Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Pinocchio a testa in giu'

Milano
Google+

Al Teatro Libero di Milano arriva Pinocchio a Testa in giù, testo e regia di William Medini, il 15 gennaio 2013.

Pinocchio a testa in giù è un sogno poetico, magico e contemporaneo, visto dai fanciulli – monelli che attarverso il gioco e il divertimento raccontano e diventano la storia di Pinocchio.

Per i ragazzi diventa educativo e divertente allo stesso tempo, tratta con delicatezza e forza temi attuali quali il bullismo, le brutte compagnie e la capacità di scegliere il bene.
 
La storia di Pinocchio è la metafora universale e senza tempo "del diventare grandi".
Oggi i ragazzi, proprio come sempre è stato, si trovano a vivere questo passaggio carico di paure, aspettative, sogni e travagli.

Pinocchio incontra personaggi e attraversa storie che condizionano le sue scelte e che trasformano il suo mondo interiore.

In un costante altalenare tra il bene e il male, tra ciò che è giusto e la tentazione del divertimento senza regole, Pinocchio racchiude tutte le caratteristiche tipiche dei ragazzi non più bambini e non ancora adulti, la loro irrequietezza e la loro fragilità, ma anche l'esuberanza e l'attitudine al sogno... I fanciulli, il Paese dei Balocchi, il Grillo Parlante, la Fata Turchina, Geppetto, Mangiafuoco, il Gatto e la Volpe non sono altro che parti e frammenti di ciascun ragazzo, motori simbolici che ne formano e influenzano lo sviluppo socio psicologico.

Alla fine della storia Pinocchio "muore" ma nello stesso tempo si trasforma, come da un bozzolo a farfalla, sino a diventare un altro. Ciò avviene perchè sa trarre una lezione adeguata dalle prime esperienze di vita, ripensandole alla luce degli ammonimenti impartitigli da chi gli vuol bene. Qui spicca la genialità di Collodi, che attraverso la metafora racconta della doppia natura di Pinocchio, umana e burattinesca, i suoi conflitti intimi tra bontà d'animo e istinti trasgressivi e a volte violenti, come fosse in perenne conflitto tra lo spirito e la carne ma finirà comunque con la conquista della maturità e la metamorfosi fisica.

Veniteci a trovare
il 15 gennaio 2013

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: