Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Re Lear ad Aosta

Aosta AO, Italia
Google+

Michele Placido diventa Re Lear lunedì 21 e martedì 22 gennaio 2013 al Teatro Giocosa di Aosta: in queste due date va infatti in scena il dramma shakesperiano Re Lear, diretto e interpretato dalla maestria di Michele Placido.

Un Michele Placido che con indiscussa abilità riesce a penetrare e far propria, dando un taglio originale, la trama di passioni, amori, sentimenti e vicende umane che connota il Re Lear.

Le vicende della tragedia, scritta da Shakespeare all'inizio del XVII secolo, sono particolarmente complesse, con un intreccio di trame parallele.

In cinque atti il drammaturgo britannico racconta la storia di re Lear e di uno stuolo di personaggi prendendo le mosse dalla decisione del sovrano di dividere il suo regno fra le tre figlie Goneril, Regan e Cordelia, decisione che condurra' a guerre fratricide e parricide, tra menzogne e disillusioni.

Nell'adattamento di Placido – anche regista dello spettacolo insieme a Francesco Manetti – re Lear e’ un vecchio dai lunghi capelli bianche in ciabatte e pigiama rosso che gli cade lasciandolo in mutande, divorato dal dolore per l'ingratitudine delle figlie.

Il suo regno, diviso tra le due maggiori, brave nel fingere per lui un'adorazione esagerata, e' rappresentato da una scena sconquassata, seminata di ruderi, copertoni slabbrati, pezzi d'intonaco, tubi, macerie tra le quali spicca una gigantesca corona, e da cui gli spettatori vedranno sbucare i personaggi stralunati e stravaganti che daranno corpo alle immortali e tragiche vicende narrate da Shakespeare.

Biglietto 20 euro.

Veniteci a trovare
dal 21 al 22 gennaio 2013

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: