la vita.
“tutto si muove e tutto corre rapido” scrive Marinetti nel manifesto del Futurismo, anni dopo Sepulveda darà importanza alla lentezza che salverà il mondo.

Anche queste righe sono un omaggio all’opera di Enrico Bonetto (Since72), un esercizio di “eccesso di velocità letteraria”. Non è un testo critico tradizionale bensì, sfruttando le innumerevoli pagine del web, una collezione, un “patchwork” di citazioni e scritti selezionati in fretta “precipitevolissimevolmente” per l’appunto e “manipolati”, scavalcando le regole, le consuetudini ed anche le buone maniere.

“Esso rappresenta la contemporaneità che ci corrompe e ci fa vivere la vita velocemente (come le immagini di internet), ammaliati dalla sua bellezza”.

Beppino Nodelli


_________________________________________________________


SLOOOW | Enrico Bonetto

a cura Daniele Valente

Vigodarzere, #TAG temporary art gallery, da venerdì 11 aprile a venerdì 2 maggio 2014

Inaugurazione: venerdì 11 aprile 2014, ore 18.00

Apertura: ogni domenica dalle 16.00 alle 18.00 o su appuntamento
Ingresso libero


Info

#TAG temporary art gallery
via Roma n.179 Vigodarzere - Padova
cell. 333-1191878
TAG.temporary.art.gallery@gmail.com
www.facebook.it/TAG.temporary.art.gallery

Veniteci a trovare
il 11 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: