Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

"Torsioni" personale di Jano Sicura

Spazio Arte Carlo Farioli Via Silvio Pellico 15, Busto Arsizio VA, Italia
Google+

Con la mostra personale di Jano Sicura apre ufficialmente al pubblico “Spazio Arte Carlo Farioli”. L’associazione culturale, costituita a un anno dalla scomparsa dell’artista bustocco, intende, infatti, promuovere l’arte in ogni sua forma, all’interno di quel che fu lo studio del pittore. A tal proposito, il taglio del nastro è previsto per venerdì 4 aprile alle 18 nella sede di via Silvio Pellico 15, a Busto Arsizio, che vede rinnovati i suoi spazi in funzione dell’attività espositiva.
L’esposizione intitolata “Torsioni” presenta circa 30 opere tra disegni e sculture. Jano Sicura, nato in Sicilia nel 1950, si trasferisce a 20 anni in Germania dove frequenta la “Scuola Libera d’Arte” di Stoccarda e l’Accademia di Belli Arti di Karlsruhe con il prof. Max Kaminski. Oltre alla pittura negli anni ’90 realizza le sue prime sculture e installazioni. Dopo essersi dedicato alla lavorazione di diversi materiali organici, il suo linguaggio plastico ora si esprime attraverso la forgiatura del ferro. Costruzione di forme geometriche irregolari ottenute con innesti e grovigli oscillanti tra natura e artificio. Il ferro viene piegato e deformato attraverso una concezione dell’opera che vivifica i singoli elementi scultorei con immissioni e legature. Nelle sue recenti installazioni si mostra sempre più forte il legame dell’opera scultorea con la sua sorgente originaria, il segno grafico-pittorico che la superficie bidimensionale sembra non riuscire più a contenere.
L’artista sarà presente all’inaugurazione, per incontrare e confrontarsi con il pubblico. In sede sarà inoltre possibile sottoscrivere la tessera associativa.

Veniteci a trovare
dal 4 aprile al 3 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: