Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Compleanno del re e festa del papa' (tutta la nazione).

Udon Thani, Isan, Thailandia 39/11 Village n. 4, Nong Bua, udon Thani, Provincia di Udon Thani, Thailandia
Google+

Sua Maesta' Re Bhumibol Adulyadej.
Re Bhumibol Adulyadej e’ nato il 5 dicembre 1927 all’ospedale Mount Auburn in Cambridge, Massachusetts, negli Stati Uniti. Era il terzo e piu’ giovane figlio del principe Mahidol Adulyadej e di Mom Sangwal (conosciuta piu’ tardi come Sua Altezza Reale la Principessa Srinagarindra, la principessa madre: Somdej Phra Sri Nakarindhara Boromaratchachonnani). Il padre era nipote in linea diretta dell’amato re Chulalongkorn o Rama V. Il nome che fu dato al nuovo nato, quello con cui e’ piu’ conosciuto e’ Bhumibol Adulyadej, che significa: “Forza della Terra, Incomparabile Potere”.
Bhumibol si reco’ per la prima volta in Thailandia nel 1928, dopo che suo padre ottenne un certificato in Salute Publica dall’Universita’ di Harvard. Qui, per un brevissimo periodo frequento’ la scuola Mater Dei in Bangkok. Nel 1933 la madre porto’ la famiglia in Svizzera dove il futuro re frequento’ la bEcole Nouvelle de la Suisse Romande in Losanna. Fu poi iscritto al Ginnasio Classico cantonale di Losanna dove ricvevette un diploma in lettere con specializzazione in letteratura francese, latina e greca. Si iscrisse alluniversita’ di Losanna nel 1945 e comincio’ a studiare scienze. Alla fine della II Guerra Mondiale la famiglia ritorno’ in Thailandia.
Bhumibol non era il re designato lo divenne dopo la morte di suo fratello, re Ananda Mahidol, avvenuta il 9 giugno 1946 per un colpo di arma da fuoco. Ananda Sali’ al trono in giovanissima eta’ e spese la maggior parte della sua vita studiando all’estero prima dello sfortunato incidente che accadde quando di anni ne aveva 20. La morte avvenne in circostanze misteriose e subito ci furono male lingue che suggerirono che Bhumibol era coinvolto. Bhumibol era il nuovo re designato, ascese al trono lo stesso giorno della morte del fratello ma la cerimonia d’incoronazione fu rimandata dato che doveva completare gli studi. La reggenza fu assunta da suo zio, Rangsit, Principe di Chainat, A questo punto Bhumibol decise di cambiare il suo campo di studi ed era piu’ pratico un re che conoscesse leggi e scienze politiche piuttosto che uno scienziato.
Il modo in cui si erano svolti gli avvenimenti davano al nuovo regno di Bhumibol anche un altro significato: la Thailandia era diventata monarchia costituzionale nel 1932 da allora re Prajadhipok aveva regnato solo pochi anni e si puo’ dire che pur essendo re Ananda non aveva regnato per niente, aveva dovuto occuparsi dei suoi studi cosi’ Bhumibol si trovava ad essere il primo vero monarca a regnare sotto il sistema costituzionale e cosi’ a dover dare un nuovo e importante significato al trono thailandese.
Mentre studiava per la sua laura in Svizzera Bhumibol frequento’ spesso Parigi e fu qui che incontro’ per la prima volta Mom Rajawongse Sirikit Kitiyakara, la figlia di Sua Altezza Principe Chandaburi Suranath (Mom Chao Nakkhatra Mangala Kitiyakara) and Mom Luang Bua Kitiyakara, il padre era allora ambasciatore thailandese in Francia.
Il 4 ottobre 1948 Bhumibol era alla guida di una Fiat Topolino, percorreva la strda Ginevra-Losanna, ebbe un incidente col retro di un camion 10 km. fuori Losanna. Si fece male e ancora oggi rimane un segno al suo occhio destro. Fu ricoverato in ospedale e mentre era degente Sirikit comincio’ a frequentarlo assiduamente. Conobbe anche la madre che la prego’ di continuare i suoi studi vicino al figlio in modo che potessero conoscersi meglio. Cosi’ Bhumibol scelse per lei una scuola in Losanna, la Riante Rive.
Il fidanzamento avvenne in Losanna il 19 luglio 1949, la coppia si sposo’ il 18 aprile 1950, esattamente una settimana prima dell’incoronazione di Bhumibol.
La coppia reale ha quattro figli:
Princessa Ubol Ratana, nata il 5 Aprile 1951 in Losanna, Svizzera;
Principe ereditario Maha Vajiralongkorn, nato il 28 luglio 1952 in Bangkok.
Princess Maha Chakri Sirindhorn, nata il 2 Aprile 1955 in Bangkok.
Princess Chulabhorn Walailak, nata il 4 luglio 1957 in Bangkok.
Bhumi Jensen, uno dei nipoti del re fu ucciso dallo tsunami del 2004, causato da un terremoto nell’Oceano Indiano. Era figlio della principessa Ubol Ratana.
Bhumibol fu incoronato re di Thailandia il 5 maggio 1950, la cerimonia avvenne al Grand Palace in Bangkok. Il re giuro’ che “avrebbe governato in modo giusto per il benessere e la felicita’ del popolo Siamese”. E in base a quanto sostiene Richard William Jones, la cui biografia di re Bhumibol fu publicata dal Thailand’s National Identity Office, “Per piu’ di 60 anni, il monarca che ha regnato piu’ a lungo di ogni altro al mondo ha mantenuto fede al giuramento fatto durante la cerimonia di incoronazione.” Elementi importanti della cerimonia furono il trono Bahadrabith posto sotto la grande ombrella bianca di stato, le insegne reali e gli utensili. Lo stesso giorno di questa cerimonia la moglie fu nominata regina col nome di Somdej Phra Boromarajini.
Parlando poi degli anni che seguiranno Jones si spinge oltre: “Pur rifuggendo da un ruolo politico Re Bhumibol ha saputo imporsi sia come uomo di stato sia come figura unificatrice del paese spesso afflitto da confusione politica. egli ha sempre contato sul duro lavoro piuttosto che sulla ricchezza, il potere, la posizione per conquistarsi il rispetto degli altri. Orgoglioso di ricoprire qualsiasi ruolo i suoi sudditi ritenessero adatto a lui, egli ha sempre guardato alla gente che piu’ aveva bisogno di lui: i poveri, le persone senza istruzione, i malati.
Dall’altra parte non mancano persone critiche sia verso la monarchia sia del modo come questa influenza l’eta’ moderna. Paul M. Handley nell’introduzione alla sua biografia di re Bhumibol “The king never smile” dichiara che il re ha pesantemente promosso il trono come mezzo di salvezza per la nazione. “Tuttavia” si chiede Handley “ha egli creato un modello sostenibile di monarchia che possa ben figurare nell’eta’ della democrazia costituzionale liberale? O ha compiuto un’operazione di restaurazione e forse malinconicamente e avventatamente ha riportato la monarchia a un ruolo che non puo’ piu’ avere e forse mai ha veramente avuto?”
Ci sono anche in questa prefazione suggerimenti sul fatto che pur essenso la monarchia in Thailandia benevolente essa presenta alcuni svantaggi per il popolo come il crimine di lesa maesta’ che permette l’arresto di quelli che anche solo criticano il monarca.
A dispetto di critiche di qualsiasi sorta che d’altra parte sono rivolte e attaccano la maggior parte dei leaders al mondo il re di Thailandia e’ sicuramente amato dalla sua popolazione. Egli non ha sicuramente paura di sporcarsi le scarpe e quando in salute, ha sempre viaggiato per visitare le piu’ remote aree del suo regno e qui incontrare sudditi eccitati che gli mostavano le nuove coltivazioni di caffe, di alberi di pesco, di asparagi.
Molta influenza sull’educazione e il carattere di re Bhumibol ha avuto senz’altro la Principessa Madre che nei suoi primi anni di vita ha instillato in lui principi umanitari. Lo addestro’ a lavorare per gli altri, a sacrificare tempo e denaro per la gente. A questo proposito si ricorda come la madre educasse i figli essa li tassava di un dieci per cento delle sue disponibilita’ una volta alla settimana mettendo questi soldi in una scatola nel centro del loro appartamento poi alla fine del mese raccoglieva tutti insieme e insieme decidevano dove doveva andare quel denaro: una fondazione, una scuola per ciechi o altra attivita’ caritatevole. Re Bhumibol fu cosi’ addestrato a lavorare per gli altri, nella meta’ degli anni ’60 ha dato propria terra ai contadini che ne erano senza nel distretto di Hua Hin e nuovamente fece questo nel 1975 promuovendo un programma di riforma della terra.
Sua maesta’ comincia il suo regno in modo molto meticoloso in cio’ che e’ normalmente visto come mera formalita’. Mette il suo sigillo e la sua firma su tutte le leggi e i decreti partendo dagli ordini publici minori. Cerco’ poi di rendere popolare se stesso a tutte le persone che passavano vicino a lui e cercava di fare con loro le osservazioni piu’ appropriate, richiedendo anche chiarimenti ogniqualvolta lo rieneva necessario. Rese formali funzioni di stato affari personali, anche aggiustando i dettagli di alcune cerimonie per renderle piu’ autentiche e sopratutto sfrutto’ ogni occasione per incontrare e parlare con persone di qualsiasi grado sociale che assistevano alle cerimonie imparando del loro lavoro, della loro vita e di conseguenza imparando le condizioni reali del paese. Sua Maesta’ prendeva ugualmente seriamente questi ruoli formali, l’alto comando delle Forze Armate, la rappresentanza suprema del paese negli affari estri. Egli cosi’ poteva conoscere i problemi e le condizioni del paese con informazioni di prima mano, poteva sapere le condizioni degli uomini che combattevano, cercando di influire sul loro morale, offrendo equipaggiamento, medicine e generi di conforto. Riceveva rappresentanti di paesi amici in modo formale e non formale e dava consigli ai rappresentanti thai che andavano all’estero in modo da inserire la diplomazia in una piu’ amichevole atmosfera di collaborazione. Le loro Maesta’ per questi scopi hanno reso visita a piu’ di 25 stati in tutti i continenti e hanno ricevuto visita dallo stesso numero di capi di stato stranieri, sempre esercitando il loro charms e cosi’ creando una migliore atmosfera di comprensione fra la Thailandia e il resto del mondo.
I nomi di re Bhumibol.
Altro nome con cui il re e’ conosciuto dagli occidentali e’ Rama IX, i thai pero’ raramente adoprano questo nome essi chiamano il loro re in diversi modi: Nai Luang , Phra Chao Yu Hua o Chao Chiwit il primo termine significa semplicemente “il Re”, il secondo “Il signore sopra la nostra testa”, il terzo “Il Signore della Vita”, il termine formale in thai e’ Phrabat Somdej Phra Chao Yu Hua e il termine per documenti legali: Phrabat Somdej Phra Paraminthara Maha Bhumibol Adulyadej, egli si firma Bhumibol Adulyadej Por Ror, che e’ l’equivalente di Bhumibol Adulyadej R(ex).

Premi e onorificienze.
In Italia Bhumibol e’ insignito della Gran Croce dell’Ordine al Merito della Republica Italiana fin dal 1960 e per Citta’ del Vaticano e’ Cavaliere del Collare dell’Ordine di Pio IX dallo stesso anno. Onorificienze gli sono state conferite da diversi stati rapresentanti tutte le parti del mondo per quanto riguarda i paesi europei: Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svezia. Altri paesi: Argentina, Brunei, Cambogia, Cina, Etiopia, Filippine, Giappone, Indonesia, Iran, Laos, Nepal, Malesia, Stati Uniti.
Fra gli altri premi e onorificienze ottenuti dal re non si possonodimenticare nel 1992 ricevette dall’Organizzazione della Salute Mondiale la medaglia d’oro Salute per Tutti per i servizi assicurati alla nazione in campo sanitario, il Lupo d’Oro conferitogli il 20 giugno 2006, e’ la piu’ alta onorificienza concessa dall’Organizzazione Mondiale del Movimento degli Scout. Il re ha fra le funzioni che ricopre quella di essere il capo dell’Organizzazione Mondiale del Movimento degli Scout, la motivazione il suo aiuto allo sviluppo del movimento in Thailandia. Ancora nel giugno 2006 il segretario generale delle Nazioni Unite Kofi Annan presento’ a re Bhumibol il primo e unico premio simile mai concesso da questa organizzazione il Human Development Lifetime Achievement Award, cioe’ il premio per aver dedicato un’intera vita al perseguimento dello sviluppo dei diritti umani. Per quanto riguarda onorificienze re Bhumipol ha anche un record mondiale e’ l’uomo che detiene il piu’ gran numero di laure honoris causa, 136.
Asiaweek nel giugno del 1995 lo pose in testa alla lista delle piu’ grandi personalita’ asiatiche dicendo che “Re Bhumibol ha continuamente guardato alle condizioni anche dei piu’ poveri della popolazione. Egli ha influenzato la politica senza diventare un politico. Nel far questo egli ha reso un’antica monarchia una componente essenziale di una progressiva e prospera democrazia”.
In un discorso indirizzato al Senato degli Stati Uniti nel 1995 il senatore del Montana Max Baucus cosi’ si esprimeva su re Bhumibol:
“Oggi la Thailandia e’ una delle ancore del moderno, prosperoso Sudest asiatico. Bangkok e’ diventata una delle piu’; grandi citta’ e centri commerciali del mondo... Molto di questo straordinario successo e’ dovuto alla saggia guida di re Bhumibol. Il re e’ servito da esempio. Egli congloba i 10 tradizionali principi dei re buddhisti: carita’ verso i poveri; moralita’; sacrificio dell’interesse personale; onesta’; cortesia; controllo; tranquillita’ e temperamento; non violenza; pazienza; imparzialita’ nel sedare le dispute. Egli e’ stato guidato dall’azione. Insieme, re Bhumibol e la regina Sirikit, hanno dedicato decadi a migliorare le condizioni di vita delle genti thailandesi nelle aree rurali e nelle regioni piu’ povere. Essi hanno continuamente viaggiato in tutte le provincie del paese, si sono incontrati con gli abitanti dei villaggi e sono stati a stretto contatto con la popolazione. I risultati sono ovvii e si vedono nella salute publica, nel diffodersi dell’istruzione di tutti i ragazzi thai, nella rinascita dell’artigianato tradizionale e tessile.”

Vita privata.
Nella vita privata Bhumibol e’ pittore, fotografo, musicista, scrittore e traduttore.
Il sui libro Phra Mahachanok si basa su una tradizionale Jataka, la The Story of Thong Daeng e’ la storia del suo cane.
Bhumibol e’ un bravissimo musicista jazz e compositore e’ espertissimo specialmente per il lavoro al sassofono altro. Fu il primo compositore asiatico a diventare membro onorario dell’Accademia di Musica ed arte drammattica di Vienna, all’;eta’ di 32 anni. E’ solito suonare jazz alla radio e la sua stazione preferita e’ la Or Sor. Durante i suoi viaggi ha avuto l’opportunita’ di suonare con alcune autentiche leggende del jazz come Benny Goodman, Jack Teagarden, Lionel Hampton, Maynard Ferguson, e la Preservation Hall Jazz Band. Le sue canzoni si possono spesso acoltare in raduni e feste sociali o ai concerti. Negli anni ’50 una sua composizione fu rappresentata a Broadway. Il 27 luglio 1967 dopo un tour di concerti di 30 giorni la University of North Texas One O'Clock Lab Band durante il pranzo per il presidente Lyndon B. Johnson, re Bhumiphol e le loro consorti, dietro sua richiesta. Nel 2003 l’Universitita’ del Nord Texas Collegio di Musica gli conferi’ un dottorato onorario in musica.
Per quanto riguarda lo sport Bhumibol e’ un esperto velista e un abile disegnatore di barche a vela. Egli vinse la medaglia d’oro nei Quarti Giochi della Penisola del Sudest Asiatico (SEAP), era in coppia con la figlia Ubol Ratana. Come il padre che in precedenza era stato ingegnere militare navale Bhumibol fu un avido costruttore e disegnatore di barche. Ha prodotto diversi disegni di barche a vela di categoria internazionale come l’OK e il Moth. I suoi disegni nella classe Moth comprendono “Mod”, “Super Mod” e “Micro Mod”.
Bhumibol e’ l’unico re thailandese a possedere un brevetti. Nel 1993 ne ottenne uno per un aereatore ad acqua chiamato “Chai Pattana”, possedeva gia’ diversi altri brevetti per macchine per produrre pioggia fin dal 1955, seguirono poi il brevetto per il “sandwich” per produrre acqua nel 1999 e nel 2003 quello per il "supersandwich".
Da giovane fu fortemente interessato alle armi e teneva sempre due pistoile automatiche e una carabina nella sua camera da letto. Insieme al fratello piu’ anziano, re Ananda Mahidol, usava spesso i giardini del palazzo per esercitazioni pratiche.
Mai comunque il re ha permesso a queste sue passioni di interferire coi suoi doveri civili e reali
Per quanto riguarda la salute purtroppo il re non sta tanto bene, soffre di stebosi spirale lombare, una nalattia che comporta un restringimento del canale che contiene la corda spinale e le radici dei nervi, il che causa pene alle gambe e sul retro, nel luglio 2006 a causa di questo e’ stato sottoposto a un’operazione di microchirurgia decompressiva. Bhumibol fu ricoverato all’ospedale Siriraj di Bangkok, si sentiva debole specialmente dal lato destro i dottori trovarono che aveva una distorsione sanguigna al cervello. Fu dimesso il 7 novembre 2007. Fu di nuovo ricoverato il 17 settembre 2009 sempre al Siriraj Hospital con sintomi non divulgabili in seguito si scopri’ che aveva influenza e polmonite, rimase in ospedale fino al febbraio 2011.

Ricchezza.
Le stime dopo la svalutazione del 1997/98 stimarono le ricchezze della casa reale da 10 a 20 miliardi di dollari.Nel 2008 Forbes usci’ con la classifica per quell’anno dei “The World's Richest Royals, re Bhumibol era al primo posto nella lista con una ricchezza stimata in 35 miliardi di dollari. Dopo pochi giorni il Ministro degli Affari Esteri di Thailandia emise una nota che dichiarava sbagliato il report di Forbes dato che attribuiva la ricchezza posseduta dal Crown Property Bureau solamente a Bhumibol. Nella versione 2009 della lista Forbes accoglieva le obbiezioni del ministero ma continuava a giustificare l’inclusione delle proprieta del Crown Property Bureau con il fatto che re Bhumibol ne era il fiduciario e l’amministratore. Nel 2009 la stima era in ribasso, 30 miliardi, e cio’ era dovuto alla diminuzione delle proprieta’ reali e degli stocks.
La ricchezza e le proprieta’ di Bhumipol e della famiglia reale sono gestite dal Crown Property Bureau e dal Privy Purse. Il Crown Property Bureau fu istituito tramite una legge ma e’ gestito senza alcuna forma di dipendenza dal governo thai e riporta solo a re Bhumobol. Attraverso Il Crown Property Bureau Bhumibol e la famiglia reale possiedono terre e partecipazioni in molte compagnie, fra le terre 3,493 acri in Bangkok. Il Crown Property Bureau e’ il principale azionista della Siam Cement, la piu’ grande conglomerata industriale in Thailandia, Christiani & Nielsen, una delle piu’ grandi societa’ di costruzioni thailandesi, Deves Insurance, che detiene un monopolio sulle assicurazioni di proprieta’ governative e sui contratti di assicurazione in generale. Siam Commercial Bank, una delle piu’ grandi banche in Thailandia, Shin Corporation, una delle maggiori industrie di telecomunicazioni thailandese attraverso di essa il Crown Property Bureau detiene proprieta’ della Siam Commercial Bank. Il Crown Property Bureau anche affitta o da in leasing 36,000 proprieta’ a parti terze, in queste sono compresi il Four Seasons Hotel Bangkok, il Suan Lum Night Bazaar, il Siam Paragon e il Central World Tower. Il Crown Property Bureau sta studiando un piano per trasformare Rajadamnoen Avenue, area storica di Bangkok, in una strada commerciale conosciuta come gli “Champs-Élysées of Asia”. Le entrate sostanziali di Bhumibol provenienti dal Crown Property Bureau sono stimate, al minimo, in 5 miliardi di baht nel 2004, entrate esenti da tasse. Il Crown Property Bureau riceve molti privilegi di stato. Sebbene tecnicamente il Ministro delle Finanze gestisca il Crown Property Bureau le decisioni sono prese solo da Bhumibol, il suo report annuale e’ solo per i suoi occhie non viene reso publico.
In aggiunta a questo Bhumibol ha numerosi investimenti personali indipendenti dal Crown Property Bureau. Egli e’ personalmente il maggior azionista della Thai Insurance Company and Sammakorn, come di molte altre compagnie.
Oltre a tutto questo il Crown Property Bureau ha una flotta di tre aeroplani che sono a disposizione della famiglia reale, questi comprendono un Boeing 737-800 e un Airbus A319.Quest’ultimo fu acquistato dal governo di Thaksin Shinawatra per uso governativo ma dopo ilo colpo di stato del 2006 la giunta lo offri’ al re. Gli altri aeroplani sono usati da membri della famiglia reale.
Fra gli altri veicoli Bhumibol possiede due limousines appositamente costruite per lui dalla LCW Automotive Corp.
Il Golden Jubilee Diamond, il piu’ grande diamante al mondo gli fu regalato dal businessman Henry Ho
Progetti reali.
Re Bhumibol e’ coinvolto in molti progetti di sviluppo economico e sociale. La natura di questo coinvolgimento varia a secondo del regime politico.
- Il regime militare di Plaek Pibulsonggram (1951–1957) tento’ di sopprimere la monarchia, in questo periodo Bhumibol inizio’ pochi progetti usando i suoi fondi personali. Questi progetti compresero la Royal Film e la Radio Broadcasting Projects.
- Nei governi militari di Sarit Dhanarajata e dei suoi successori (1958–1980), Bhumibol fu rappresentato come il “Re dello sviluppo” e l’ispiratore dei traguardi economici e politici del regime. Progetti iniziati dai reali erano sostenuti dalla copertura politica e finanziaria data loro dal governo, compresi progetti in aree rurali o sotto il controllo del Partito Comunista di Thailandia. La visita di Bhumibol a questi progetti era fortemente publicizzata dal governo di Sarit che controllava tutte le trasmissioni statali.
- Durante il governo civile del generale Prem Tinsulanond (1981–1987) le relazioni fra stato thailandese e monarchia divennero piu’ strette. Prem che piu’ tardi divenne presidente del Consiglio privato destino’ ufficialmente budget e manopera a sotegno dei progetti reali molte attivita’ di questo periodo riguardarono lo sviluppo di progetti di irrigazione su larga scala nelle aree rurali.
- Durante il periodo moderno, dopo il 1988, le strutture svillupate dai Progetti Reali raggiunsero il loro apice. Re Bhumipol istitui’ la Chaipattana Foundation che promosse la teoria dell’economia sufficiente in alternativa alle politiche orientate all’esportazione adottate in quel periodo dal governo eletto. Dopo il colpo di stato del 2006 la teoria dell’economia sufficiente fu consacrata nella costituzione e divenne uno dei traguardi da perseguire da parte del governo.
Bhumibol ha dato la massima enfasi alle relazioni che lui ha con le normali persone thailandesi in ogni angolo del paese. Relazioni ottenute per mezzo di lunghi tours in alcuni casi, in altri di brevi ma frequenti visite. Le loro Maesta’ hanno visitato tutte le provincie del loro paese, quindi dalla Thailandia piu’ conosciuta alle aree piu’ remote, anzi probabilmente queste sono state le piu’ visitate.
Le attivita’ reali in questa direzione sono concentrate nel conoscere le condizioni e i problemi locali delle stesse popolazioni e dopo essersi consultato con gli ufficiali trovare il miglior modo per migliorare o risolvere i problemi. Nello stesso tempo egli mette in rilievo con le popolazioni locali la necessita’ di migliorarsi e l’impedimento di fattori base della vita come l’educazione e la salute cosi’ che alla fine capito il problema il livello di benessere generale puo’ essere migliorato.
Sua Maesta’ tuttavia non si limita mai a studi accademici delle condizioni e dei problemi del paese ma prova anche tutte le strade pratiche per contribuire ai lavori del governo in tutti i piu’ appropriati campi di azione. Con un gruppo di volontari e usando i suoi fondi privati incrementati da contributi volontari egli ha aiutato la nascita e la supervisione di numerose fondazioni e gtruppi di azione in campi che vanno dalla salute publica all’educazione agli aiuti in casi di disastri facendo sempre in modo che provviste di cibo, cure mediche ed altre necessita’ della vita, come libri e accessori per l’educazione, semi e animali da allevamento fossero sempre disponibili per le persone che ne hanno bisogno.
Il suo programma per risolvere i problemi e le particolari difficolta’ delle trbu’ delle colline, nella parte nord del paese, hanno avuto successo e in un decennio queste sono passate dal metodo disastroso del taglia e brucia a metodi di agricoltura tradizionali, utilizzati anche nelle pianure. Il programma si e’ svolto con l’introduzione di animali da allevamento, incremento delle coltivazioni di riso e di altri prodotti agricoli di pregio come caffe’, tabacco, semi di soia, granturco in ambiente umido e in ambiente secco o la produzione di frutta conservata o vegetali che in alcuni stadi hanno alleviato le dure condizioni di vita e le sofferenze di questo povero settore della popolazione rurale il cui standard di vita e’ vicino a quello della sussistenza. Altri fini del programma hanno riguardato e riguardano progetti di riforestazione con lo scopo di far rinverdire distrutte foreste per salvagardare gli scudi d’acqua e le risorse naturali. Il crescente successo del programma ha anche consentito di eliminare gradualmente la coltivazione dei papaveri che servivano per la produzione dell’oppio. Per questo motivo il programma di Bhumibol ha ricevuto enorme assistenza e supporto da organizzazioni internazionali di tutti i tipi che erano interessate a un controllo dei narcotici. Il programma e’ stato preso a modello per programmi simili da istituire in molti altri paesi affetti dallo stesso problema di coltivazione di oppio e produzione di narcotici.
L’originalita’ e i successi ottenuti da re Bhumipol coi suoi esperimenti agricoli si puo’ vedere nei terreni del palazzo reale. Qui re Bhumibol ha fatto in modo di creare una fattoria sperimentale d’avanguatdia, accessibile alle persone interessate. Iqui si possono vedere coltivazioni di specie differenti di riso utilizzando fertilizzanti chimici e naturali in una varieta’ di condizioni di suolo differente. Vengono introdotte nuove tecnichei nella produzione di riso in modo da poter creare per gli agricoltori un aumento della produzione. Viene studiata la necessita’ di conservare i surplus della coltivazione del riso e cio’ ha portato a risolvere problemi di immagazzinamento in granaidi diverso tipo in legno o nei piu’ moderni silos in metallo, che a sua volta ha portato alla costituzione di un mulino per studiare il metodo più economico di fresatura del riso.
Segui’ poi un altro progetto per utilizzare i sottoprodotti della fresatura del riso come combustibile o come fertilizzante.
In uno stadio successivo si e’ pensato di diversificare la vita degli agricoltori attraverso la produzione e la diffusione di latticini all’interno dell’azienda agricola (Dairy Farm and Milk Production Unit), in cui vengono utilizzati i metdi di piu’ semplici ed economici per l’allevamento del bestiame, la mungiutura, la pastorizzazione e l’impacchettamento dei prodotti. Questio metodi sono studiati e resi disponibili a un publico interessato. Per smaltiere il surplus di latte e’ stato anche creato un impianto per il latte in polvere. Tutti questi esperimenti sono considerati progetti pilota suscettibili di applicazione da parte di agricoltori o gruppi di agricoltori per promuovere e migliorare il benessere delle loro famiglie.
L’;attenzione di Sua Maesta’ e’ rivolta anche ai giovani del paese, specie ai piu’ sfortunati come orfani e agli abbandonati, egli cerca di fornire loro una certa educazione riducendo cosi’ le loro possibilita’ di rimanere disoccupati. Egli ha cominciato a costruire scuole vicine a certi monasteri nelle pianure centrali. Queste scuole seguono il metyodo tradizionale di educazione dove monaci insegnano materie che fanno riferimento alla disciplina buddhista mentre insegnanti laici assistono in altre materie che sono in accordo con il programma educativo governativo. Sostegni a scuole primarie e secondarie in remote aree del sud e del nordest della Thailandia soso stati dati attraverso i fondi reali che sono serviti ad acquistare i materiali mentre il lavoro e’ stato donato da ingneri dell’esercito e dalla popolazione locale.
Sua Maesta’ ha anche promosso la realizzazione di enciclopedie per i giovani , in esse sono raccolte informazioni utili per ragazzi con diversi livelli di educazione, che useranno questi libri per gli studi da compiere a casa. Il costo di stmpa e’ sostenuto da Bhumibol mentre commissioni di specialisti sono coinvolti nelle ricerche e nelle scritture e sono fieri di offrire gratuitamente i loro servizi dato che il progetto e’ considerato di grande beneficio per il publico.
Il re e’ sempre stato a stretto contatto con la parte giovane del paese in particolare con studenti di ogni grado, questo contatto si puo’ vedere anche nelle varie cerimonie di consegna dei diplomi e delle laurea a cui il re ha sempre partecipato sia nell’area urbana di Bangkok sia nelle varie scuole delle provincie. Durante queste cerimonie il re non solo conferisce onore agli studenti che si sono distinti e questo potrebbe far parte della sua carica, ma si rende poi disponibile personalmente disponibile ad incontrare gli studenti e discutere con in modo informale. Tramite la sua disponibilita’ intelligenza e volonta’ di capire Bhumibol ha acquisito notevole credibilita’ e affetto presso le varie comunita’ studentesche.,
Occorre fare bene attenzione a cio’ che si dice e non per la legge di lesa maesta’ ma perche’ questa persona non lo meriterebbe. Da ricordare che Bhumibol e’ amato non solo da tutto il suo popolo ma anche dai molti farang che vivono qui. Magari il modo e’ differente dato che noi veniamo da una societa’ diversa culturalmente, magari da parte nostra puo’ essere piu’ soggetto a critiche ma il rispetto e’ grande ugualmente. Comunque attenzione occorre fare attenzione a non pensare: “Ma con tutta la ricchezza che ha perche’ non paga tutto lui?” il motivo e’ semplice e consiste nel numero di progetti che il re potrebbe agendo in un modo o nell’altro adottare. Il re si sta occupando in questo momento di migliaia di progetti, piu’ di 3,000 e per un’opera cosi’ immane ha senz’altro bisogno dell’aiuto di altre persone. La divisione di questi p[rogetti e’ attualmente:
Benessere sociale 8,97%
Comunicazioni 6,00%
Sviluppo delle risorse d’acqua 31,90%
Supporto alle professioni 7,31%
Ambiente 14,46%
Agricoltura 14,18%
Altri 17,36%
Fra I progetti realizzati importante quello che riguarda la sanita’. Non soltanto il re ha fondato ospedali dove lavorano dottori e personale militare medico ma nell’aprile del 1970 ha anche creato un’Unita’ Mobile Reale Dentale. Nell’aprile di quell’anno interesso’ al progetto il suo dentista, che e’ oggi in pensione, Dr. Sri Sirisingha. Il dottore ricevette dal re il seguente ordine: “Mi piacerebbe che tu guardassi per le cure dentarie di studenti che vivono in aree remote. Voglio prendermi cura di tutte le necessarie spese e ti forniro’ un’unita’ mobile per andare nei villaggi isolati e nei paesi”.
Bhumibol ha dedicato un’intera vita a beneficio e per la felicita’ del suo popolo. Egli ha pienamente mantenuto quanto promesso il giorno dell’incoronazione: “regnero’ per il benessere e la felicita’ di tutti i thailandesi”.

Veniteci a trovare
il 5 dicembre 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: