Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

VITTORIA AGANOOR - Spettacolo teatrale

Centro Culturale San Gaetano Via Altinate 71, Padova PD, Italia
Google+

VITTORIA AGANOOR - Una “Leggenda” dall’Oriente alla Bella Epoque di Carlo Bertinelli

con Alessandra Brocadello e Carlo Bertinelli

Regia Carlo Bertinelli e Alessandra Brocadello

Supervisione Toni Andreetta

Multivisione Francesco Lopergolo

Vittoria Aganoor è una poetessa di origine armena, vissuta in un Ottocento dominato dallo strapotere degli uomini, soffocata tra d’Annunzio, Pascoli e Carducci, che si rifiuta di far della poesia un passatempo da “signorina di buona famiglia” e si guadagna la fama di prima poetessa italiana.

L’idea è quella di un dialogo a distanza tra passato e presente in uno spettacolo volutamente trasformistico, nel quale un’attrice si specchia nelle due donne: l’artista contemporanea e la poetessa di un lontano passato. Analoga operazione viene condotta dall’attore, che porta in scena il cameriere che evoca e racconta la storia nella Venezia di oggi e gli uomini che caratterizzano le varie fasi della vita della poetessa, nei vari luoghi dove ella si trova a peregrinare.

La giovinezza di Vittoria viene segnata dal suo istitutore, l’abate Giacomo Zanella, anch’egli poeta che le trasmette l’amore e i primi rudimenti per scrivere in versi (Padova e Napoli).

Almerigo da Schio, uomo di scienza e di lettere, è l’amico che la va a trovare convalescente nella villa di Basalghelle (nelle campagne del trevigiano) nella sua maturità umana e artistica.

Domenico Gnoli, poeta e direttore della Biblioteca di Roma, rappresenta il crinale, quando dopo la dolorosa perdita della madre, Vittoria si trova ad aver raggiunto il successo con la pubblicazione della sua prima raccolta di poesie e a pensare (invano) di trovare un compagno nel maturo letterato romano.

Infine il matrimonio con il deputato Guido Pompilj e i dieci anni in Umbria sulle rive del Lago Trasimeno.

Quadri emblematici di un’esistenza nella quale i dialoghi si mescolano ai versi, in un succedersi di confessioni, di turbamenti, di ritrosie di un carattere complesso e anticonformista, pieno di sfaccettature e di contraddizioni.



Ingresso: intero € 12 gruppi € 10 scuole € 8


Per info e prenotazioni: 324-6286197

Veniteci a trovare
il 8 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: