Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

FREEDOM FOR BIRTH The mother's revolution

Officina Culturale Via Libera via dei Furi 25-27 , Roma, Italia
Google+

Proiezione di “Freedom For Birth, the mother’s revolution”
di Toni Harman e Alex Wakeford e dibattito a seguire


16.00 Presentazione Freedom For Birth – Rome action group: chi siamo e perchè lo facciamo

16.30 Presentazione documentario e Proiezione 'Freedom For Birth, the mother’s revolution' di Toni Harman e Alex Wakeford

a seguire Dibattito aperto - modera Gabriella Pacini

alle 19.30 Aperitivo a cura delle donne di "Lucha y siesta"


Intervengono per Freedom For Birth - Rome Action Group:
Gabriella Pacini ostetrica
Mirta Mattina psicologa-psicoterapeuta
Virginia Giocoli avvocata
Carmen Rizzelli psicologa-psicoterapeuta


Il nostro gruppo attivista, Freedom For Birth – Rome Action Group, è nato a fine settembre 2012 per iniziativa di un gruppo di donne (madri, ostetriche, avvocate, psicologhe, artiste, scrittrici, giornaliste ed esperte della comunicazione audiovisiva), dopo aver visto, il 20 settembre 2012, il documentario Freedom for Birth realizzato dai registi Toni Harman e Alex Wakeford.
Il movimento si propone di promuovere la cultura della libera scelta delle donne al momento del parto, del diritto delle donne di disporre del proprio corpo e di autodeterminarsi sul modo e sui luoghi del parto stesso, senza proporre quindi, un modello specifico di parto (parto vaginale piuttosto che cesareo; parto naturale piuttosto che parto con anestesia epidurale, etc..) .
Promuoviamo il diritto della donna a compiere una scelta consapevole e correttamente informata, QUALUNQUE essa sia e la difesa del diritto umano di ogni donna all’autodeterminazione rispetto al proprio corpo e alla propria salute in tutti i momenti della loro vita sessuale e riproduttiva.
Noi consideriamo la negazione del diritto di scelta delle donne al parto una VIOLENZA sulle donne e come tale va combattuta.
Costituiscono VIOLENZA sulle donne e, dunque, atroce ed illegittimo abuso, le pratiche ospedaliere (dall’episiotomia, alla manovra di Kristeller, alla somministrazione di farmaci di induzione del parto, etc.) condotte in modo routinario, ingiustificato ed ARBITRARIO, in assenza di un CONSENSO, INFORMATO e LIBERAMENTE FORMATO, della donna.
La pratica di interventi medici non necessari e non acconsentiti costituisce un ABUSO sulla persona umana ed una intollerabile negazione dei diritti della persona, ossia dei diritti che trovano radice nell’essere umano in quanto tale e che trovano la piena attuazione nel rispetto della competenza della donna di partorire, innata e preesistente ad ogni protocollo e ad ogni assistenza esterna.
In continuità con questa linea di pensiero FFB-rag difende la Legge 194, la promuove una sua piena attuazione, la reale possibilità di scelta tra aborto chirurgico e aborto farmacologico (RU486) in regime di day hospital e la difesa della facilità di accesso alla contraccezione di emergenza.

Veniteci a trovare
il 5 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: