Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

25 Aprile: Ore 14.00 in Palestro spezzone nella manifestazione: Costruiamo territori solidali e resi

Via Palestro Milano Milano, Italia
Google+

Il 25 vogliamo scendere in pizza come ogni anno, non per commemorare, ma per costruire la liberazione del presente. Liberare territori resistenti, praticare mutuo soccorso. Nei quartieri popolari, nelle aule e nei chiostri di scuole e università. Nelle valli e nelle città devastate dalle grandi opere inutili, che si chiamino Tav, Expo, Muos. Contro la precarizzazione infinita delle vite, la cancellazione dei diritti, i nazionalismi, la paura e la solitudine che avanzano in Europa. Per la costruzione di un presente degno e di un altro futuro possibile.


Partecipa agli appuntamenti
9 Aprile: Tutto il giorno Murales per tutti i territori resistenti @Festa del perdono.
16 Aprile Tutto il giorno Iniziative diffuse verso il 25 Aprile @Festa del perdono. Collettivo Universitario the Take
16 Aprile: Ore 18.30 Lezione storica sul 25 Aprile allo Spazio di mutuo soccorso in Piazza Stuparich 18. By Scuola di italiano per migranti Abba Abdoul Guibre.
18 Aprile: Ore 18.30 incontro al Cantiere. Corpi liberi contro ogni proibizionismo. Con i compagni del CSOA Gabrio di Torino.
23 Aprile: Ore 18.30 Lezione storica sul 25 Aprile allo Spazio di mutuo soccorso in Piazza Stuparich 18. By Scuola di italiano per migranti Abba Abdoul Guibre.
25 Aprile: Ore 10.00 in Via Micene Corteo di quartiere tra le lapidi partigiane e i canti del Coro di Micene: chi non hamemoria non ha futuro, fuori i fascisti dai quartieri.
25 Aprile: Ore 10.00 in Piazzale Cimitero Maggiore presidio antifascista con Partigiani in ogni quartiere, la banda degli Ottoni.

25 Aprile: Ore 14.00 in Palestro spezzone nella manifestazione: Liberiamo territori resistenti!

25 Aprile: Ore 20.00 in Piazzale Cimitero Maggiore: Partigiani in Ogni Quartiere in concerto, solidali con la Cascina Torkiera e contro la nuova sede di Lealtà e Azione.
25 Aprile: Ore 24.00 in Cantiere Dance Hall Raggae Antifascista.
29 Aprile: ore 15.00 in Piazzale Susa appuntamento cittadino contro i raduni nazifascisti.
- See more at: http://cantiere.org/art-04397/25-aprile-immaginare-la-liberazione-costruire-mutuo-soccorso-e-territori-resistenti.html#appello

Appello per uno spezzone dei Territori Resistenti

L'istantanea dell'Italia e dell'Europa ci restituisce l'immagine di territori devastati dalla crisi e dall'austerity. Crisi economica e del welfare, ma anche e soprattutto, crisi dei diritti e libertà in un sistema che per legittimare se stesso estrae le sue più potenti armi di paura e repressione. Dai muri e confini eretti a difesa di un'identità inventata, dal dito puntato sempre contro il migrante, l'uomo nero, accusato di tutto così che i veri colpevoli siano detti innocenti, dalle retoriche nazionaliste, dai ritrovati valori della famiglia buona solo se etero e fondata sul matrimonio, dalle leggi liberticide che ci negano la possibilità di scegliere dei nostri corpi: istantanee della paura, della solitudine costruite ad arte da un sistema che vive di speculazioni e sfruttamento, che rigenera se stesso a suon di tagli, abbassamento degli standard di diritti (a partire dalla casa, la scuola, la sanità, il reddito e l'autodeterminazione).
Il Piano è chiaro: renderci tutti clandestini, negare l'accesso ai diritti più fondamentali, rinchiuderci nella solitudine della sopravvivenza quotidiana, nella precarietà ininterrotta dei contratti a progetto del JobAct. Chi può uscirne è solo chi se lo può permettere: chi può pagare migliaia di euro all'anno per scuola e università, centinaia di euro per un esame in ospedale che non richieda mesi di lista di attesa, chi può permettersi gli affitti tra i più cari d'Europa. Gli altri saranno tutti irregolari, esclusi, clandestini. A meno di non fare uno sforzo di immaginazione e iniziare a cambiare le cose. Il nostro sforzo, la nostra opzione è il Mutuo Soccorso. Una pratica di solidarietà quotidiana e costante, che mette a valore competenze e capacità di ognuno, che produce scambio, relazioni, crescita. Una solidarietà che è meticcia perché contaminazione continua, perché muta al contatto con le differenze e produce sempre qualcosa di nuovo. E una solidarietà che è antifascista, perché rifiuta ogni razzismo, ogni discriminazione, così come ogni nazionalismo o chiusura dietro qualsivoglia paradigma identitario.
Il 25 aprile saremo in piazza per tutto questo, in uno spezzone meticcio che parla ai Territori Resistenti, dai quartieri che resistono agli sfratti ed agli sgomberi, ai migranti che continuano a superare muri e frontiere, alla Val di Susa e a tutti coloro che lottano contro le grandi opere inutili, agli studenti che rivendicano una scuola che sia scambio di saperi e non un laboratorio di repressione.
Perché la nostra immaginazione parla di liberazione, oggi più che mai. Perché davanti a una storia che si rigurgita in presente, c'è bisogno di costruire e praticare nuovi scenari di futuro possibile.
- See more at: http://cantiere.org/art-04397/25-aprile-immaginare-la-liberazione-costruire-mutuo-soccorso-e-territori-resistenti.html#appello

Veniteci a trovare
il 25 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: