Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Segamo la Vecchia a Gubbio

Gubbio PG, Italia
Google+

Giovedì 7 marzo 2013 in Piazza Oderisi da Gubbio torna un consueto appuntamento con il folklore, la festa di mezza quaresima 'Segamo la Vecchia'.

Organizzata come sempre dal Centro della Gioventù, con il patrocinio del Comune di Gubbio e la collaborazione di varie pasticcerie e vapoforni locali, la manifestazione è aperta a tutti e si svolge a partire dalle ore 17,00.

La tradizione trae le sue origini da tempi antichissimi e la sua somiglianza con alcune tradizioni del Nord Europa potrebbe avvalorare la tesi che ad importarla presso i nostri paesi siano stati i Vichinghi, durante la loro discesa in Italia.

La “segata della vecchia”, nella più antica tradizione, vuole simboleggiare l’addio all’anno vecchio (anno agricolo). Alla vecchia vengono addossate tutte le responsabilità su quanto l’anno passato ha portato di negativo, non a caso si rappresenta alla fine di marzo o ai primi di aprile quando la natura si risveglia.

Significativo è il fatto che, quando la vecchia viene trovata nel bosco, i segantini la sbagliano per una quercia e decidono di tagliarla: il fatto dimostra che la vecchia simboleggia la natura e dalla natura è stato scelto uno dei simboli più rappresentativi.

Sulla sua origine non ci sono dati certi, ma  l’ipotesi più avvalorata è che la Vecchia simboleggi la Quaresima, tempo di privazioni e sacrifici: segarla vorrebbe dire interrompere a metà i quaranta giorni di digiuno e di astinenza per concedersi qualche licenza nel mangiare.

Il dolce a forma di donna rappresenterebbe dunque il periodo quaresimale che viene "segato" proprio nel giorno che cade a metà del percorso penitenziale: è un respiro ed una gratificazione per il corpo provato dalle privazioni che questo periodo liturgico richiede.

 A Gubbio, fra musiche e suoni tradizionali, viene tagliata un’enorme vecchia di pasta frolla e distribuita a tutti i presenti alla manifestazione.

Veniteci a trovare
il 7 marzo 2013

Info

075-9220693

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: