Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

STAGE ANTI AGGRESSIONE FEMMINILE 10,00 EURO

Villa Pamphili Viale Vittoria Nenni, Roma, Italia
Google+

INTRODUZIONE
Il corso e’ rivolto a tutte le persone che chiedono un valido strumento per la propria autodifesa. Durante le lezioni si lavorera’ sulle potenzialita’ del singolo, in modo da acquisire conoscenze e metodiche inusuali per aumentare le attitudini auto protettive di ognuno, anche in relazione alla professione svolta. Nella difesa personale ravvicinata, per reagire ad una aggressione, sara’ necessario ricorrere a tecniche e strategie adeguate alla situazione. Bisogna quindi fare un distinguo tra le arti marziali, gli sport da combattimento e la difesa personale. Il corso pertanto e’ aperto a tutti, non lasciatevi condizionare da fattori quali : eta’, pigrizia, o timore nel provare a fare un qualcosa per voi nuovo. Non bisogna essere dei “marzia listi” per partecipare a un corso di Difesa Personale, basta essere persone comuni motivate dal desiderio di prevenzione. La difesa personale per le donne rappresenta uno degli strumenti a disposizione per affrontare un problema sempre di attualita’ come quello della difesa personale femminile. L’esperienze tecniche nel settore delle discipline di arti marziali, si legano a quelle di carattere socio-psicologiche ed attraverso queste simbiosi e possibile stabilire la concezione pratica ed i limiti di una realta’ di grande rilevanza personale e sociale. La finalita’ di un corso di autodifesa e’ spesso unicamente e tendenzialmente rivolta a fornire delle informazioni di carattere tecnico che sicuramente necessitano di pratica e di corsi integrativi affinche’ la scelta di frequentare un corso di autodifesa possa risultare sufficientemente produttiva, ovvero che il risultato finale possa prevedere una soluzione debitamente efficace circa situazioni reali di offesa, di minaccia o pericolo. Il nostro corso di Difesa Personale dovra’ insegnare, allenare e sviluppare un piano che sia realistico, adatto alle vostre esigenze e abilita’ individuali, valutando le capacita’ fisiche di ognuna. Vi sara’ insegnato la tempestivita’, la distanza da mantenere, i vari attacchi e difese, ma soprattutto la prevenzione. Fondamentale sara’ l’osservazione e il controllo ambientale, analizziamo assieme nei vari punti :
Per prima cosa bisogna capire in che modo arrivano i guai iniziano e quindi pianificare un modo per evitarli. Le strategie variano a seconda del problema : scippo, rapina, aggressione, sequestro, stupro. La reazione dovra’ essere immediata, contundente, determinata e risolutiva.
Seconda cosa, prendere confidenza con il proprio corpo. Sviluppare una buona coordinazione per sentirsi a proprio agio, da qui poi nascera’ la consapevolezza di poter colpire qualsiasi cosa con potenza. I movimenti diventeranno sciolti e si acquisira’ il pieno controllo delle tecniche.
E’ importante imparare a creare sotto pressione. La spontaneita’ delle tecniche e’ la cosa piu’ difficile da assimilare, pero’ indispensabile quando si ha a che fare con un’ aggressione da strada.
Non ultima e’ il mind-set, ovvero la determinazione e l’autocontrollo quando la situazione lo richiede e non ci sono altre alternative.
GENERALE:
Il miglior modo per non correre rischi e’ quello di evitare problemi, piuttosto che provare a tirarsene fuori in un secondo tempo. Cio’ significa che devi sviluppare un forte senso di consapevolezza riguardo alla sicurezza e modificare il tuo comportamento tenendo conto dell’ambiente in cui ti trovi e dei possibili pericoli ad esso legati. La considerazione dei seguenti punti incrementera’ la tua consapevolezza della sicurezza.
Segui il tuo istinto, se ti senti a disagio in un luogo o con una persona, allontanati immediatamente.
Impara a notare i dettagli delle persone. In caso di aggressione, cio’ potra’ aiutarti a fornire una buona descrizione per l’identikit del malvivente per esempio, colore della pelle-colore dei capelli-altezza-pettinatura-cicatrici-tatuaggi-accento-abbigliamento-camminata-varie anomalie.
Conosci sempre esattamente il luogo dove stai andando o, comunque, comportati sempre come se tu lo sapessi. Dimostra sicurezza anche se non l’hai.
Devi essere bene informata sul tuo vicinato. Dove si trova il piu’ vicino posto di polizia e il piu’ vicino ospedale. Quali negozi, ristoranti, uffici sono aperti fino a tardi.
Stabilisci alcune strade per andare al lavoro e varia percorso e orario di partenza per raggiungere il lavoro e per tornare a casa. La maggior parte delle aggressioni avvengono quando la persona esce o torna a casa.
Evita di istaurare routines, poiche’ rendono i tuoi spostamenti facili da prevedere per un osservatore. Identifica le routines, come ad esempio la “solita” partita a tennis, lo jogging, gli eventi sociali. Cambia gli orari nei quali essi avvengono. Fai attenzione alle routines che non possono essere evitate, come accompagnare e riprendere i bambini a scuola.
Stai lontana dalle situazioni che potrebbero attrarre pericoli come per esempio raduni politici-manifestazioni.
Stai attenta ad ogni possibile indizio di sorveglianza della tua casa, dell’ufficio o del percorso, attacchi seri sono generalmente preceduti da un periodo di sorveglianza.
Conosci la tua abilita. Devi essere onesta con te stessa ed essere consapevole delle tue capacita’. Dovresti sempre cercare di mantenerti in una buona forma fisica.
Non esitare a richiamare l’attenzione su di te se ti trovi in pericolo : urla-grida-suona il clacson dell’auto.
Assicurati di sapere quali dispositivi di sicurezza sono presenti sul luogo di lavoro e come essi funzionano.
Fai affidamento solo su te stessa, sulle tue forze e capacita’.
Non contare sull’aiuto di altre persone, poiche’ difficilmente interverranno in tuo soccorso.
SITUAZIONI SOCIALI:
Devi pensare alla tua sicurezza personale anche nelle situazioni sociali. Potresti essere particolarmente vulnerabile, specialmente se non farai in modo di prevenire il problema. Tieni a mente i seguenti punti :
Usa particolare prudenza quando ti incontri con qualcuno che non conosci bene. Chiedigli di uscire insieme ad altre persone che conosci. Scegli dei luoghi pubblici o comunque posti frequentati da altre persone.
Quando ti rechi in discoteca, cerca di andare sempre con un gruppo di amici e amiche fidate. Non lasciare in giro il tuo bicchiere con la bevanda, per andare a bere di tanto in tanto; tienilo con te finche’ non hai finito la bevanda o decidi di non berne piu’. Fai in modo di avere qualche amica/o che ti riaccompagni a casa e non accettare passaggi da qualcuno che hai conosciuto quella sera. Tieni presente che l’assunzione di alcool e/o droghe puo’ alterare la tua percezione della realta’, renderti piu’ “disponibile” e quindi piu’ vulnerabile nei confronti di qualcuno che voglia approfittare della situazione.
Fatti valere pretendi di essere trattata con rispetto.
CAMMINANDO:
Considerare i seguenti punti, aumentera’ la tua sicurezza personale:
Prima di uscire controlla che tutte le cerniere della tua borsa siano chiuse. Metti il portafoglio in una tasca anteriore o sotto i vestiti . Porta con te solo il denaro di cui hai bisogno e, possibilmente, dividilo in piu’ parti e conservalo separatamente.
Indossa scarpe comode.
Devi sempre essere consapevole e attenta a cio’ che accade nell’ambiente circostante.
Se ti e’ possibile, evita di passeggiare da sola di notte.
Cammina al centro del marciapiede, ne troppo vicina alla strada, per evitare aggressioni da parte di automobilisti o motociclisti, ne troppo vicina al muro per evitare imboscate da persone nascoste in portoni, angoli, rientranze della via.
Non prendere scorciatoie che passano per aree isolate.
Se usi un telefono pubblico in una cabina telefonica, non dare le spalle all’ingresso della cabina. Mettiti invece in una posizione che ti consenta di tenere d’occhio cosa accade sulla strada.
Se usi un walkman, tieni il volume sufficientemente basso da poter udire cosa avviene nei paraggi.
Se ti accorgi che la porta di casa, o una finestra, sono state aperte o forzate, mentre eri fuori, non entrare. Il ladro potrebbe ancora essere dentro. Allontanati e chiama immediatamente la polizia.
IN CASA:
Non dare per scontata la tua sicurezza, solo perche’ sei in casa! La tua casa potrebbe essere il bersaglio dei ladri che potrebbero nuocerti durante la loro azione criminosa. Dovresti stimare accuratamente la sicurezza della tua casa e, all’occorrenza, fare le migliorie necessarie. Considerare i seguenti punti incrementera’ la sicurezza della tua abitazione:
Assicurati che la porta d’ingresso e le serrature siano molto resistenti. Chiudi sempre a chiave la porta, sia quando sei in casa, sia quando esci, anche se per pochi minuti.
Assicurati che l’area d’ingresso sia sempre ben illuminata.
Rendi un’area della tua casa un rifugio sicuro, un luogo dove puoi ripararti da un attacco e dal quale puoi chiedere aiuto. Questo luogo potrebbe essere una camera da letto con una porta molto resistente ed una buona serratura.
Scrivi solo il cognome sulla cassetta della posta.
Non lasciare fuori dalla porta materiale di valore, o potenziali arnesi o utensili, che i criminali potrebbero utilizzare contro di te, qualora trovassero scale,sgabelli.
Cerca di conoscere i tuoi vicini.
PSICOLOGIA E TATTICA DEGLI AGGRESSORI
MOTIVAZIONI PSICOLOGICHE COMUNI DEI VIOLENTATORI:
Non ce’ un solo motivo al perche’ avvengono gli stupri. Opportunita’, disturbi emotivi, lussuria, accade per tutte queste ragioni o, a volte, per nessuna di esse. La rabbia e’ il filo comune tra tutti i tipi di aggressione a sfondo sessuale. A grandi linee, gli aggressori possono essere classificati in quattro categorie:

PER RABBIA:
E’ il piu’ crudele. La violenza diventa un modo per manifestare e scaricare intense sensazioni di ira, rabbia, disprezzo, odio e frustrazione. L’assalto e’ caratterizzato da una eccessiva brutalita’. Viene utilizzata molta piu’ forza fisica per commettere l’attacco di quanta ne sarebbe necessaria per sopraffare e sottomettere semplicemente la vittima. L’aggressione sessuale per questa categoria di violentatori appare piu’ come una cosa impulsiva che premeditata. Abbastanza spesso la spinta a commettere atti di questo genere puo’ essere determinata dal rapporto problematico con una donna di rilievo nella vita dell’aggressore con sua madre,la moglie,la sua ragazza. La conseguente ira viene liberata e scaricata attraverso una aggressione sessuale contro una vittima che potrebbe non essere l’effettiva persona contro la quale nutre tali sentimenti. Il sesso diventa un’arma e lo stupro e’ il mezzo con cui egli puo’ danneggiare, avvilire e degradare la sua vittima e, attraverso essa, l’effettiva persona da colpire. L’appagamento ed il sollievo derivano dalla scarica della rabbia piuttosto che dal piacere sessuale vero e proprio.
PER DOMINAZIONE:
Impiega la forza necessaria per sopraffare la sua vittima e controllarla. L’aggressore pone la vittima attraverso minacce verbali, intimidazioni con un’arma o con la forza fisica, in una situazione in cui essa non puo’ rifiutarsi o resistergli e con cio’ gli procura una sensazione rassicurante di potenza, sicurezza,forza, autorita’ e controllo. In questo modo egli compensa sentimenti di fondo di incapacita’, vulnerabilita’, debolezza ed impotenza. Le violenze sessuali commesse durante le guerre ricadono in genere in questa categoria. L’attacco di solito premeditato e preceduto da una fantasia ossessiva nella quale, sebbene la vittima potrebbe inizialmente opporre resistenza, una volta sopraffatta, si sottomettera’ con gratitudine. L’aggressore autoritario potrebbe di fatto scegliere una vittima remissiva.
PER SADISMO:
Erotizza l’aggressione attraverso la violenza sessuale: L’aggressore riceve soddisfazione e piacere dall’abuso della sua vittima. Il suo attacco e’ deliberato, premeditato e calcolato. Per questo tipo di aggressore, rabbia e dominazione vengono sessualizzati in rapporto all’intensa gratificazione che ottiene dal dominare, offendere, danneggiare ed avvilire la sua vittima.
PER OPPORTUNISMO:
Probabilmente la ragione piu’ comune di un’aggressione sessuale e’ la possibilita. Frequentemente tali aggressioni vengono compiute durante la perpetrazione di un altro crimine come furti o rapina.
PROGRAMMA DEL CORSO:

1. PSICOLOGIA DELL'AGGRESSORE
comprensione del suo procedimento mentale
2. PREVENZIONE
definizione di TATTICA
tattica difensiva preventiva
tecniche comportamentali durante l'aggressione
3. INTRODUZIONE ALL'ANATOMIA
conoscenza delle aree da colpire
inabilitazione e neutralizzazione
4. DIFESA PERSONALE DINAMICA
conoscenza di tecniche di pugno, mano aperta, calcio, gomito, ginocchio
5. DIFESA PERSONALE STATICA
tecniche di disimpegno ed evasione semplici ed efficaci contro prese e strangolamenti di ogni tipo (prese a capelli e polsi, prese agli abiti, prese dell'orso, etc.)
6. COMBATTIMENTO A TERRA

posizione di sicurezza, anti-avvicinamento ed anti-stupro
7. UTILIZZO ARMI IMPROPRIE E TECNICHE DI SOPRAVVIVENZA URBANA

Veniteci a trovare
il 27 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: