Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Ultimi appuntamenti Novemetis_12 e 15 Aprile

Officina Emilia via Tito Livio, 1, Modena MO, Italia
Google+

In un unico evento facebook vi annunciamo gli ultimi due appuntamenti della rassegna:

12 Aprile, ore 21___________________________________________

THE IMPROVADERS PRESENT:

IMPROBUBBLE!

La camera a bolle è un recipiente riempito con un liquido trasparente surriscaldato (molto spesso idrogeno liquido), usato per individuare le particelle elettronicamente cariche che si muovono al suo interno. Fu ideata e realizzata da Donald Arthur Glaser nel 1952, invenzione che gli valse il premio Nobel per la fisica nel 1960. Si racconta che Glaser trasse ispirazione dall’osservazione delle bolle in un boccale di birra ma, durante un’intervista nel 2006, egli smentì tale voce, spiegando però di aver utilizzato la birra come liquido di riempimento per i primi prototipi.

Il termine superbolla (o superinvolucro o superguscio) indica in astronomia una cavità del mezzo interstellare delle dimensioni di alcune centinaia di anni luce riempita da plasma a temperature dell'ordine dei 106 K; tali temperature sarebbero causate da multiple esplosioni di supernovae e dai venti stellari. Il sistema solare si trova quasi al centro di un'antica superbolla, la Bolla Locale, i cui confini possono essere tracciati grazie al repentino aumento nell'estinzione delle polveri stellari a distanze superiori ad alcune centinaia di anni luce.

Improbubble è una bolla elettrica di improbabili suoni cosmici. Un progetto sonoro realizzato da:


The Improvaders:

- Vincenzo Mingiardi, chitarra
- Alberto Tacchini, piano elettrico e synthesizers
- Pacho, batteria e percussioni


ALIEN SOUNDS!!
COSMIC ENERGY!!
ELECTRICITY A-GO-GO!!




15 Aprile,ore 21____________________________________________

Genome mapping and molecular breeding:
a chance to find soul in numbers
un tributo a Lawrence D. “Butch” Morris


Lo Spettacolo:
La performance “Genome mapping and molecular breeding” è innanzitutto un tributo alla figura del grande musicista Lawrence Douglas Morris, trombettista e compositore, universalmente conosciuto per l'invenzione del metodo Conduction. Fino alla sua morte nel 2013, Morris ha dimostrato attivamente l'importanza e il significato di un impegno musicale senza compromessi, sempre condotto con intelligenza e rigore. Durante lo spettacolo il duo Fragile (Luca Perciballi- direzione, Mattia Scappini- live painting) guiderà l'orchestra in una creazione collettiva basata sulla gestualità codificata della Conduction ma costruita a partire dagli interventi, registrati e manipolati elettronicamente, dello stesso Morris, che fungeranno da vero e proprio elemento strutturale portante.

La Conduction:
Conduction: vocabolario di segni ideografici e gesti usati per modificare costruire in tempo reale arrangiamenti o composizioni musicali. Ogni segno e gesto del direttore trasmette informazioni generative per l'interpretazione del singolo e dell'ensemble, e dà la possibilità di alterare o dettare istantaneamente armonia, melodia, ritmo, articolazione, fraseggio o forma.
Nella Conduction, ogni segno ha una sua definizione, ma a partire da questa al partecipante viene richiesto di definirne qualitativamente il contenuto. L'istruzione genera quindi un risultato potenziale; in ragione della corrispondenza tra definizione e segno, l'interpretazione individuale muta in un processo progressivo di evoluzione determinato dalla direzione presa da ciascuno, nel tempo e sul momento. Un elemento essenziale è dunque la discrezionalità del musicista, in quanto questi può ricorrere a qualsiasi mezzo musicale per interpretare le istruzioni ed ampliare e affinare così la portata e la qualità del “contenuto” dell'istruzione.
Avendo a disposizione un lessico di istruzioni fondato sul simbolismo della teoria musicale, l'interpretazione diventa una procedura di variazione che dà al direttore lo spazio necessario per manipolare, sfruttare, la ricchezza, tanto della notazione quanto dell'improvvisazione.

Fragile
Atipico duo composto dal pittore Mattia Scappini e da Luca Perciballi alla chitarra, nasce dalla volontà di recuperare gli studi e le inclinazioni proprie delle avanguardie storiche del Novecento, partendo dalla figura e dagli scritti teorici di Paul Klee. Il pittore svizzero aveva intuito che le corrispondenze tra le due arti, così diverse per gestazione, tecnica, e mezzi, possono essere sottolineate solo se il materiale di partenza comune viene ridotto ai minimi termini, oggettivizzato, reso assoluto.
A breve l'etichetta NAU Records rilascerà il vinile di Fragile in tiratura limitata. Il Lato A sarà occupato dalla performance musicale di Perciballi mentre il Lato B da una serigrafia originale di Scappini.
La particolare esperienza di Fragile in versione orchestrale tenta di portare il lavoro sui significati condivisi propri del metodo Conduction, ad un livello di azione ulteriore: il linguaggio coinvolto non è più esclusivamente musicale ma cerca di incorporare l' esperienza dell'arte visiva, partendo dal presupposto teorico di una fondazione comune.

www.lucaperciballi.net www.fragilelive.wordpress.com

Fragile Orchestra
- Luca Perciballi, conductor
- Mattia Scappini, live painting

- Stefano Borghi, clarinetto
- Riccardo Marogna, cl.basso
- Ivan Valentini, soprano
- Gianluca Chiarini, sax tenore
- Gabriele Fava, sax tenore
- Giovanni Benvenuti ,sax tenore
- Michele Bonifati, chitarra
- Giulio Stermieri, piano elettrico
- Simone Di Benedetto, contrabbasso
- Andrea Grossi, contrabbasso
- Riccardo La Foresta, batteria

Veniteci a trovare
dal 12 al 15 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: