Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Veglia in piedi - Again!

Piazza Brà piazza Brà, Verona VR, Italia
Google+

La nostra silenziosa e non violenta veglia griderà forte:

* Sì al rispetto per ogni persona.
* Sì al diritto dei bambini di crescere in una famiglia con un padre e una madre.
* Sì alle libertà garantite dalla Costituzione (libertà di espressione e libertà di educazione).
* No alla violenza e alle discriminazioni.
* No al carcere per il reato di opinione.
* No all'ideologia gender nelle scuole.

Unisciti a noi perché il momento dell'azione è ora!

---

Ancora una volta in Piazza Brà Domenica 13 Aprile 2014 dalle 18:00 alle 19:00, davanti a Palazzo Barbieri (Municipio) per una veglia silenziosa, in piedi, leggendo un libro.

I nostri obiettivi:
- garantire la libertà di ogni cittadino di esprimere pubblicamente il proprio pensiero

- affermare l'unicità del matrimonio tra un uomo e una donna, come cellula fondante della società

- garantire il diritto di ogni bambino a nascere e crescere con un padre e una madre

- difendere l’innocenza dei nostri figli violata dall’educazione gender imposta nelle scuole

---

Al Senato, in particolare nella 2ª Commissione permanente (Giustizia), si sta concludendo la discussione sul ddl Scalfarotto, relativo a “Disposizioni in materia di contrasto dell'omofobia e della transfobia", legge che se approvata potrebbe essere utilizzata per accusare (pena carcere e sanzioni pecuniarie) chi si dichiarasse pubblicamente contrario al matrimonio tra persone dello stesso sesso e alla conseguente adozione di bambini. Noi, non ci stancheremo mai di affermare che questo testo, presentato come necessario per fermare atti di violenza nei confronti di persone con tendenze omosessuali, è invece incostituzionale in quanto non specifica cosa si intenda per omofobia e dunque potrebbe essere denunciato chiunque si dica contrario alle adozioni da parte di coppie formate da persone dello stesso sesso o sostenga che la famiglia sia fondata sull'unione tra un uomo e una donna. Addirittura un emendamento prevede un re-indottrinamento di stato in perfetto stile gulag, ovvero i servizi sociali presso le sedi arcigay per chi sarà accusato di omofobia!

A chi ironizza sulla nostra mobilitazione - affermando che non esiste e non esisterà alcun reato per le semplici opinioni - facciamo presente che sono già in circolazione in alcune scuole i manuali emanati dall'Ufficio Nazionale Antirazzismo, del Dipartimento delle Pari Opportunità del Consiglio dei ministri, dal titolo “Educare alla diversità a scuola”, nonché la “Strategia nazionale per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull'orientamento sessuale e sull'identità di genere (2013 -2015)” che definiscono omofobo un genitore che faccia riferimento ad un modello di famiglia basato sull'unione stabile tra un uomo e una donna!

---

Sempre più città si stanno mobilitando per difendere la famiglia e la società: solo nel mese di Marzo, ad oggi, si è vegliato a Trieste, Bergamo, Vanzaghello, Cremona, Brescia, Modena, Piacenza, Chiavari, La Spezia e nel prossimo weekend si scenderà in piazza a Torino, Genova, Perugia e Casalmaggiore.

Proseguiremo a vegliare finché tutti intorno a noi sapranno cosa sta accadendo e si muoveranno per fermarlo.

Veniteci a trovare
il 13 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: