Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Alternative(to)Comedy - di e con Felix Siriano e Marco Cardetta @ArciLebowski (Gioia del Colle)

Circolo Arci Lebowski via Mastandrea, Gioia del Colle BA, Italia
Google+

Lo spettacolo è un mix di storie e racconti completamente slegati che si inseriscono all'interno del genere dell'Alternative Comedy.

L'Alternative Comedy è uno stile di comicità che può essere considerato antitetico a quella comicità tradizionale fatta di battute e chiuse, che punta alla grassa risata nazional-popolare.
Questo nuovissimo genere, nato negli anni '70 nel Regno Unito, spezza le convenzioni, dando libertà al performer di fare ciò che vuole e di trasformare qualsiasi cosa in comicità.
Può includere sketches, monologhi, poesia, improvvisazione e teatro visuale.
Gran parte dell'Alternative Comedy ha carattere intellettuale sia nel contenuto ( il pubblico deve essere istruito per carpire i riferimenti umoristici) sia nella forma ( il pubblico deve comprendere l'atteggiamento satirico del comedian).
Di solito, se il comedian fa schifo, non è mai colpa del comedian ma solo del pubblico che è incolto, ignorante, analfabeta e dedito a zoorastia.
Lo show, dunque, è una prolungata seduta sadomaso intellettuale: è come essere sculacciati per 1 ora da un professore universitario arrogante e saccente.
Sappiamo che vi piace.

I performer:
Felix Siriano: poeta, alternative comedian, regista visionario; nonostante il dissenso e i pluri-minacciati linciaggi da parte del pubblico, se ne inventa un'altra delle sue: che in realtà il 'non far ridere' sia un particolare genere di comicità, che gli altri non conoscono e non capiscono, e che lui in realtà pare sia un genio incompreso e che il pubblico di merda non capisce nulla. Fonde la verve dello scaricatore di porto con l'alta formazione letteraria.
Ama raccontare di alcol, disagio senile, ciccione, ippopotami, piccioni malefici e draghetti del disdegno.

Marco Cardetta: noto manager e scrittore, annoiato dallo spleen meridionale, decide di darsi alla comicità alternativa per scampare al suicidio. I suoi pezzi sono molto lunghi e ultra-sperimentali, talmente sperimentali che non li capisce nemmeno lui. Ha mille laureee e un'immensa erudizione che non esita a ostentare anche con i bambini del Biafra.
Gli piace incutere sudditanza psicologica e schiacciare l'avversario dialettico con i suoi sofismi.
Una bruttissima persona che piace all'italiano medio affamato di servilità.


"...I never wanted to be a comedian. When I was very young I wanted to be a writer (...) and then later a writer of thrillingly inclined philosophy, like Albert Camus, Franz Kafka or Samuel Beckett. I never really wanted to be a 'comedian'. I wanted to be an alternative comedian, because all other types of comedian were sell-out scum and whores of the system."
( Stewart Lee)

Veniteci a trovare
il 17 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: