Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Memorie sulla strada del ritorno al Gizmo

Gizmo Via Quasimodo, 1 (angolo con Via della Resistenza, 48), Rende CS, Italia
Google+

Se vi siete persi il debutto avete un'altra opportunità per vedere "Memorie sulla strada del ritorno".
Giovedì 24 aprile al Gizmo, ritornano Francesco Cangemi e Giuseppe Bottino per raccontarvi in musica e parole dodici storie; racconti di ieri, racconti di domani, racconti mai esistiti e personaggi surreali.

************

Memorie sulla strada del ritorno
scritto da Francesco Cangemi
di e con Francesco Cangemi e Giuseppe Bottino

Ad un certo punto ti fermi e tutte le cose che ti seguono da una vita ti sbattono addosso. L’impatto, in fondo, non è così forte perché sei tu che hai deciso di fermarti e allora senti questo qualcosa che si appoggia alle tue spalle. E’ il tuo vissuto e quello dei luoghi (interiori e esteriori), che hai attraversato, quello di altre persone e quello di persone che nemmeno esistono. Memorie sulla strada del ritorno nasce perché non c’avevo pensato prima, perché ho passato molti anni senza rendermi conto che in fondo io scrivo per vivere. Scrivo delle vite degli altri, della mia. Scrivo di cose che conosco, di quelle che non conosco e di quelle che non sono mai esistite. Per ora. Torno, con il capo chino in segno di profondo rispetto per tutto ciò che è rappresentazione scenica e un po’ per nascondere il rossore dell’emozione e di altri sentimenti tutti mescolati insieme, torno a parlare ad un pubblico dopo otto anni senza che questo faccia parte di un convegno o di qualsiasi altra cosa che ruoti intorno al mio essere giornalista. Ho i brividi e quando penso a tutto questo la mia mente non può non riaprire il ricordo della sensazione, di quella bellissima sensazione, che si ha nell’esprimersi davanti ad un pubblico. Racconto storie. Che poi in fondo è quello che ho sempre fatto. Al mio fianco c’è un grande professionista, il suo nome è Giuseppe Bottino. L’ho incontrato durante il mio cammino, ha visto note e suoni sparsi cadere disordinati dalle mie tasche e ha deciso di raccoglierli tramutandoli in qualcosa che posso indossare e che aiutano il mio passo.

Veniteci a trovare
il 24 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: