Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

AHI, CARMELA!

TEATRO DEI SATIRI via di Grottapinta 19 (Campo de' Fiori), Roma, Italia
Google+

http://ahicarmela.oneminutesite.it/
libero adattamento tratto da "Ay, Carmela!" di José Sanchez Sinisterra
Con: Marina Perini e Maurizio de la Vallée
Regia Donatella Zapelloni

Il testo di Sinisterra è stato riadattato ambientandolo in Italia nel periodo fascista dopo l’armistizio con l’occupazione nazista. Paolino e Carmela, due mediocri attori di varietà, cercano di sbarcare il lunario attraversando il paese in un periodo storico buio portando il proprio spettacolo nei teatri e nelle piazze. Gli eventi si svolgono tutti all'interno di un teatro, più precisamente su un palcoscenico vuoto, pochi elementi scenici strutturali e i costumi degli attori. Un luogo chiuso che ripara in qualche modo Carmela e Paolino dall’orrore che invece si scatena all’esterno, un luogo dove però con l’ingresso dei due artisti, filtrano le ombre dei fantasmi della guerra.

In questo luogo magico le regole della realtà sono annullate, la morte e la vita si confondono con i colori, le canzoni e l’allegria del varietà, fino a mescolare il passato e il presente. Il taglio registico tende a muovere gli attori/cantanti nelle loro capacità interpretative per scatenare in un ritmo vivace e scoppiettante, l’evolversi di una storia forse fin troppo conosciuta ma che la memoria non può cancellare. La musica ed i movimenti scenici alimentano l’aspetto giocoso, conducendo gli spettatori in un mondo solo apparentemente irreale, ma vivo e concreto nel ricordo di un’epoca non troppo lontana.

Veniteci a trovare
dal 23 aprile al 4 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: