Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

No all'intolleranza delle Sentinelle in piedi

Piazza Duomo Trento Trento, Italia
Google+

Venerdì 11 aprile alle ore 18.00 le Sentinelle in Piedi torneranno a Trento, ancora una volta in piazza Duomo!

E' la quinta volta che questa organizzazione manifesta in Trentino, raccogliendo attorno a sé i peggiori omofobi, le associazioni integraliste cattoliche e dell'estrema destra. Si stanno dando l'obiettivo di invadere piazza Domo con almeno 400 persone, il doppio dell'ultima volta.

Le sentinelle in piedi sono lupi travestiti da agnelli. Attraverso queste veglie, dall'apparenza innocue e pacifiche, esprimono la più forte intolleranza nei confronti delle persone omosessuali, delle loro famiglie e delle loro rivendicazioni.
Il loro obiettivo è contrastare ogni minima avanzata dei diritti: scendono in piazza a Trento proprio per opporsi alla Legge di iniziativa popolare contro le discriminazioni, quella sottoscritta da 7000 trentini e trentine e che chiede semplicemente che le persone omosessuali e transessuali non siano discriminate.

Attraverso la mistificazione diffondono false informazioni che spaventano le persone e le toccano strumentalmente nella loro sensibilità.
Chiariamo una volta per tutte che la legge popolare in discussione in consiglio provinciale:

- NON LEDE in ALCUN MODO la LIBERTA' di ESPRESSIONE, contrariamente a quanto loro affermano;
- non si occupa di temi di pertinenza penale o civile e comunque non di rilievo etico: INTERVIENE semplicemente nel CONTRASTO alle DISCRIMINAZIONI e al BULLISMO OMOFOBICO;
- per quanto le Sentinelle in piedi continuino ad affermare che parlare di omofobia a scuola abbia l'intento di propagandare e diffondere l'omosessualità, ricordiamo che L'OMOSESSALITA' NON E' CONTAGIOSA e NON E' UNA MALATTIA TRASMISSIBILE, come vogliono in fondo far credere queste persone. L'intervento nelle SCUOLE, sostenuto anche dalle Istituzioni Europee, ha lo scopo di CONTRASTARE IL BULLISMO, che quotidianamente offende e discrimina tant* giovani omosessuali, per farl* invece sentire inclus* in una società pluralista.

VI CHIEDIAMO DI NON LASCIARCI SOLI/E, di unirvi a noi nella lotta per la dignità e i diritti, per contrastare queste mistificazioni, questa intolleranza e il tentativo di affossare una legge che parla di diritti civili e libertà.
Abbiamo bisogno del sostegno di ognun* di voi!

Venerdì 11 aprile alle ore 18, come la volta scorsa, saremo in piazza Duomo anche noi. PACIFICAMENTE E DEMOCRATICAMENTE. Esprimeremo il nostro dissenso con un FLASHMOB: davanti alle Sentinelle in Piedi noi cadremo a terra, perché gay e lesbiche e trans cadono a terra ogni giorno che qualcuno nega loro diritti e dignità, ogni volta che vengono offesi, per ogni schiaffo, per ogni insulto.

Vi chiediamo di esserci, di riempire Piazza Duomo di SPERANZA, perché un futuro DIVERSO sia possibile.

Modalità dell'iniziativa che proponiamo e a cui chiediamo di attenersi: come la volta scorsa, di fronte alle Sentinelle in Piedi noi cadremo a terra. Chi se la sente può partecipare al FLASHMOB, camminando davanti a loro per poi accasciarsi a terra. Abbiamo comunque bisogno di tutt*, anche di chi vorrà soltanto partecipare con la propria presenza, portando al collo una fascetta arcobaleno che procureremo noi.

Chiediamo espressamente di non accettare la minima provocazione, di non lanciare slogan, di non confrontarsi verbalmente con le Sentinelle, di non portare bandiere o striscioni, di non provocare in alcun modo ma di attenersi a queste disposizioni che abbiamo condiviso e deciso assieme.

Invita chi sai essere dalla parte dei diritti e diffondi questa iniziativa tra i tuoi contatti: la partecipazione di tutt* è essenziale!!


ARCIGAY E ARCILESBICA del TRENTINO

Veniteci a trovare
il 11 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: