Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

STAGE INTENSIVO di RECITAZIONE condotto da Mario Pizzuti

Carrozzerie_n.o.t Via Panfilo Castaldi 28/a, Roma, Italia
Google+

I cambiamenti dell'essere umano si evidenziano anche nell'evoluzione, di generazione in generazione, dell'attore e del suo stile recitativo. Oggi credo ci sia un surplus di elaborazione mentale - mentale inteso come razionalità - a discapito del sentire, dell'istinto. La tirannia della razionalità consuma energia e toglie personalità. Questo laboratorio intensivo di recitazione si propone perciò di iniziare un percorso che possa portare l'allievo verso la propria unicità, portandolo a ciò che normalmente viene chiamata “naturalezza”. La “naturalezza”o “spontaneità” da dove provengono? Cosa sono esattamente? E' proprio quando un attore è in stato di grazia che raggiunge la semplicità, e, scevro da condizionamenti, diventa creatore. Per arrivare a questo, c'è bisogno di una conoscenza ottima della propria fisicità, ma soprattutto di contrastare/disattivare quei meccanismi persecutori che la nostra mente attua in automatico, e che, creando blocchi psico-fisici, sono il vero e proprio ostacolo alla naturale espressione di sé. Credo infatti che ciò che mina la capacità di concentrazione sia spesso la mancanza di autostima e la conseguente scarsa conoscenza dei propri processi interni. Le paure improduttive si possono bloccare con un lavoro di accerchiamento, ossia lavorando su respirazione e movimento da una parte, e dall'altra stanando quei pensieri negativi che in automatico bloccano il processo creativo e impediscono la costruzione di un personaggio solido e incisivo. Ma nessun psicologismo fine a sé stesso, ne esperienze traumatiche da rivivere! Al contrario, l'attivazione di energie positive permette di riformattare i comandi e le reazioni indotte dalla mente.
Il lavoro quindi si articolerà in due fasi: nella prima parte si farà un lavoro di training fisico e di studio del movimento focalizzando l'attenzione sulle diverse risposte del corpo a seconda del livello di concentrazione, favorendo infine il potenziamento della propria espressività; nella seconda parte si affronteranno le problematiche di approccio al personaggio e di tenuta scenica, e per questo gli allievi sono tenuti a portare un monologo o un dialogo.
E' necessario indossare tuta e scarpe piatte o calzini antiscivolo.

Lo stage si terrà il 26 e il 27 aprile, dalle ore 15 alle 20, presso
carrozzerie n.o.t., in via Panfilo Castaldi 28a
Il costo è di ottanta euro.
Per adesioni ed eventuali richieste di ulteriori informazioni, inviare una mail a mariopizzuti@fastwebnet.it

Mario Pizzuti è acting coach, regista, autore e attore. Diplomatosi attore allo “Studio Fersen”, fa il suo esordio in teatro con “Piccola città” di T. Wilder, per la regia di Ermanno Olmi. Continua la formazione con i migliori insegnanti italiani e stranieri, tra i quali Pippo Del Bono, Dominic De Fazio e Nikolaij Karpov. Collabora lungamente con Dario D'ambrosi, prima come aiuto regista, poi nella fondazione di una scuola di teatro per allievi normodotati e diversamente abili, nella quale insegna recitazione. Successivamente dirige laboratori teatrali nel comune di Paliano finalizzati alla formazione di una compagnia, della quale cura la regia di tutti gli allestimenti. Contemporaneamente scrive per Giorgio Colangeli il monologo “Il canto della farfalla”, rappresentato più volte tra il '96 e il 2006, e viene selezionato al primo “Sacher Festival” con il cortometraggio “L'amore al primo posto”. Nell'ultimo decennio intensifica l'attività di dialogue/acting coach, lavorando per, tra gli altri: Sergio Castellitto, i fratelli Taviani, Cristina Comencini, Daniele Luchetti; Penelope Cruz, che segue in tutti i suoi film italiani, e tutto il cast di “Romanzo criminale – la serie”. La passione per una visione “olistica” del suo lavoro lo porta a collaborare con danzatrici, musicisti e cantanti lirici e ad approfondire studi di medicina e scienze alternative, alimentazione e psicologia.

Veniteci a trovare
dal 26 al 27 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: