Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Il Pandoro Veronese tra ricetta e leggenda

Verona VR, Italia
Google+

Il Natale è alle porte e reca con sè la tradizionale magia e l'incanto del suo clima unico e suggestivo. Come sempre, l'atmosfera di festa in Italia si associa a quella della buona tavola e sono tantissimi i dolci natalizi italiani che affollano gli scaffali dei supermercati, i banchi alimentari e, per finire le nostre tavole!

Oggi Finesettimana.it vi parla del Pandoro, il dolce 'pane dorato' a forma di stella, di origine veronese, alter ego del panettone, che con il suo soffice gusto da sempre regala ai pranzi e ai cenoni natalizi un tocco immancabile.

La storia del Pandoro tra mito e leggenda
Come tutti i veri 'must' il Pandoro non si sottrae a delle origini 'incerte': non si sa ricostruire con esattezza l'excursus storico-gastronomico che ha portato le famiglie veronesi a fine ottocento a preparare per Natale il soffice Pandoro. C'è chi risale alla dominazione austroungarica e attribuisce ai pasticceri della Casa Reale Asburgica che riproposero il Pane di Vienna, variante della brioche francese, il 'brevetto' del Pandoro.

Altri ancora invece fanno risalire l'origine del Pandoro al Rinascimento: in questo periodo infatti alcune testimonianze raccontano di un 'pan de oro' che i veronesi appartenenti alle famiglie più ricche gustavano, arricchito da sottili foglie d'oro.

Qualunque sia l'origine di questo gustoso 'pane' esso rappresenta a tutt'oggi una delle espressioni più compiute e famose della pasticceria e della produzione dolciaria veronese. Il suo sapore delicato, l'aroma di vaniglia, il colore dorato e la soffice consistenza sono i tratti distintivi di questa eccellenza gastronomica veronese.

La forma del Pandoro
Celebre non solo in Italia ma in tutto il mondo, il pandoro presenta una classica struttura a forma stellare: otto punte a forma di piramide tronca con spicchi ad angolo acuto che vengono ottenuti con uno stampo alto.

La diffusione
Grazie al successo di questo prodotto dell'eccellenza gastronomica locale, il Pandoro è stato ben presto inglobato nella produzione su vasta scala e oggi si trova in tutti i supermercati, con possibilità di essere gustato dal nord al sud dello stivale. Come sempre, tuttavia, permane una produzione 'locale' e di nicchia che produce Pandori in maniera artigianale e non industriale, localizzata per lo più nel veronese e nelle aree circostanti.

La ricetta
La ricetta del Pandoro non è di facile esecuzione, e consigliata per lo più a persone esperte in cucina. Tuttavia, con un po' di pazienza e di buona volontà, potrete preparare il vostro Pandoro fatt

Veniteci a trovare
dal 1 novembre 2012 al 6 gennaio 2013

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: