Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

EMILY COLLETTIVO MUSICALE “Cantari della Guerra Silenziosa”

Muddy Waters Live Music Club Via del Ramaceto, 2, San Colombano, Capannori LU, Italia
Google+

possibilità di prenotazione per la cena fronte palco
E' un concerto-spettacolo che unisce musica, letture originali e proiezioni, creando uno scenario suggestivo, dinamico, divertente ed emozionante allo stesso tempo.
Il tema centrale del concerto, ripreso e sviluppato nei testi delle canzoni, è ispirato alla pentalogia di romanzi dell’autore e attivista politico peruviano Manuel Scorza (1928-1983) conosciuta come "La Ballata" (la Balada), o anche "Guerra silenziosa", con la quale, combinando sapientemente poesia, racconti popolari e storia, racconta la lotta senza
tempo dei contadini peruviani per recuperare le proprie terre, sottratte dalle multinazionali minerarie e dai fazenderos latifondisti. In questo scenario prendono corpo le epiche lotte contro il recinto che giorno dopo giorno sottrae campi agli indios contadini e le rivolte di questi ultimi, represse con il sangue.
E’ così che nei titoli e nei testi dei brani musicali si rievocano i personaggi e le vicende di tali romanzi come per esempio “Cantare di Agapito robles”, “Cantare di Raymundo Herrera”, “Maca”, “Hector Chacon”, “la Vampata”, “Garabombo” ecc.
La rievocazione di tale ballata è motivo di una riflessione, attraverso testi e proiezione durante lo spettacolo, più ampia, con la consapevolezza che esistono e sono in atto ancor oggi lotte in tutto il mondo e nella stessa America latina per l’appropriazione di terre, l’autonomia alimentare, la salvaguardia ambientale contro lo sfruttamento intensivo dei suoli da parte delle multinazionali.
Il concerto in sé conta 9 brani suonati e cantati, opera di arrangiamento del gruppo parmigiano EMILY delle canzoni scritte dal cantautore Francesco Pelosi, anch’egli parmigiano.
La musica sviluppata intorno al genere Folk-rock si mescola anche ad altri generi come il Reggae e lo sperimentale elettronico dando al concerto dinamicità e risultando divertente e riflessivo allo stesso tempo.
BIOGRAFIE
Gli Emily nascono da un ritorno alle proprie radici.
Nati nel settembre 2006, gli Emily County Folk si candidano come promessa del folk rock locale, suonando costantemente su numerosi palchi della provincia e non solo.
La ricerca di un'energica e coinvolgente rivalutazione della musica popolare, delle tradizioni, racconti ed eventi storici locali, alcuni sprazzi di dialettica cantautoriale, e, non ultimo, la resistenza e l'antifascismo, costituiscono fin dagli inizi il filone portante che li caratterizza.
La formazione del gruppo si è andata allargando e modificando piuttosto frequentemente.
Con il nome storico di Emily County Folk la band inizia a dedicarsi alla stesura di brani originali e alla rivisitazione di brani tradizionali. Entra nel gruppo Giacomo Gerboni alla chitarra elettrica e mandolino e viene registrata la prima demo "Emily County Folk" (2007).
Il 2007 vede anche l'ingresso nel gruppo della violinista Elena Adorni e del maestro flautista Dario Caradente con i quali inizierà una lunghissima serie positiva di apparizioni live che li vede suonare tra gli altri al “Buskers Festival di Ferrara” (2008), alla “Festa nazionale ANPI” di Casa Cervi (2008) e al “Carnevalone Liberato” di Rieti (2009).
Vengono composti e registrati i pezzi che daranno origine al primo vero EP "Credere ai Ricordi" (http://www.jamendo.com/en/album/55694) presentato nel novembre del 2009.
Nel 2011 il brano “Partigiani” tratto dall’EP entrerà a poi far parte della compilation “SOS for Gaza” insieme ai pezzi di gruppi della scena folk, punk e hip-hop sia italiana che internazionale.
Nel 2010 inizia un lento percorso di metamorfosi. Con la partenza di Elena e Giacomo e Matteo, il gruppo si riassembla e migliora con l'ingresso di musicisti affermati come Jacopo Cavalli (violino), Giacomo Iotti (chitarra) e Fabrizio Varchetta (compositore, voce, chitarra, mandolino e banjo).
Nel frattempo vengono sviluppate nuove idee che portano alla composizione di pezzi caratterizzati da una venatura più rock rispetto alle precedenti produzioni.
In questo periodo il gruppo trova un ulteriore slancio che ha culmine in una serie di importanti date:
la partecipazione al festival organizzato dai fratelli Severini (a.k.a. Gang) “Filottrano City Rockers”, il “Festival della Pace” di Genova aprendo il concerto di Zibba (dal programma “Parla con me”), apertura del concerto della Bandabardò al Fuori Orario (storico locale emiliano che ha ospitato i maggiori artisti italiani ed europei) e il concertone in occasione della tradizionale pastasciuttata antifascista al Museo Cervi di Gattatico (RE)
Con l'inizio del nuovo anno gli Emily County Folk decidono di snellire l'organico e con esso anche il nome.
Nascono così gli “Emily” che oltre ai componenti storici Alessandro Stocchi, Marco Aiello e Nicolas De Francesco vedono l’ingresso nel gruppo del chitarrista ritmico e solista Leonardo Barbieri, il percussionista Fiorenzo Fuscaldi e la collaborazione con l’amico cantautore Francesco Pelosi, con l'obiettivo di rinnovare la propria musica, introducendo sonorità ispirate al folk-rock, reggae ed elettronico mantenendo la poetica sociale e di lotta che da sempre li caratterizza.
Da questa esperienza, oltre a numerose idee in via di sviluppo, è nato il concerto spettacolo “Cantari della Guerra Silenziosa” ispirato alla pentalogia di romanzi di Manuel Scorza sulla lotta dei Comuneros in Perù.
Lo spettacolo è stato presentato anche in apertura degli Inti Illimani nel settembre 2013.

Veniteci a trovare
il 11 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: