Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Il presepe raccontato

Palermo, Italia
Google+

Avrete certamente visitato moltissimi presepi durante queste festività natalizie ma... ve lo hanno mai raccontato?

Nelle giornate del 4, 5 gennaio alle ore 21 e nella giornata dell'Epifania il 6 gennaio alle ore 18 il Teatro di Narrazione di e con Salvo Piparo, Costanza Licata e Rosemary Enea vi raccontano il grande presepe di Palermo.


Un natale ricamato di angeli e cunti come fosse un mantello di “matapollo”.

Stelle filanti appese sulle bocche di chi racconta la città ricoperta da un velo di neve di zucchero e da luci colorate a festa. I racconti e le ballate  di Palermo sono  la voce recitante di Salvo Piparo, insieme alla voce di Costanza Licata, alle musiche della pianista Rosemary Enea, che interpreteranno attraverso una pièce teatrale, gli odori della tradizione e i suoi canti. Un teatrino ritrovato, con i suoi cavalli sovrani che scalpitano sopra tutta la città.

Quello che ne viene fuori è la descrizione di una Città Madreperla, ricostruita in parte come un piccolo presepe di case e voci. Protagonisti della storia saranno proprio le antiche voci di Palermo rivolgendosi ai piccoli “cocci i tacca”  e ai più anziani nonnini, con racconti che trasversalmente rievocano ora l’immaginazione ora la fantasia.

Tantissimi aneddoti ricostruiti per raccontare il grande Presepe di Palermo tra cui il Genio “assittatu” alla Fieravecchia, voci che partono da lontano, emozioni che ricordano l'infanzia, storie raccolte come mozzoni di sigarette consumate per poi essere rimaneggiate e messe in bocca, “racconti zuccarusi e ninnaredde”.

Uno spettacolo imprevedibile con una struttura interamente a canovaccio, dove il pubblico, è facile immaginare potrebbe ritrovarsi coinvolto.

Tkt € 12 intero; € 10 ridotto.

E' consigliata la prenotazione al recapito indicato.

Veniteci a trovare
dal 4 al 6 gennaio 2013

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: