Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Il millenario Olivo di Canneto Sabino

Canneto RI, Italia
Google+

Il millenario Olivo di Canneto Sabino, un albero storico, imponente, maestoso anzi! La sua vita così longeva, da oltre duemila anni, è quella di un fantastico Olivo che si trova nella "regione" della Sabina, terra di rinomata produzione di olio extravergine di oliva.

Se siete da queste parti, fate una visita all'albero più grande d'Europa forse... che merita attenzione e una foto ricordo!

Immaginate che secondo alcuni documenti l'albero sembra risalire addirittura all'epoca di Numa Pompilio, Re di Roma dal 715 a.C. fino al 673 a.C., originario della Sabina! Non esiste un riscontro certo, ma molti documenti antichi testimoniano la tradizionale coltivazione dell'olivo in Sabina. 
Nell'opera "La Geografia", ad esempio. lo storico Strabone (63 a.c. 21 d.C.), scrive "Tutto il suolo della Sabina è straordinariamente ricco di olivi"; Marco Terenzio Varrone (116 -27 a.C.), nel "De re rustica" dispensa consigli sulla coltivazione, raccolta delle olive, frangitura; e poi c'è il ritrovamento archeologico della fiaschetta di Poggio Sommavilla del VII secolo a.c., conservata al Museum of fine arts di Boston, testimonianza della cultura olivicola della zona in quanto al suo interno sono state trovate tracce di olio d'oliva. Claudio Galeno (129 d.C. – 216 d.C.) padre della moderna farmacopea, definì l'olio della Sabina come "il migliore del mondo conosciuto".

L'albero dal 1876, come risulta da atto notarile, è di proprietà della famiglia Bertini. È alto circa quindici metri con una circonferenza del tronco, a 1 metro da terra, di 7,2 metri per un diametro della chioma di circa 30 metri. Alla base del tronco si apre una cavità che penetra per arrivare sino al cuore delle radici svuotandolo all'interno e generando una caverna.

Per il vostro alloggio in questo territorio, potete consultare la guida Dormire di Finesettimana.it!

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: