Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Gio 24 04 | L-EKTRICA feat. THE FIELD live | Lanificio159

Lanificio159 Via di Pietralata 159/A, Roma, Italia
Google+

L-Ektrica & Lanificio presentano:
Venerdì 24 aprile 2014 | h. 23.30
L-EKTRICA feat. THE FIELD live

Ingresso € 8 | Inizio serata h. 23.30
Non ci sono liste!

Lanificio159 | Via di Pietralata 159/A ROMA
info@lanificio.com | 06.41780081
https://www.facebook.com/events/288677367959022/?fref=ts

LANIFICIO159
► THE FILED live| Kompakt - SWE
► Andrea Esu & Fabrice dj set | L-Ektrica - ITA

Visual by Cliche video

Lanificio ed L-Ektrica, anticipano di un giorno l'appuntamento con le migliori sonorità del dancefloor in occasione del live set che vede protagonista THE FIELD. The Field, al secolo lo svedese Alex Willner, è la magistrale dimostrazione in forma di producer che bastano 4 battute musicali abilmente decostruite e modificate per creare tappeti di suono in continua evoluzione. Al Lanificio porta il suo stile inconfondibile e lo investe di suadente minimalismo techno.
Atmosfere rarefatte, shogaze, krautrock fatto di loop emozionali per dare pieno sfogo alle migliori pulsioni muscolari. Nel settembre del 2013 esce per Kompakt l'album "Cupid's Head". Sarà la sua prima volta a L-Ektrica!

INFO
www.facebook.com/lanificio159
www.lanificio.com
www.facebook.com/events
www.l-ektrica.com

BIOGRAFIA

THE FIELD
The Field è il nome d'arte scelto da Alex Willner. Nato nel sud della Svezia e trasferitosi nella capitale all'età di due anni, ha vissuto anche a Lisbona per quattro anni, per poi mettere radici a Berlino. All'età di tredici anni inizia a suonare punk classico con la chitarra, strumento che tuttora a volte utilizza. Autodidatta, ha cominciato a produrre musica elettronica gradualmente, fortemente ispirato dalla musica dal produttore discografico tedesco Wolfgang Voigt (Gas).

Il debutto dell'artista sulla scena musicale avviene nel 2005, quando Alex Willner invia una demo di 'Love vs. Distance' all'etichetta indie tedesca Kompakt, la quale lo scrittura grazie alla magistrale dimostrazione che bastano 4 battute musicali abilmente decostruite e modificate per creare tappeti di suono in continua evoluzione. L'anno successivo con l'album 'From Here We Go Sublime' arriva la consacrazione di pubblico e critica sancita da un 9.0 di Pitchfork e un tour mondiale che intraprende armato di solo laptop. Nel 2013 esce 'Cupid's Head' salutato da Resident Advisor come "una delle creazioni più affermate e estatiche di Willner fino ad oggi".

Alex Willner scrive e compone tutte le musiche: stando a una sua dichiarazione, Willner utilizza come software Jeskola Buzz, sin dagli esordi.

La recensione
Cupid's Head (2013) - Giuliano Delli Paoli (OndaRock)
Reduce dal poco celebrato progetto Loops Of Your Heart, Alex Willner torna a vestire i suoi panni abitudinali, dando così vita al quarto disco a nome The Field. Il produttore svedese riprende dunque il discorso accantonato nel 2011 con il pregevole “Looping State Of Mind”, mettendo da parte i buoni propositi ambient palesati nei suoi innumerevoli travestimenti satellite nel corso degli ultimi dieci anni. E’ quindi nuovamente il concetto di loop a carburare nella mente di Willner. Battito costante e via a sollevarsi lentamente da terra, senza mai rinunciare ad atmosfere che segnalano una certa spiritualità e al contempo la necessità di evadere dal quotidiano e dal tangibile, confermando per molti versi l’assetto puramente dance di certi suoi andazzi ritmici. L’idea maturata all’esordio e sviluppata energicamente in “Yesterday And Today” riacquista valore mediante una dilatazione progressiva del beat. A decollare nell’introduttiva “They Won’t See Me” è un groove circolare, sorretto da un lieve tambureggiare in scia house con tanto di apertura alare al synth a impreziosirne le sfumature. Segue l’ipnotica propulsione dei primi istanti di “Black Sea” e improvviso stop&go al settimo minuto a inscenare impalpabili micro-variazioni minimal.
L’ossessione per la ripetizione intesa come culla percettiva di schemi di fondo ben più articolati caldeggia imperterrita nei sei momenti dell’album. Tale sinapsi produttiva insegue la propria cerebralità nella frastagliante “No. No…”, in una corsa affannosa e suo modo psicotica, fino a rivolgere definitivamente lo sguardo al cielo, quasi a voler raggiungere lo spazio infinito in una roboante celestialità che non concede sosta alcuna (la conclusiva “20 Seconds Of Affection”).
In definitiva, “Cupid’s Head” ci riconsegna un Willner rivitalizzato e ancora una volta abile nel camuffare un’elettronica interiormente straniante, puntualmente travestita da purissima dance-music. Un piccolo grande miracolo che si ripete a luci basse e in punta di piedi, a conferma di un talento ai controlli che non sembra cedere ai segni del tempo e ai richiami ultra-tecnologici del circuito elettronico nord-europeo.

DISCOGRAFIA
From Here We Go Sublime (2007)
Yesterday and Today (2009)
Looping State of Mind (2011)
Cupid's Head (2013)

LINK
www.garmonbozia.se/thefield/
www.facebook.com/thefield
www.discogs.com/artist/289349-Field-The

LANIFICIO159
Via di Pietralata 159/A | ROMA
info@lanificio.com | 06.41780081

Veniteci a trovare
il 24 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: