Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

TOUR "TESORI NORMANNI ALLA GALKA"

Palermo Cultour Via P.pe di Paternò, 30, Palermo, Italia
Google+

Il giro che inizierà con una breve visita del Palazzo e della collezione dello splendido PALAZZO RISO, sede della Gallerie di Arte Contemporanea di Palermo, vede la visita di suggestivi, ricchi, quanto sconosciuti monumenti normanni siti nella zona fortificata ad occidente della città, ricordata dagli storici col nome di “Galka”, da al-Halqah ovvero il ” recinto ”.
Si inizierà con la visita di due particolari monumenti normanni della nostra città: la Loggia dell'Incoronazione e la chiesa di S. Cristina La Vetere. Il primo, secondo gli storici, venne costruito sui resti di una moschea risalente alla dinastia musulmana degli Aghlabiti. I re siciliani, successivamente all'incoronazione nella Cattedrale usavano concedersi alla folla dei sudditi affacciandosi dallo spazio sopraelevato, allora privo di balaustra, che assunse il nome di "Loggia dell'Incoronazione". La Chiesa di S. Cristina La Vetere, invece, fu voluta nel 1170 ca. dall'Arcivescovo Gualtiero per farne mausoleo per le spoglie di S.Cristina provenienti da Bolsena, da dove erano state traslate -si narra- contro il volere degli abitanti del centro lacustre. Quale sito dell'edificio sacro fu scelto (secondo la tradizione) il luogo lungo il fiume Papireto in cui approdò la nave che trasportava la Santa martire, divenuta patrona della città prima che si affermasse il culto di santa Rosalia.
In ultimo si visiterà la Chiesa di S. Maria Maddalena, “una vetusta fabbrica di sobria compattezza”, sita nella un’antica cittadella fortificata difesa da una poderosa muraglia. La Chiesa, fatta edificare dalla Regina Elvira prima moglie di Ruggero II, nel 1130, fu inglobata nel quartiere militare di S.Giacomo (o degli spagnoli) - attuale caserma del Comando Legione Carabinieri Sicilia - e di conseguenza non visibile all’esterno e difficilmente visitabile.

Veniteci a trovare
il 4 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: