Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Le Nuvole@CircoloSud

Circolo Sud Torino, Italia
Google+

Stefano Giorgi: LIve Paintings
Michele Bernabei: Trumpet and Voice
Matteo Piras: upright bass

“Le nuvole” è un’opera in cui musica ed immagini interagiscono in maniera inedita ed originale, senza l’ausilio del digitale.
Questo spettacolo parla appunto di nuvole e della loro natura instabile e volubile, che diventano rappresentazioni ironiche di desideri e sogni degli esseri umani.
La storia che tre musicisti ed un disegnatore portano in scena, liberamente ispirata al cortometraggio di Pier Paolo Pasolini “Che cosa sono le nuvole?”, racconta della gelosia e degli esseri umani, di come spesso inseguano i sogni ed i desideri degli altri, e di come a volte arrivino addirittura a rubarglieli con sotterfugi e
macchinosi stratagemmi.
I personaggi, disegnati su piccoli pezzi di carta come burattini, recitano una parte che non gli appartiene, trasformandosi da ladro in derubato, nella cornice incalzante di un tango o di un vecchio blues, muovendosi tra architetture di carta in continua trasformazione, come in un sogno.
Come in un sogno, da una vecchia cappelliera di cartone trasformata in lanterna magica, escono sbuffi di colore e personaggi surreali che in danze vorticose proiettano sulla scena i ritmi della musica.
Mentre dagli strumenti escono i suoni fumosi di tromba e contrabbasso che mescolano old-swing ad atmosfere sospese e rarefatte, il testo dello spettacolo si fonde con la musica attorcigliandosi come un’edera ad un albero.
Il risultato finale è simile ad un film di animazione composto da immagini realizzate ed animate dal vivo, che evolvono e si dissolvono in continua trasformazione.

Performance Gratuita per soci ARCI

Veniteci a trovare
il 5 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: