Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Ad Alba, Fenoglio sul palco

Alba CN, Italia
Google+

Ad Alba vi attende il primo appuntamento dedicato alla rassegna 'Progetto Fenoglio' dal titolo 'Come vivo acciaio' di e con Andrea Bosca ed Elisa Galvagno, venerdì 22 marzo 2013 alle ore 21.00.

Protagonista di questa rappresentazione teatrale ambientata nelle Langhe, durante la guerra partigiana, è Milton, un giovane studente universitario, ex ufficiale che milita nelle formazioni autonome.

Eroe solitario, durante un’azione militare rivede la villa dove aveva abitato Fulvia, una ragazza che egli aveva amato e che ancora ama. Mentre visita i luoghi dei loro incontri rievocandone le vicende, Milton viene a conoscenza di una relazione tra Fulvia e Giorgio, il proprio amico di sempre, ora compagno di guerriglia. Di fronte al cancello della villa di Fulvia, Milton riceve una ferita al cuore ed ogni sua certezza sembra crollare. Tormentato dalla gelosia, Milton tenta di rintracciare Giorgio, scoprendo che è stato catturato dai fascisti.

Questa ferita dell’anima diventa il nuovo occhio di Milton, la prospettiva da cui il partigiano, dal quel preciso istante, si trova costretto a percepire la realtà.

Nello spettacolo, Milton non è mai identificato da un unico interprete: come ogni uomo alla ricerca di se stesso, il partigiano è la rincorsa di diverse e contrastanti parti di una medesima anima. I due interpreti incarnano tutti i personaggi dell’avventura di Milton.

Di questi ognuno possiede un carattere, differenti necessità ed è distinguibile grazie ad un simbolo che lo identifica, che ne cattura l’essenza. Dal vuoto della scena compaiono e scompaiono le figure del territorio piemontese e i personaggi della Resistenza: partigiani, contadini, langhèt, stranieri, vecchie, giovani fascisti, ragazzini con gli occhi pieni di guerra e di mondo. Una scenografia scarna, ossuta ed essenziale.

Veniteci a trovare
il 22 marzo 2013

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: