Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

RESISTENZE MEDITERRANEE

Esc Atelier Via dei Volsci, 159 - San Lorenzo, Roma, Italia
Google+

Esc Atelier, Servizio Civile Internazionale (SCI) e Osservatorio Iraq – Medio Oriente e Nord Africa presentano:

“RESISTENZE MEDITERRANEE"
17-18 aprile 2014
c/o Esc Atelier (via dei Volsci, 159 - San Lorenzo, Roma)

Due giorni di dibattiti, mostre, proiezioni, spettacoli teatrali intorno alle resistenze sbocciate nel bacino del Mediterraneo. Un viaggio dall’Egitto alla Palestina, passando per la Siria e la Tunisia, per raccontare l’arte, la politica, la controcultura e le diverse forme di resistenza nell’ambito delle rivoluzioni arabe.

Programma:

giovedì 17 aprile
ore 18:30
"Arte e controcultura nelle rivoluzioni arabe"
con:
Heba Amin - artista egiziana
Marco Di Donato - Osservatorio Iraq
Chiara Comito - Editoria Araba

- Visione video interviste: "la Tunisia tra censura e libertà di espressione" (Progetto Shaping the MENA Coalition on Freedom of Expression - Un Ponte Per)

- Presentazione della mostra di Heba Amin: “Speak2Tweet"

a seguire aperitivo e Dj Set


venerdì 18 aprile
ore 18:30
"Tra ieri e oggi: l’attualità della Nakba in Palestina"
con:
Omar Suleiman - attore
Cecilia Dalla Negra – Osservatorio Iraq
Servizio Civile Internazionale - Sci
Luca Magno - volontario Sci (in collegamento Skype dalla Palestina)

aperitivo & DjSet

ore 21:30
Spettacolo teatrale “La Terra delle Arance Tristi”
liberamente tratto da un racconto di Ghassan Kanafani,
con Omar Suleiman (regia di Patrizia di Martino)

a seguire proiezione dei cortometraggi del progetto “Beyond the Walls" (Palestina)
La serata è dedicata alla memoria di Vittorio Arrigoni, morto a Gaza il 15 aprile 2011.

Nel corso delle due giornate saranno in esposizione le mostre fotografiche “Gli occhi di Al-Khalil” (Palestina) di Marta Malas, “arisS-viaggio indietro nel tempo” (Siria) di Mariangela Sglavo e Firas al Shater e "Speak2Tweet" (Egitto) di Heba Amin.


Le mostre esposte:

“airiS - viaggio indietro nel tempo” (Siria)

L'esposizione fotografica documenta tre anni di vita in Siria. Le foto, scattate in un arco di tempo che va dal 2010 ad oggi, forniscono una panoramica generale della complessa struttura sociale, politica e culturale di uno dei paesi più antichi del mondo. Partendo dagli avvenimenti più attuali si percorre a ritroso la storia della Siria degli ultimi anni: dalla guerra all’inizio della rivoluzione, per giungere infine a quel periodo di calma illusoria, diventato ormai un affascinante passato a cui guardiamo con disincanto. La mostra è stata realizzato con il supporto dell'associazione Action Syria (http://actionsyria.org/)

“Gli occhi di al-Khalil” (Palestina)

Un percorso per immagini che racconta la prima esperienza di Marta Malas ad Hebron (al-Khalil in arabo) nei Territori palestinesi occupati. I veri protagonisti di questo viaggio nel cuore della Palestina occupata sono loro, gli occhi di un popolo che ancora oggi vive, resiste e insegna al mondo intero.

“Speak2Tweet” (Egitto)

Il 27 gennaio 2011 le autorità egiziane, in risposta alle proteste di piazza, riescono a bloccare l’accesso a Internet nel paese. In reazione, un gruppo di programmatori sviluppa una piattaforma chiamata “Speak2Tweet” per permettere alla popolazione di registrare messaggi via voice mail su Twitter. Il risultato sono stati migliaia di messaggi di persone che condividevano pensieri, informazioni, stati d’animo. L’artista egiziana Heba Amin ne ha raccolti alcuni, riutilizzandoli in una serie di filmati sperimentali che affiancano il sonoro ad immagini di edifici abbandonati, rappresentativi degli effetti a lungo termine di una dittatura corrotta. (http://www.hebaamin.com/ )

www.escatelier.net
www.sci-italia.it
www.osservatorioiraq.it

Veniteci a trovare
il 17 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: