Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

A teatro La condanna da Lo straniero di Albert Camus

Pescara PE, Italia
Google+

Da I Classici all’ora del tè: "La Condanna" presso il teatro Immediato di Pescara.

Lo straniero di Albert  Camus a cura di Roberto Melchiorre con Edoardo Oliva e Valeria Ferri e la partecipazione di Valentina Papagna e Francesco Furlone. Regia Edoardo Oliva. Sabato 23 marzo ore 21 - domenica 24 marzo ore 17.30

Lo spettacolo andrà in scena presso il Teatro Immediato – via Gobetti, 29 – Pescara

In occasione dei cento anni dalla nascita di Albert Camus, il Teatro Immediato di via Gobetti diretto da Edoardo Oliva,  mette in scena “La condanna” – Lo straniero di Albert Camus, sabato 23 marzo alle ore 21.00 e domenica 24 alle 17,30 – nell’ambito della rassegna “I classici all’ora del tè”.  Una lettura teatrale de Lo straniero, capolavoro letterario dello scrittore e filosofo francese, nato in Algeria nel 1913. La condanna, così si intitola il testo di Roberto Melchiorre, restando fedele allo spirito di questa rassegna, intreccia la biografia dell’autore con le pagine del romanzo.

A raccontarci alcuni degli episodi della vita dello scrittore, ma soprattutto a penetrarne il carattere, è la stessa madre di Camus, interpretata da Valeria Ferri. «Una straordinaria figura di donna, prima che di madre - afferma Melchiorre – la quale, con la sua dignitosa e silenziosa povertà,  ha insegnato al figlio un amore radicato nella tragedia della vita». Altra protagonista della rappresentazione sarà la città di Algeri. «Nulla si può capire di Camus – sostiene lo scrittore pescarese – se non lo si immagina tra i suoni e gli odori del porto di Algeri, la puzza di benzina che a sera si mischia con quello del pesce, le cantilene degli arabi che sfidano le canzoni di J. Brel, il traffico delle strade principali che soffoca la voce del muezzin, le calde serate dorate simili alla pelle degli abitanti di questa città, aperta, come ha affermato lo stesso Camus, al cielo come una bocca o una ferita». Tuttavia, al centro dello spettacolo,  c’è Meursault - interpretato da Edoardo Oliva - il protagonista de Lo straniero, un uomo che vive con la passiva indifferenza di chi è cosciente di come sia l’insensatezza a dominare ogni cosa. Le scene sono di Francesco Vitelli, a condurre la lettura è Roberto Melchiorre.

Per prenotazioni ed informazioni rivolegersi ai recapiti segnalati.

Veniteci a trovare
dal 23 al 24 marzo 2013

Info

info@teatroimmediato.it
| 0854222808

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: