Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

S'Iscravamentu a Ottana (NU) con Marcello Cabriolu - Gruppo Sulcis

Ottana Piazza San Nicola Ottana NU, Italia
Google+

Venerdì Santo a Ottana tra archeologia e religione, visitando Ottana insieme a Marcello Cabriolu.
Partenza da:
- Sant' Antioco ore 07.00 Piazzale Pertini
- Villamassargia ore 07.30 Distributore Q8
Autolinee Senis

ore 10.00 circa arrivo ad Ottana e visita del polo museale ottanese. Il centro di Ottana, da sempre legato e protagonista del Carrasegare più arcaico della Sardegna, mostra se stesso: la sua antichità, le sue tradizioni, l'antico legame che coinvolge giovani e anziani attraverso delle testimonianze figurative ma anche reali e vissute. Un percorso tra antico e moderno, tra cultura, archeologia ma anche industria dove profondi cambiamenti sociali hanno comunque caratterizzato la storia del centro.
ore 11.00 Visita dei laboratori artigianali delle maschere carnevalesche. Gli artigiani e gli artisti rievocano, attraverso l'opera delle loro mani e dei loro attrezzi, stralci del passato e antiche manualità. Lavori e racconti, arti tramandate e arti apprese dal passato lontano dei nuragici consolidatesi in un epoca estremamente tecnologica.
ore 12.00 visita della Casa Museo Barca. Attraverso foto e monumenti continua il richiamo al passato e il profondo rispetto nel conservare e vivere le proprie tradizioni.
Pranzo libero ore 13.00

ore 15.30 visita del nucleo originario bizantino di Ottana e visita della chiesa di Santa Margherita. Nella Roma imperiale la dinastia dei Severi avvia una politica edilizia di tutto rispetto ma probabilmente viene coinvolta in una crisi monetaria di tutto riguardo. Si dimezzano i latifondi e i lavoratori e i braccianti, per paura di un futuro incerto, si concentrano in pochi centri meglio difendibili. Nasce il nucleo originario di Ottana prevalentemente caratterizzato dalla liberta di Culto promossa dall'imperatore Costantino. Marcello Cabriolu mostra ed espone i suoi studi sull'origine della cittadina di Ottana e sulla presenza della più antica chiesa della Sardegna.
ore 17.30 Santa Messa (cantata a tenore) presso la Cattedrale romanica di San Nicola e riproposizione della deposizione dalla croce del Cristo morto (S'Iscravamentu). Il rito di S’Iscravamentu che si tiene il Venerdì Santo all’imbrunire nell’austera cattedrale di San Nicola, a Ottana, è particolarmente suggestivo. Questa cerimonia religiosa si inquadra nelle tradizioni più antiche e popolari del paese barbaricino. Un rito, questo, che segue canoni immutati e immutabili. Il momento caratteristico è l’ingresso nella cattedrale dei quattro giudei vestiti con abiti di broccato. Dopo avere bussato per tre volte sul portone della chiesa, i giudei percorrono la navata fino all’altare della croce, portando gli attrezzi che serviranno per la deposizione del simulacro del Cristo crocefisso: la scala, il martello e le tenaglie.

La rappresentazione viene accompagnata dal tenore con il canto di “Sa canzone de sa vida santa”, scritta dal poeta ottanese dell’Ottocento, Giuseppe Soru. I chiodi vengono deposti all’interno di s’affuente: l’antico elemosiniere in ottone del quale esistono solo due copie. La cerimonia si conclude con la processione silenziosa dei simulacri del Cristo sul letto di morte e della Madonna addolorata lungo le vie del paese illuminate dai lumicini e dalle candele.

L’organizzazione dei riti legati alla Passione e alla Pasqua sono curati dalla confraternita di Santa Croce che intreccia gli ulivi e le palme, raccoglie e prepara in segreto le erbe e gli unguenti utilizzati nelle varie cerimonie, sovrintende alla vestizioni, anch’esse segrete, e prepara il sepolcro ( Federico Sedda L a Nuova Sardegna 2013).

ore 20.30 circa partenza per il rientro.

Costo totale dell'escursione euro 24.00 (noleggio pullmann).
Il costo non è comprensivo dei costi del polo museale.
Il numero minimo di partecipanti affinché si svolga l'escursione è di 35 persone. Le prenotazioni saranno chiuse mercoledì 16 aprile 2014

Info e prenotazioni:
MANCONI Viaggi OLIENA 3921910949

INFORMACITTADINO: 3667205050 ig.ottana@studioprogetto2.it

ASS.SA ILONZANA: sailonzana@mail.com

oppure scrivete a Marcello Cabriolu

Veniteci a trovare
il 18 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: