Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

“IL PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE NEI DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO”

Cinema Sivori Salita Di S. Caterina, Genova, Italia
Google+

In Regione Liguria, a seguito della Delibera Giunta Regionale n°1555 del 17/12/2004 “Indirizzi in materia di Autismo”, è stato costituito un Gruppo regionale Autismo, con Neuropsichiatri Infantili dell’Istituto G Gaslini e delle ASL liguri, Pediatri, Psichiatri, Medici dei Servizi Disabili, Assistenti Sociali, Rappresentanti delle Associazioni di categoria. Dal 28.7.2008 è evoluto in Tavolo regionale Autismo, sotto il governo dell’Agenzia Sanitaria Regionale (ARS). Esso ha operato con l’obiettivo di promuovere l’avanzamento dell’assistenza socio-sanitaria, con formazione specifica; ha effettuato un rilevamento dei dati epidemiologici ed ha promosso il coordinamento delle attività nel settore, per la gestione dei servizi del SSR secondo il modello della rete clinica.
Il Convegno attuale prosegue l’iter formativo degli operatori sanitari liguri del SSR, realizzato dall’UO e Cattedra di Neuropsichiatria Infantile dell’Istituto G Gaslini, Università di Genova, in questo evento congiuntamente con la Cooperativa Il Faggio ed in collaborazione con ARS Regione Liguria e ANGSA, con la prospettiva di promuovere la realizzazione di quanto proposto nel Documento della Conferenza Unificata Stato-Regioni sull’Autismo.
In apertura viene effettuata la Lettura Magistrale “Una prospettiva di etica sull’autismo” da parte dell’Ordinario di Bioetica dell’Università di Genova, membro del Comitato Nazionale di Bioetica sull’Autismo.
Nella I sessione, dedicata a “Lo stato della conoscenza tecnico-clinica sull’autismo”, viene dapprima presentata l’importanza della diagnosi precoce, attestata anche dal Progetto di Screening “Prima Pietra” dell’ASL5, per proseguire con una serie di contributi generali che si estendono dalla ricerca transazionale in abito genetico, immunologico e biochimico alla disamina delle Linee Guida sull’Autismo e sui trattamenti di riconosciuta efficacia, dalla strutturazione operativa della rete ospedale-territorio al riconoscimento diagnostico delle forme possibili nel giovane adulto
La II sessione si focalizza su “Il percorso diagnostico-terapeutico-assistenziale” (PDTA), che sottolinea la centralità del NPI territoriale quale principale attore della presa in carico dalla diagnosi al trattamento, in rete integrata, e che rivaluta le metodiche per una corretta diagnosi e per un bilancio funzionale (con spazio privilegiato all’apporto della neuropsicologia), entrambi finalizzati al programma abilitativo e all’operatività in team multi professionale. Nel management clinico viene pure valutato l’apporto di un Centro residenziale per acuzie/post-acuzie e per periodi di sollievo
Nella III sessione, che prosegue sul tema “Le esperienze e le buone pratiche di presa in carico e inclusione sociale” si fa il punto del PDTA secondo quanto attuato dal il Tavolo regionale ligure Autismo e dei team multiprofessionali, nei vari momenti, in rete con la Scuola, i Centri convenzionati, la Salute Mentale, i Servizi Sociali. Vengono esaminati in particolare gli ambiti di integrazione scolastica e riabilitazione funzionale, presa in carico dei soggetti giovani adulti e preparazione all’inserimento lavorativo, accanto alle attività sportive e socializzanti. Viene altresì valutato il ruolo dei Servizi di Salute Mentale nella transizione, nella continuità assistenziale e nella farmacoterapia dei disturbi correlati, con modalità che prevedano specifici protocolli d’intesa.
L’ultima sessione prevede la presentazione di casi clinici esemplificativi, seguiti da una tavola rotonda dedicata a “Il punto di vista e le esigenze dei familiari”, con la voce delle Associazioni di categoria ANGSA Liguria, ANGSA La Spezia, Gruppo Asperger Liguria, Associazione Guardami negli occhi ONLUS, ad ascolto ed a bilancio delle proposte organizzative secondo i bisogni delle famiglie e nell’ottica della Family Centered Care.

Veniteci a trovare
il 19 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: