Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

MOTO NEOPOETICO PARTENOPEO

StudioSoundLab via Sante Vincenzi 2 A, Bologna, Italia
Google+

Performance poetico musicale di e con Michele Zizzari e Ivano Marzocchi.

Ingresso gratuito con tessera 2014

Michele ZIzzari: www.michelezizzari.it
Ivano Marzocchi: Ivano127Rosso

Perché "Moto neopoetico partenopeo"?

Moto, perché movimento, onda e istanza di cambiamento, moto ribelle, rivolta, arrevuoto.
Neopoetico, perché suono, parola, lingua, linguaggio, ritmo, semantica (si spera contagiosi) di mutamento e di ribaltamento.

Partenopeo, perché figlio di una Terra in tumulto, fertile, felice e stuprata, dove nei millenni culture, suoni e parole del mondo si sono fuse in un solo popolo al calore del Sole e della lava del Vesuvio… dove ancora battono d’amore i cuori trafitti dall’ingiustizia… dove l’incanto, il canto e la protesta non si arrendono mai… dove l’odore dei caffè, del basilico e del mare si mischiano a quello della povertà, del sangue e delle discariche… dove le contraddizioni sociali del Mondo sono le vene aperte e sanguinanti di un Sud nel bel mezzo del cosiddetto Occidente avanzato.

Moto neopoetico partenopeo è una performance dall’andamento vario che alterna la meraviglia alla bestemmia, la lirica all’ironia, il sussurro all’urlo, la melodia al ritmo sincopato, il delirio visionario alla cruda realtà… perché alimentata da differenti moti d’animo, d’umore e di senso, e anche perché utilizza due lingue: l’italiano e il napoletano. Uno spaccato metro-napolitano del magmatico animo vulcanico di un popolo, quello napoletano, che se da una parte conserva uno sguardo ingenuo e autenticamente poetico (capace di commuoversi per un eclissi o per un arcobaleno) dall’altra è invece allergico a ogni forma autoritaria, mostrando tutto il suo spirito polemico e spigoloso, il rancore per le ingiustizie e le discriminazioni subite, l’irrisione sagace e il tumulto.

Veniteci a trovare
il 4 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: