Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Franco Ferguson INVASION presenta TRAVELERS

100celleaperte via delle Resede 5, Roma, Italia
Google+

TRAVELERS

Antonin Tri-Hoang: saxofono
Francesco Diodati: chitarra
Matteo Bortone: contrabbasso
Ariel Tessier: batteria

I TRAVELERS nascono da una session parigina nell'inverno 2008 ma è solo a partire dal 2011 che Matteo Bortone, giovane contrabbassista originario di Otranto, decide di guidare il quartetto equamente diviso tra Francia e Italia.

Già membro del nuovo trio del pianista Alessandro Lanzoni (“Dark Flavour”, il disco d'esordio è firmato CAM JAZZ ed è uscito a febbraio 2013), dopo molteplici collaborazioni e riconoscimenti in Italia e all'estero (2 borse di studio a Siena Jazz dove viene scelto come rappresentante italiano allo IASJ diretto da Dave Liebman nel 2009, un Master ottenuto al prestigioso Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi), Matteo sceglie la front-line della sua prima band che lo vede in veste di leader affidandosi ad Antonin-Tri Hoang al sax alto e clarinetto basso, una delle voci più singolari del panorama jazzistico francese, membro dell' “Orchestre Nationale de Jazz” e Francesco Diodati, chitarrista romano tra i migliori nuovi talenti odierni. Ariel Tessier, batterista parigino completa, insieme a Matteo, la ritmica del gruppo.

La musica è fedele alle intenzioni del leader: forti melodie, songs malinconiche che sfociano in tempeste elettriche, “spaccature free e paesaggi cantautoriali” (Musica Jazz, Agosto 2012); il costante binomio tra melodia e improvvisazione collettiva libera la band da ogni prevedibile definizione stilistica, affermando tuttavia una decisa impronta rock/pop che caratterizza le tematiche dei brani, composti quasi esclusivamente da Bortone e inscritti appieno nel mood compositivo contemporaneo affine a personalità come Jim Black, Kneebody, Wayne Krantz, Dave King.

L'esordio della band, disco dall'omonimo titolo 'Matteo Bortone TRAVELERS' edito da Zone di Musica (uscito il 6 Marzo 2013) è stato concepito tra Roma e Parigi, registrato in Francia ed ha come tema principale il viaggio, il movimento: la musica è tagliente, aperta a mutazioni improvvise, percorsi tortuosi che trasportano l'ascoltatore in panorami acustici ed elettrici.

L'album ha già ottenuto importanti riconoscimenti dalla stampa francese e italiana ed è stato eletto “Révélation Jazzman” e “Jazz Découverte” dalle riviste francesi Jazz Magazine e Jazz News oltre ad aver ottenuto il “Jazzit Likes It” dalla rivista JAZZIT. Come primo disco da leader, Matteo Bortone non privilegia l'aspetto solistico dei singoli ma il suono collettivo, attraverso una scrittura che tiene conto degli altri membri del gruppo.
Le undici tracce dell'album sono ad opera di Bortone, ad eccezione della struggente ballad “Man of the hour” composta da Eddie Vedder dei Pearl Jam.

---------------------------------------

ingresso a sottoscrizione libera (che va interamente ai musicisti)

inizio ore 22

http://www.francoferguson.com
http://www.100celleaperte.org
http://www.matteobortone.com

Veniteci a trovare
il 11 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: