Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

"UN FILO di ROSSO": dal 18 aprile la mostra di Stefania Di Lorenzo

Spazio Cannatella via Papireto 10, Palermo, Italia
Google+

Sarà inaugurata venerdì 18 aprile, alle 19, presso lo Spazio espositivo Cannatella, in via Papireto 10 a Palermo, “Un filo di rosso”, la mostra di quadri e disegni di Stefania Di Lorenzo ( Pupi Fuschi ). I visitatori avranno una visione informale e voiyeristica del mondo creativo della pittrice, in un'ambientazione che vuole essere “spiata” attraverso il buco della serratura. L’ingresso è libero.

Quello di Stefania Di Lorenzo è un universo fatto di donne e di bambine viste in un'ottica divertita, ma anche drammatica, scanzonata, sempre molto passionale ed evocativa. L’artista esibisce il proprio lavoro con semplicità: le opere sono prive di cornici e vetri: i 58 disegni e le 17 tele ad olio, di vario formato, da 15x20 a 120x120, saranno fruibili nella loro interezza. Il filo di rosso è simbolo di femminilità, di erotismo, ma è anche il filo conduttore della mostra, un nodo di Dedalo, attraverso il quale evocare la femminilità in tutte le sue sfumature: il bandolo della matassa dei sentimenti e delle riflessioni pudiche e sfacciate di una donna artista, sussurrate con un filo di rosso sulle labbra.

I quadri e i disegni hanno tutti in comune, appunto, il rosso, come un filo di Arianna che conduce lungo il dedalo delle emozioni, o come il bandolo della matassa destinato a sciogliersi o a restare tale, tra tensioni erotiche e spunti riguardanti l’universo femminile.

L’esposizione è curata da Maria Marions Leone, con la collaborazione e la supervisione di Massimo Cannatella, appassionato di arte e cultura contemporanea, scopritore di talenti siciliani, che da sei anni ospita nel suo spazio espositivo.

La mostra sarà fruibile su prenotazione, con ingresso gratuito, per 4 settimane, dal lunedì al sabato mattina, escluse domeniche e festivi. Informazioni e prenotazioni ai numeri 333-4135995 e 348-3533611. Altre informazioni presso il punto vendita della ciclofficina Cannatella, accanto alla galleria.

La Critica.

Di lei Maria Marions Leone scrive: “I vizi e le virtù dei personaggi ritratti emergono in piccoli dettagli da scoprire che non sono palesemente manifestati. Il suo tratto, così come la sua vena ironica, ricordano Carol Rama e Mino Maccari. I disegni di Stefania di Lorenzo sembrano scaturire da una danza che l'artista accenna e che i suoi personaggi compiono in maniera naturale e leggiadra”.
“La sua personalità è multiforme ed eclettica, intellettualmente vivace e caustica, attenta ai cambiamenti sociali del costume, alle abitudini e ai vizi umani di donne e uomini. Ritrattista suo malgrado, se non ad olio, tratteggia volentieri ad acquerello gli amici artisti, spiandoli mentre svolgono il loro lavoro: scrittori, musicisti, attori di teatro e personaggi curiosi che man mano nutrono la sua galleria di impressioni su carta.

L’Artista.

Stefania Di Lorenzo è nata a Palermo nel 1970. Dopo avere concluso gli studi all’Accademia di belle arti (1997) si è dedicata al restauro e successivamente al design d'interni. Negli anni non ha mai abbandonato la pittura. Ha partecipato a diverse collettive e premi d'arte. L'interesse per l'illustrazione accompagna da sempre la sua spiccata vena ironica ed è un mezzo attraverso il quale racconta di sé e del mondo che la circonda. Ha ritratto vari musicisti e artisti palermitani, con alcuni dei quali ha avviato collaborazioni artistiche: fra questi, Vincenzo Palermo, Eva Rizzuto, Igor Scalisi, Alessandro Bazan, Alberto Samonà, Nino Vetri. Sta adesso lavorando alla copertina del nuovo album di Ruggiero Mascellino.
Di natura schiva e poco incline alle distrazioni mondane prive di stimoli, melomane, è amante del teatro e delle buone letture.

UFFICIO STAMPA: Alberto Samonà
albertosamona@libero.it,

Veniteci a trovare
dal 18 aprile al 16 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: