Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

LA RESISTENZA VIVE NELLE LOTTE

Centro Popolare Experia Catania Catania CT, Italia
Google+

23 APRILE: Reading & Musica sulla Resistenza (Il cantaStoria :: Pierluca Abramo, Francesco Arcidiacono, Eolo Consalvo, Gianni Famoso, Francesco Giuffrida) in Via Crociferi

25 APRILE: Corteo partenza ore 09:30 da Piazza Stesicoro a seguire FESTA POPOLARE: piazzetta Odeon (davanti Teatro Greco)


Il 25 aprile del 1945 la Resistenza partigiana sconfisse il regime nazi-fascista. Questa data appartiene alla memoria della lotta di classe, malgrado il continuo tentativo di snaturare il suo valore politico e storico.
Ci appartiene perché racconta la storia di migliaia di lavoratori e lavoratrici che lasciarono le loro case e i loro affetti per imbracciare le armi e andare a combattere un regime creato dai ricchi industriali e agrari all'unico scopo di affamare i lavoratori e reprimere le lotte che essi stavano organizzando.
Ci appartiene perché rappresenta la prova tangibile di come contro la barbarie di questo sistema economico si può resistere e si può vincere.
Per questo la lotta partigiana fa ancora paura, per questo la classe dominante tenta di riscrivere la storia a proprio uso e consumo, perché vuol cancellare la memoria di quella lotta e della sua vittoria.
Ed è per questo che, ancora oggi, noi ci sentiamo partigiani:
siamo partigiani in Valsusa nella resistenza contro il tav e a Niscemi contro il Muos e la guerra imperialista;
siamo partigiani nei presidi dei lavoratori, nelle fabbriche occupate, nella difesa del diritto al lavoro;
siamo partigiani nel difendere il diritto ad avere una casa, gli asili nido e tutti gli altri servizi sociali che vogliono privatizzare e rendere funzionali solo per i ricchi;
siamo partigiani a Roma, Atene, Madrid quando esprimiamo la nostra rabbia contro l'Europa dei banchieri, degli speculatori finanziari che ci stanno conducendo alla totale precarietà della nostra vita, alla fame e alla disperazione;
siamo partigiani perché non ci facciamo illusioni: il capitalismo non può essere né abbellito né riformato, il capitalismo dev’essere abbattuto. Renzi e il suo governo di “larghe intese” si apprestano ad una nuova e più cruenta macelleria sociale. Ci toglieranno quei pochi diritti rimasti e non sarà una finanza più etica o un governo grillino a cambiare la sostanza delle cose.
Bisogna organizzarsi, unire le lotte, per la costruzione di una società libera da sfruttamento oppressione e diseguaglianze contro il profitto di pochi, per i bisogni di tutti.

Contro il capitalismo - Comunisti sempre

Collettivo Politico Experia

Veniteci a trovare
dal 23 al 25 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: