Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

DOMENICA 13 APRILE - LA DOMENICA A MASSERIA MIELE

Associazione ARCI MIELE Via Cantù angolo Via Anna D'Austria, Lecce LE, Italia
Google+

DOMENICA 13 APRILE - LA DOMENICA A MASSERIA MIELE

Una Domenica intera a Masseria Miele per godere a pieno di questa Primavera in attesa della Pasquettona!

Apertura ore 10.30 (INGRESSO LIBERO)

-Dalle 10.30 in poi Mercatino e Degustazioni;
-Alle ore 10.30 partenza escursione in bici (con prenotazione obbligatoria se si vuole utilizzare una bici dell'Ass.ARCI MIELE) - Alla scoperta della chiesetta della Madonna dell'alto;
-Alle ore 11.30 Laboratorio di origami Costruzione dell'albero di Pasqua;
-Alle ore 13.30 pranzo sociale;
-Alle ore 16.00 incontro con Paolo La Peruta che ci presenterà "Per Giove! - mistero al Caffè Letterario";

Durante tutta la giornata sarà disponibile un punto informazione per il tesseramento ARCI e prenotazioni della Pasquettona a Masseria Miele - non aspettare l'utlimo minuto...arriva 1° e prenota la tua splendida giornata del 21 Aprile!

INFO E PRENOTAZIONI: 329 82 91 620 (WIND) - 388 44 74 496 (TIM)

"Per Giove! - mistero al Caffè Letterario". Un giallo ambientato nello storico locale leccese che, tra i personaggi fittizi della storia, vede coinvolti anche i clienti storici, gli artisti e amici che da sempre lo frequentano. L'improvvisato investigatore di questo romanzo è Pietro Sicuro, il titolare del Caffè che, suo malgrado, si ritrova coinvolto nell'omicidio di una misteriosa ragazza. Sullo sfondo dell’animata vita notturna leccese scatta così un’indagine illegale non priva di rischi per Pietro e per il suo socio Sandro. Un giallo che si tinge ora di commedia, ora di ironia (e autoironia) in agrodolce, ora di amaro realismo, in un percorso tutto salentino costellato di personaggi e paesaggi pieni di fascino.

Paolo La Peruta (1973) è nato a Napoli. Nel 2000 ha fondato il Caffè Letterario di Lecce, locale nel cuore della città che negli anni è diventato un punto di riferimento per artisti, intellettuali e universitari del Salento. Ha organizzato mostre, concerti, incontri, rassegne e una serie infinita di eventi culturali. Prima di ritornare nel Salento ha lavorato in giro come animatore, coltivatore di albicocche, metalmeccanico, venditore di patatine, scaffalista, impiegato... Per Giove! è il suo romanzo d’esordio, scritto sostanzialmente al banco del “Caffè Letterario” ma anche in coda in posta o in banca, durante la lezione di danza di una figlia e quella di atletica dell’altra, con il suo fido telefonino senza il quale questo libro non esisterebbe. RECENSIONE QUISALENTO Per Giove! Delitto con giallo nella Lecce by night Il desiderio di arrivare subito alla fine del libro per conoscere il nome dell’assassino, in questo noir salentino, non aggredisce il lettore. Non perché la storia non incuriosisca, ma perché tra il suo inizio e la sua fine, la narrazione intrattiene talmente tanto da distrarre rispetto al caso. Un Salento vivace e notturno si mescola a quello dei luoghi, del mare e del barocco mentre le strade di Lecce si tingono di giallo in questo primo romanzo noir di Paolo La Peruta. “Per Giove” è un giallo con più sfumature tra il rosa della tenerezza e i colori pastello di una commedia divertente. Pietro Sicuro, antieroe per eccellenza, si ritrova suo malgrado a voler capire la verità in un delitto che in qualche modo lo coinvolge. Lui, timido uomo lavoratore notturno, dall'innamoramento facile, s’invaghisce di una turista passata per caso dal suo bar, il Caffè Letterario. Ilenia, che come una stella cadente in agosto, lascia una scia di luce con la sua bellezza, s’inabissa perdutamente nel nero della notte, quello in cui viene assassinata, lasciando la nostalgia negli occhi di chi l’ha vista e la sta ancora aspettando. Il romanzo di Paolo La Peruta si muove tra ispirazioni autobiografiche e personaggi semplici e, proprio perché tali, perché privi di una costruzione esaltata, piacciono al lettore. Non c’è niente di speciale in questo barista, né nella gente che lo circonda. Sono proprio la sua faccia comune, le sue gaffe e il suo stile praticamente inesistente a dare, a chi lo legge, quella sicurezza di un piccolo uomo che si trasforma in eroe per un momento. Le confessioni più ridicole, i suoi “scheletri musicali nell'armadio” come quello di essere un fan di Renato Zero, solo in segreto, le sue paure, le sue intime tenerezze, lo rendono comune, smascherando il maschio virile e scuro, pronto alla morte per una donna. Pietro è l’uomo di tutti i giorni, niente di più, ma il suo personaggio cresce sulle pagine bianche del libro e si nutre di una credibilità coinvolgente. In questo romanzo da leggere con gusto, il Salento si tuffa nel mistero di un omicidio e, nonostante ciò che appare, la verità non si può conoscere prima della fine. Ogni pagina nasconde con scaltrezza le parole della successiva, tutto accade senza che il lettore riesca ad anticiparne le mosse. Il barista, Paolo La Peruta, neo scrittore che nella realtà è il titolare dello storico Caffè Letterario di Lecce, si muove con grande astuzia spingendo il lettore nella direzione desiderata. Il fiato è sospeso fino all'ultima riga mentre battute divertenti ed escamotage d’amore fanno tirare un sospiro di tanto in tanto. Senza essere artificioso, dirige le sue pagine facendo sì che le ipotesi crescenti nell'immaginazione del lettore vengano smontate e svela solo nel momento opportuno quel piccolo particolare, la mano che può sciogliere il nodo. (Laura Mangialardo)

Veniteci a trovare
il 13 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: