Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

VERBAL + KLEINKIEF @ALTROQUANDO

ALTROQUANDO via Corniani 32, Zero Branco TV, Italia
Google+

VERBAL
Il nucleo Verbal comincia a muovere i suoi primi passi a fine 2009, per trovare l'assetto definitivo nel giugno 2013.

Tornano a marzo 2014 con l'ep “Called war” che segue l'omonimo album d'esordio, pubblicato ad aprile 2012 e che li ha portati ad esibirsi su oltre cento palchi in tutta Italia.

La musica dei Verbal è rigore matematico e non solo. Panorami acidi e immediati, urla radiofoniche oltre la cortina di ferro, fitte trame ritmiche che si ripetono inesorabili. Tenta di ricomporre il mondo fin dove è possibile.

Ne immagina un'utopia dove tutto conviva in un'alternanza di implosioni ed esplosioni. Non ha una faccia ma varie, non ha una lingua ma molte, non ha un genere ma tanti.

Poliforme e poliglotta, inquieta e trans-genere. Anzi, trans-rock. Contamina math-rock e funk, post-rock cinematico e rumorismi. Vive di poliritmie e sovrapposizioni. E' un quadro di Escher, un intestino di gomma e metallo, il parcheggio di un centro commerciale.
E' il battito del tuo cuore in scompenso.
Dentro la metropoli in cui ti sei perduto.

Due chitarre, un basso, batteria e tastiere che formano un mosaico di influenze e rimandi vissuti con piglio vitaminico e squarci di evocazione palpitante. Un suono che va oltre la musica ed usa le lingue come cose, privando le parole del loro significato.

Per raccontare l'ipertesa afasia moderna con l'urlo ritmico-elettrico di un animale sonoro di 350 kg (strumentazione esclusa).
https://www.facebook.com/verbaltrust

KLEINKIEF
Dopo averci lasciato orfani per quasi un decennio, inspiegabilmente, poco dopo aver licenziato l’incredibile D’amortelocanto, uno dei più bei dischi made in Italy degli anni zero, sono i Kleinkief.

Nati nel '95 e nel primo periodo sbattono l'uno sull'altro le malridotte chitarre che hanno raccattato e poco più. Nel '96 registrano il loro primo brano "S'klero" per la compilation "Stop stereotipi". Nel '97 vincono il concorso Q13 ed iniziano a registrare il loro primo disco, "Il sesso degli angeli", completamente autoprodotto e distribuito da Srazz Record.

Nel '98 hanno partecipato a "No playback" a l'Aquila vincendo il premio come miglior autore, hanno partecipato a Ritmi Globali classificandosi primi. Han scritto le musiche per lo spettacolo teatrale "Marghera Strasse" per la regia di Ulderico Manani.

Nel '99 si rinchiudono una settimana in una casera delle Dolomiti bellunesi ed in mezzo al nulla registrano il loro secondo album " Colori Dolciumi Fotocopie" cercando un suono pazzo, viscerale, isterico. Realizzano anche il video di "Woland", di Massimiliano Corò che si aggiudica il premio miglior regia al MEI di Faenza.

Dopo un anno di concerti si prendono una pausa, allargano la band, cercano vecchi synth, buttano i distorsori e cominciano a pensare ad suono nuovo, un nuovo esperimento, una nuova battaglia contro s'è stessi, nuovi godevoli stimoli.

Nel 2002 esce "D'amortelocanto", il terzo album, anche stavolta si fa tutto in proprio, alla ricerca di una visione personale del pop. Ne esce un disco surreale e onirico, iperprodotto e deviato, orchestrazioni impossibili, movimenti senza apparente filo conduttore e voci che incontrollabili vagano qua e la.

Ottiene un'ottima risposta dalla critica e da chi li seguiva fin dall'inizio ma dopo poco, senza apparente motivo, la band collassa.

Dopo una decina d'anni di silenzio, grazie all'aiuto degli amici di sempre, i Kleinkief ritornano, band rinnovata, nuove canzoni, suono nuovo. Nel 2012 partecipano con "L'anarcosentimentale" alla compilation che festeggia il decennale della Fosbury Record e proprio per l'etichetta trevigiana usce a maggio 2013 il loro quarto lavoro, "Gli Infranti".
https://www.facebook.com/pages/Kleinkief/195210123933526

ALTROQUANDO detto "Il Lupo" è una birreria/trattoria che offre cucina tradizionale di carne, cucina vegetariana e vegana; è un'isola musicalmente felice che da circa 20 anni sta facendo la rivoluzione, partendo da quell'angolo di nulla e nebbia che è via Corniani 32 di Zero Branco, organizzando concerti sempre di livello e sostenendo la musica originale.
I gestori Miry e Oriano hanno preso alla lettera il motto "per fare la Rivoluzione bisogna ripartire da Zero (Branco)".

Per chi desiderasse cenare, la nostra cucina è aperta fino alle ore 1.00, la paninoteca fino alle 3.00, con primi e secondi piatti per vegetariani, vegani e onnivori!

Un'offerta responsabile di 3€ sarà cosa gradita, per poter assistere allo spettacolo.

Veniteci a trovare
il 25 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: