Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

13 aprile - Piji ELECTROSWING Quintet @ Alexanderplatz Jazz Club feat. MICHELA ANDROEZZI, GIORGIO CU

Alexanderplatz Jazz Club Official Via Ostia, 9, Roma, Italia
Google+

PIJI
ELECTROSWING QUINTET
Domenica 13 aprile 2014, ore 21.30
ALEXANDER PLATZ JAZZ CLUB (Roma), Via Ostia 9 (zona Prati)

IN

JAZZ NO END.
THE MARVELLOUS ELECTROSWING NIGHT
The Italian songwriter and his jazzy songs


PIJI – vocals, guitar
AUGUSTO CRENI – manouche guitar
GIAN PIERO LO PICCOLO - clarinet
OMINOSTANCO - electronics
SAVERIO CAPO – bass

SPECIAL GUESTS:
MICHELA ANDREOZZI – vocals, acting
GIORGIO CUSCITO – sax
MASSIMILIANO VADO – vocals, acting
ANTONIO PASCUZZO – vocals, guitar


Domenica 13 aprile la serata “Jazz no end” del PIJI electroswing QUINTET avrà, stavolta più che mai, il profumo del Cafè Chantant: 4 ospiti si avvicenderanno sul palco con il quintetto guidato dal cantautore romano per una “marvellous electroswing night” (come recita il sottotitolo) senza pari. Ci sarà la straordinaria MICHELA ANDREOZZI che con la sua scintillante comicità proporrà qualche sorpresa grazie anche alle sue doti vocali, facendo coppia con l’impareggiabile attore MASSIMILIANO VADO per qualche chicca in duet o in trio con Piji. Ci sarà il re dello swing romano GIORGIO CUSCITO che con il suo energico e coloratissimo sassofono aiuterà il quintet a calarsi nelle suggessive e ruggenti atmosfere swing. Ci sarà infine il cantautore-avvocato ANTONIO PASCUZZO a presentarci qualcosa di inedito. Il tutto mescolato e shakerato ai brani e al sound di Piji e del suo gruppo fisso in cui il fraseggio d’antan del bravissimo clarinettista e polistrumentista Gian Piero Lo Piccolo si unisce all’ormai imprescindibile linguaggio “manouche” di Augusto Creni, alla sapienza elettronica e contemporanea di Ominostanco e alla solidità fantasiosa del bassista e contrabbassista Saverio Capo.
Le serate "Jazz no end" vedono la partecipazione resident (2 volte al mese) del Piji ELECTROSWING Quintet a proporre un intreccio tra il mondo della canzone italiana, il jazz, l'elettronica e lo stile manouche, tra canzoni originali, cover, numeri e ospiti d’eccezione. Il più prestigioso ed antico jazz club della capitale in questa stagione ha voluto aprirsi alla canzone e all’electro-swing del cantautore romano Piji.


Negli ultimi giorni Piji e alcuni suoi musicisti sono stati ospiti a EDICOLA FIORE (con Fiorello), WEB NOTTE (con Gino Castaldo ed Ernesto Assante), CAPODANNO di Roma a Via del Fori imperiali (Con Swing Circus), TG3 LAZIO, RED CARPET del FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA (con Swing Circus e la Lazy Tiber Spazm Band) e Piji ha ricevuto il Premio AFI (Associazione Fonografici Italiani) come "miglior progetto discografico". Durante i giorni del Festival di SANREMO 2014, Piji è stato ospite fisso nel talk show del magazine VANITY FAIR per il quale ha registrato proprio all’Alexanderplatz dei clip video in cui rivisitava in chiave swing in quartetto i brani del festival.

Locandina di Alessandro Calzetta
Foto di Salvatore Contino



MICHELA ANDREOZZI
Attrice scoppiettante, autrice brillante, divertentissima voce radiofonica, Michela Andreozzi è ormai da diversi anni tra le più importanti figure comiche dello spettacolo italiano. Passa con disinvoltura da esilaranti monologhi comici per Colorado e Zelig, a raffinate commedie teatrali, a importanti ruoli per cinema e fiction. Al cinema è stata Lucia, moglie di Rocco Papaleo nel suo film d’esordio, Basilicata Coast to Coast e ha lavorato, tra gli altri, anche con Massimiliano Bruno, Fausto Brizzi, Leonardo Pieraccioni, Paolo Genovese, Paolo Ruffini e Alessio Federici. Ha partecipato a molte delle più importanti fiction italiane ed è stata protagonista in La squadra, Distretto di polizia, 7 vite ed Ombrelloni. Numerose le opere teatrali in cui è protagonista: dal Dramma della gelosia, per la regia di Gigi Proietti, a Nemici di casa con Max Tortora, da Cose di casa di Paola Tiziana Cruciani a Maldamore di Angelo Longoni, fino al fortunato Doppiacoppia, sempre con Max Tortora, ancora in scena nei teatri italiani. Dal 2010 porta avanti dei progetti di "varietà per attore solo" in cui scrive e interpreta tutti i personaggi: debutta con A Letto dopo Carosello, prosegue con Ti vuoi mettere con me? L'amore al Tempo delle Mele entrambi con la regia di Paola Tiziana Cruciani, ed è attualmente in scena con la pièce francese Maledetto Peter Pan con la regia di Massimiliano Vado. In radio partecipa a numerosi programmi di Radio2, su tutti Brave ragazze, magazine quotidiano scritto e condotto in coppia con Federica Gentile.
Ultima curiosità: è stata tra le vocalist “fuori campo” che doppiavano vocalmente le canzoni di Non è la Rai.

GIORGIO CUSCITO
Il re dello swing romano. Sassofonista, pianista, vibrafonista, arrangiatore e compositore, Giorgio Cuscito è tra i massimi esponenti italiani di jazz tradizionale. Scoperto da Adriano Mazzoletti, suona ed è leader di un numero impressionante di band, orchestre e progetti con cui fa swingare la città e l’Italia tutta, come la Swing Valley Band, il Giorgio Cuscito Trio, Swing Revisited, Lady Project, Rare Ellington, Eagle Quartet, Quartetto Exotica, ecc. Fa parte degli “Swingmaniacs” di Renzo Arbore e dei “Blues Willies” di Greg, ha suonato con Peter Van Wood, Gigi Proietti, Bruno Lauzi, Fred Bongusto ed in ambito più direttamente jazzistico con Marcello Rosa, Tony Scott, Kenny Davern, Bucky Pizzarelli, Lino Patruno, Luca Velotti, Gianni Sanjust, Carlo Loffredo, Red Pellini, Guido Giacomini, ecc.
Didatta attento, studia e approfondisce le tecniche specifiche e le concezioni dello Swing e del Jazz classico senza dimenticare la divulgazione dei vari stili del ballo swing. Nel 2010 vince il Jazzit Award come miglior vibrafonista italiano.

MASSIMILIANO VADO
Attore e regista savonese, spazia con bravura e successo tra teatro, fiction e cinema. Si forma tra Venezia, Roma e New York con Maurizio Scaparro, Mario Martone, Gisella Burinato e Mario Carbonoli, ma oltre ad avere grandi maestri è stato diretto da altrettanto grandi registi, alternando classici e moderni: Giuseppe Patroni Griffi (con cui collabora anche come traduttore di testi di Miller, Rostand e Shakespeare), Roberto Guicciardini (di cui è primo attore e talvolta aiuto regia), Marco Maltauro, Alessandro Benvenuti (nello spettacolo Delitto per Delitto con Alessandro Gassman e Beppe Fiorello) e poi, ancora, tra gli altri, Luciano Damiani, Sebastiano Lo Monaco, Daniele Pecci e Massimiliano Bruno.
In televisione è famoso per il ruolo del pugile Zeno Bauer di Centovetrine, ma ha recitato in maniera continuativa anche in Distretto di Polizia e R.I.S.
Tra le ultime regie ha messo in scena gli spettacoli Diversamente giovani scritto da Michela Andreozzi e Luca Manzi e Maledetto Peter Pan, con Michela Andreozzi.
Ultima curiosità: ha recitato nel videoclip di Ligabue Happy Hour e nel videoclip di Piji Welcome to Italy.

ANTONIO PASCUZZO
Avvocato e cantautore è leader della band Rossoantico, da anni molto presente live tra suoni bandistici e folk d’autore con importanti collaborazioni: Kocani Orchestra, Hevia, Fabio Concato, Pino Daniele, Sergio Caputo, Rocco Papaleo, Alessandro Mannarino, Solis String Quartet, Ginevra Di Marco e Simone Cristicchi. Proprio con Simone Cristicchi porta in scena in un lungo tour italiano il “Coro dei minatori di Santa Fiora”, progetto ideato da Antonio Pascuzzo stesso e costruito con Cristicchi che vede un folto gruppo di coristi toscani di ogni età cimentarsi con il repertorio di tradizione popolare, in cui i canti regionali si mescolano ai canti di lavoro e ai canti partigiani (il progetto è stato, tra gli altri luoghi, ospite al Festival di Sanremo, alla Notte della Taranta, a Musicultura, all’Auditorium Parco della Musica, al Teatro degli Arcimboldi, al Primo Maggio, ecc.). Dal 2001 al 2010 è stato direttore artistico del The Place di Roma, dirigerà Atina Jazz 2014.















PIJI
(Pierluigi Siciliani, Roma)

Il primo progetto discografico di Piji, targato Isola degli artisti con la produzione artistica di Carlo Avarello, è di stampo pop/jazz o, per meglio dire, electro-swing.
I testi di Piji, talvolta più impegnati e ironici, talvolta più poetici, si mescolano a tessiture elettroniche e swingate, con ampi echi di jazz manouche ed un approccio spiccatamente teatrale nei live.

Nell’estate 2013 esce per Carosello records/Isola degli artisti, il secondo singolo di Piji, C’è chi dice no, versione electro-swing del classico rock di Vasco, apprezzata e postata da Vasco Rossi in persona sulla propria pagina facebook, pubblicata da Repubblica.it sulla homepage (con un clamoroso numero di visualizzazioni) e consigliata da Vincenzo Mollica nella rubrica “Do Re Ciak Gulp” del Tg1. Così come il suo primo singolo ufficiale Welcome to Italy, C’è chi dice no e le canzoni inedite del cantautore romano sono state ultimamente ospitate varie volte da Fiorello a Edicola Fiore e a Webnotte con Gino Castaldo ed Ernesto Assante.
Sia Welcome to Italy che C’è chi dice no conquistano la vetta della classifica jazz di iTunes.

Piji è stato 16 volte 1° classificato in rassegne dedicate alla canzone, tanto da assumere l’appellativo di “giovane cantautore più premiato d’Italia”.
Tra i vari riconoscimenti il Premio AFI 2013 (Associazione Fonografici Italiani per Targhe d’autore controcorrente) per il miglior progetto discografico, Premio Lunezia Future stelle 2010, il Premio Bindi 2009 (premiato anche come Miglior Testo e Miglior Musica), il Festival Dalla Sciamano allo showman 2010, il Premio Augusto Daolio 2007, Botteghe d’autore 2007, il Premio L’artista che non c’era 2007, il Premio Monteverde Pasolini 2013 con le Voci nel deserto.

Varie volte ospite del Premio Tenco, nel 2010 Piji è stato l’ospite musicale fisso nel tour di presentazioni del libro di Enrico De Angelis (direttore artistico del Club Tenco) “Musica sulla carta” e ha fatto parte della compilation “La leva cantautorale degli anni zero”).

Durante i giorni del Festival di Sanremo 2014, Piji è stato ospite fisso nel talk show del magazine Vanity Fair per il quale ha registrato dei clip video in cui rivisitava in chiave swing con il suo quartetto i brani del festival.

L’attività live di Piji conta negli anni più di 500 concerti (tra cui il “W la gavetta tour”) e, dopo la collaborazione con Simona Molinari per la canzone “Il Mulo” all’interno del suo album Dr. Jekyll e Mr. Hyde, Piji è ospite fisso de “La felicità tour” 2013/2014 della cantautrice.
Tra le rassegne e i locali dedicati al jazz in cui si è esibito negli ultimi anni, ricordiamo Umbria Jazz, Verona Jazz, il Blue note di Milano, Villa Celimontana Jazz Festival, Pescara Jazz, Alburni Jazz Festival, Casa del Jazz, Auditorium Parco della Musica, The Place.
Nella stagione 2013/2014 Piji, con il suo Electroswing Quintet, è artista “resident” dell’Alexanderplatz Jazz Club di Roma con grandi ospiti (fino a maggio ’14) come Gianmaria Testa, Giorgio Tirabassi, Michele Ascolese, David Riondino, Ada Montellanico, Nando Citarella, Savino Zaba, Luca Velotti, Renato Gattone, Stefano Saletti, ecc.

Tra i progetti paralleli Piji è ospite fisso delle serate di Swing Circus, gruppo multiartistico legato alla danza swing con cui si è esibito anche sul Red Carpet della Festa del Cinema di Roma 2013 e nel Capodanno ’14 del Comune di Roma ai Fori Imperiali. Il Sultanato dello Swing di Sanremo lo ha nominato “Giannizzero dello swing”.
Studioso della canzone italiana, tra i vari progetti paralleli ha portato in scena anche lo spettacolo “Il punto G”. Oltraggio a Giorgio Gaber” e un tributo alla canzone popolare romana intitolato “Sèttete”. Dal 2010 fa parte del cast del rave teatrale “Voci nel Deserto. Frammenti di libertà di pensiero” che vanta sottogruppi in tutto il mondo.

Piji è laureato in Scienze della Comunicazione e lavora anche presso Radio Città Futura di Roma dove conduce in coppia con Ernesto Bassignano la trasmissione Rodeo. Sempre per Rcf ha condotto “Quartiere Latino”, “Tempi Moderni” e “Primo Spettacolo”, mentre per Rai International ha condotto “Notturno italiano”. Nel 2007, con una prefazione di Stefano Bollani, viene pubblicato il suo saggio musicale La canzone jazzata. L’Italia che canta sotto le stelle del jazz, che ha vinto nel 2008 il Festival Internazionale del libro musicale a Sanremo.
www.piji.it

Veniteci a trovare
il 13 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: