Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Mathieu Lindon presenta Cosa vuol dire amare

Firenze
Google+

Mercoledì 6 marzo 2013, presso l'Institut français di Firenze alle ore 18 vi attende 'Cosa vuol dire amare', di Mathieu Lindon, un'autobiografia sentimentale e letteraria che si sviluppo tra Michel Foucault e LSD nella Francia intellettuale del dopoguerra.

L'ultimo incontro toscano del Festival della narrativa francese vedrà protagonista Mathieu Lindon, che presenta Cosa vuol dire amare (Ed. originale Ce qu'aimer veut dire est edito da P.O.L 2011 e vincitore del prestigioso Prix Médicis) tradotto ora per Barbès.

In Cosa vuol dire amare l’autore racconta la sua giovinezza agitata, a tratti confusa, e la sua educazione sentimentale, all’ombra di due grandi figure: il padre editore, Jerome Lindon - altero, ingombrante e spesso imperscrutabile, ma pronto a schiudergli con naturalezza le porte del mondo - e Michel Foucault - mentore e maestro di libertà, oggetto di un amore e di un’ammirazione sconfinati, di cui l’intero libro è testimonianza.

Al fianco di amici e amanti come Hervè Guibert e Daniel Defert, Lindon ricorda i molti momenti passati con l’autore de Le parole e le cose, le sue idee sulla sessualità, i primi esperimenti con l’LSD, il rapporto di Foucault con l’industria culturale, a cui lui stesso è legato. Le memorie di gioventù diventano così romanzo, una vera e propria storia d’amore e di letteratura, tra i cui personaggi compaiono anche Beckett, Alain Robbe-Grillet, Roland Barthes.

Quel che prevale non è l’interesse storico o documentario, ma uno sguardo di profonda innocenza sugli uomini, di lettere e non, le loro ambizioni, i movimenti del cuore, la giovinezza, l’amicizia.

Veniteci a trovare
il 6 marzo 2013

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: