Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Settimana Bazura dal 14 al 20 aprile 2014

Bazura Via Belfiore, 1, Torino, Italia
Google+

Cari bazuristi e care bazuriste

qualcuno prova a santificare le feste, noi ci godiamo il Circolo Arci Bazura! E quale miglior modo per farlo se non quello di entrare e toccare con mano gioia e divertimento vero? E allora, lasciate gli agnelli a chi di dovere e buttatevi pesantemente nella nostra atmosfera… Et voilà, la nuova settimana Bazura!

Lunedì 14: Mangiamo: Piatto kombat più in bicchiere di vino a 5 €! Giochiamo: tutti i giochi di società possibili e immaginabili pronti per voi! Ascoltiamo: la nostra musica, pronta a risuonare nelle casse, e anche la vostra musica… porta le tue canzoni e noi le mettiamo (astenersi perditempo e Tiziani Ferri!).

Martedì 15: L’appuntamento con la rassegna Un po’ di storia della CineCantina Bazura questa sera è con LA BATTAGLIA DI ALGERI di Gillo Pontecorvo (Italia 1966).
Nell’ottobre 1957, mentre i paracadutisti del colonnello Mathieu rastrellano la Casbah, Ali La Pointe, uno dei capi della guerriglia algerina, rievoca il passato, l’organizzazione del FLN (Fronte di Liberazione Nazionale), gli attentati, gli scioperi, le delazioni. Ali La Pointe viene ucciso, ma tre anni dopo, in dicembre, il popolo algerino scende in piazza, proclamando la propria volontà di indipendenza. Sobria rievocazione di taglio documentaristico sulla base di una solida sceneggiatura di Franco Solinas che, con forte coralità e qualche dilatazione nelle fasi degli attentati, mostra una guerra di popolo, spiegando anche le ragioni del nemico, i francesi. Leone d’oro a Venezia, il film ebbe vasta risonanza internazionale, soprattutto sui mercati di lingua inglese, diventando, fra l’altro, un film di studio per le Black Panthers. Musica di Ennio Morricone.

Dalle 19.30 CinePizza e dalle 21.30 il film! Buona visione.

Mercoledì 16: mercoledì eXtra-Ordinario dedicato a ESPERIENZE/EDITORIA in compagnia di PAOLO e SMILLA. La serata inizierà alle ore ore 20 con la cena cruelty free (https://www.facebook.com/events/609710825787745/).
Le ricette del menu proposto sono liberamente tratte da LA CUOCA DI BONAVENTURA DERRUTI – la cucina spagnola rivoluzionaria al tempo della guerra civile. Questo è il secondo dei diari contenuti nel libro Cuoche ribelli, donatoci da Thea in occasione di una delle nostre cene del mercoledì. Le letture saranno a cura di Daniela Muscogiuri.

Menu
Antipasti
Cavolfiori alla catalana
Papas arrugadas con mojo picón
Zuppa fredda di aglio e mandorle
Primo
Minestra di cavolo e carciofo
Secondo
Coca con gli spinaci e le verdure
Insalata di arance di valencia
Dessert
Pan de higos pasos

A seguire presentazione del libro SIDECAR SMILLA, viaggio nell’Italia dei cani abbandonati di PAOLO SUSANA. Paolo e Smilla ci racconteranno la loro esperienza, in giro per l’Italia in Sidecar per sensibilizzare l’opinione pubblica sul randagismo e sulla realtà dei rifugi più significativi.

Contributo per la cena: 12 euro (bevande escluse). Ingresso con tessera ARCI
Per informazioni e prenotazioni scrivete a:
api: liblulla@gmail.com
eli: eli.molinario@libero.it
Luca: 3493843499
Ci trovate anche qui http://mercolediextraordinari.wordpress.com/

Giovedì 17: Appuntamento nuovo nuovo e bello impacchettato con i giovedì in jazz targati Bazura! A scaldare palchetto, corpi e anime del Jazz Festival One at Month i musicisti del Sandro Lanzafame Trio con Sandro Lanzafame (piano), Ruben Bellavia (drum) e Simone Bellavia (contrabbasso).

Dalle 22.30, pressappoco puntuali!

Venerdì 18: E visto che bisogna sempre santificare il venerdì, noi questa sera ve la santifichiamo con un cantante giovane giovane, e bravo assai, e un ospite che non vi farà pentire di essere entrati da noi: CARLO VALENTE, direttamente da varie parti dello stivale e, ad aprire il concerto, EUGENIO RODONDI, direttamente da Torino. Non starete mica pensando di perderveli?

Dalle 22:30 ingresso libero come sempre con la tessera ARCI!

Carlo Valente non è un cantautore, non è un artista, non è un poeta: è un ragazzo che suona la chitarra al contrario e che ama farsi ascoltare, le sue canzoni sono popolate da uomini narcisisti e paradossali, impotenti e silenziosi ma anche da donne perfette e inarrivabili al centro di relazioni ideali, infruttuose e poco eleganti. Personaggi che si muovono in panorami scomodi, irreali e quasi sempre scoloriti, personaggi con un distintivo sul cuore e una bandiera tra le mani pronta da sventolare al momento più inopportuno.
Carlo Valente nasce a Rieti nel 1990. Fisarmonicista per tradizione, pianista per curiosità, chitarrista per sbaglio e cantautore per caso. Nella vita di tutti i giorni: geometra svogliato e studente a tempo perso; attualmente infatti frequenta il DAMS all’università di Bologna, città dove risiede. Si avvicina alla musica in tenera età, già a 5 anni si esibiva nel pianerottolo di casa sua utilizzando un enorme posacenere trovato nel ripostiglio della cantina dei nonni come microfono, e una piccola chitarra giocattolo messa al contrario tra le braccia. Nel natale del 97" riceve in regalo dai cugini una tastiera giocattolo e un microfono a suo avviso professionale. Ma il suo grande amore è la chitarra... la incontra in una notte d’estate a casa di sua cugina, la prende al contrario e comincia a pizzicarne le corde. Si innamora perdutamente di Rino Gaetano, De André, Gaber, Guccini, Bertoli, Dalla, De Gregori, Graziani e all’età di 18 anni li porta in giro per le piazze. Coltiva intanto l’amore per il Pianoforte e per i Sintetizzatori, compone brani strumentali e nel 2009 vince il concorso reatino Controvento Music Festival con il brano Sproloquio in MI m. Nel 2010 comincia a farsi sentire girando per i locali e le piazze di Rieti impostando i suoi spettacoli sull’improvvisazione e l’interazione genuina con il pubblico. Affianca la lettura e la scrittura alla musica, comincia a scrivere per se e per gli altri; è un cialtrone sostanzialmente ma quando scrive canzoni preferisce non lasciare nulla al caso e prima di rendere pubblichi i suoi pezzi li riascolta fino alla noia, una noia che infondo è un misto tra pigrizia e imbarazzo. Dal gennaio 2013 inserisce nel suo repertorio brani di sua composizione che riscuotono fin da subito un inaspettato successo, così in poco tempo si trasferisce in studio per iniziare le registrazioni del suo primo EP.

Sabato 19: Un live di spessore con una cantante di spessore. Sul palchetto rosso MONICA P, cantautrice disturbata, come si definisce, con il TUTTOBRUCIA TOUR 2014 (https://www.facebook.com/events/244892382364925/?source=1).

Dalle 22.30 ingresso con la tesserina Arci e un piccolissimo contributo che scegliete voi!

Cantante autrice e compositrice, Monica P ha imparato a scrivere e suonare in modo diverso, imprevedibile e slegato dalle convenzioni. Una maturazione avvenuta attraverso un lungo percorso fatto di viaggi in Inghilterra e nella West Coast degli Stati Uniti, insieme a una viscerale e continua ricerca del suono nella sua essenza più semplice e contemporanea. Indipendente e diretta, sempre alla ricerca del nuovo, prova a tradurre quel suo noise interiore - pulsante, quasi ossessivo - che non l’abbandona mai. Il suo essere se stessa e le sue emozioni si traducono nei suoi testi e nella sua musica, dove esprime anche il bisogno di slegarsi dalla logica della musica preconfezionata e da inutili estetismi vocali, allontanandosi dai clichet di certa musica italiana. Nel 2013 entra in studio per realizzare il suo nuovo album, dal titolo Tutto Brucia, prodotto da Antonio Gramentieri e Franco Naddei, che esce il 29 gennaio 2014 (TF records/IRD). In questo disco la collaborazione di musicisti di primo piano a livello internazionale (Sacri Cuori, JD Foster, Giovanni Ferrario, Vicki Brown) e un duetto con l'australiano Hugo Race (Nick Cave and the Bad Seeds), che per la prima volta canta in Italiano nel brano Come un cane. Fin dall’uscita del nuovo disco appaiono gli apprezzamenti della critica e le recensioni di note riviste musicali e il videoclip di Come un cane compare sul web in esclusiva per RollingStone Italia.

Domenica 20: Purtroppo per voi oggi siamo chiusi! Ma ritorniamo, eeeeeeeeeee se ritorniamo! Anche perché la settimana prossima sarà bella RESISTENTE e abbiamo in serbo per voi tante belle cose!

Bando alle ciance: tutte le sere potete fare tutto (o quasi tutto!): giocare, mangiare, bere, sorridere, chiacchierare, ascoltare, cantare e muovere spalle e piedini al nostro ritmo! E se volete essere sicuri di trovare un posticino per mangiare potete anche prenotare al 3493843499. Tutti i giorni comunichiamo da qui https://www.facebook.com/circoloarci.bazura, da qui http://circolobazura.blogspot.it/ e soprattutto in via Belfiore 1bis, a Torino, nel Circolo Bazura che… ancora resiste!

Veniteci a trovare
dal 14 al 20 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: