Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Intervista a Macbeth, a Milano

Milano
Google+

Intervista a Macbeth, questo il nome dello spettacolo che si svolge al Piccolo Teatro Strehler di Milano il 19 e 20 marzo 2013.

Lo spettacolo, rappresentato in lingua inglese, mette in scena un'intervista sui generis ad uno dei personaggi più ambigui e complessi delle tragedie di Shakespeare: Macbeth.

Trasgressione, cupidigia, inganno, illusione. Quattro parole chiave per una tragedia, quella del generale Macbeth, capace di suscitare ogni volta interrogativi profondi sul lato oscuro dell’essere umano.

Macbeth rivive il precipitare degli eventi che l’hanno trascinato in una spirale delittuosa, divorato da una sfrenata ambizione e al tempo stesso dilaniato dal rimorso per gli efferati crimini di cui è artefice. L’incontro con le streghe, il regicidio organizzato con la moglie, la pazzia di quest’ultima, il bosco che “cammina” sono solo alcuni degli episodi emblematici che costellano la folle vicenda per la conquista di un trono di sangue, in cui gli eventi soprannaturali incarnano le angosce umane.

Lo spettacolo vuole fornire tra gli altri uno spunto di riflessione sulla natura dell’uomo, la cui esistenza precaria e incerta è ben definita dalle parole di Shakespeare: “La vita non è che un'ombra che cammina; un povero commediante che si pavoneggia e si agita sulla scena del mondo, per la sua ora, e poi non se ne parla più; una favola raccontata da un idiota, piena di rumore e furore, che non significa nulla".

Veniteci a trovare
dal 19 al 20 marzo 2013

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: