Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

BOB MARLEY TRIBUTE con BESKA ROOTS FOUNDATION raccolta fondi per ripristino teatro "La Cripta :: Tea

La Cripta :: Teatro Cittadino Via Maqueda , Palermo, Italia
Google+

- BESKA ROOTS FOUNDATION -
- JOKER SMOKER -

“La Cripta :: Teatro Cittadino” è un gruppo di cittadini attivi che vuole ripristinare un posto di grande valore; Il nostro intento è quello di ridare vita al teatro “La Cripta”, tramite un percorso di attività atte a connettere realtà nell'ambito artistico-culturale-ricreativo. Questo luogo ci affascina molto, perché nonostante sia stato dimenticato per tanto tempo, porta con se i “segreti” di una Palermo antica. L'impegno manuale lo stiamo portando avanti con fatica, economicamente ci auto tassiamo e organizziamo eventi il cui scopo è reinvestire i contributi liberi dei cittadini per il restauro della struttura che al momento sotto le nostre cure e quelle di alcuni volontari sta lentamente iniziando a riprendere vita.

Aiutarci è facile:
-Partecipa alle nostre attività.
-Non ci fare mancare mai i tuoi consigli e e le tue proposte.
-Sostienici economicamente lasciando un piccolo contributo all'ingresso.

--------------------------------------------------------------------------------------------
La storia di Robert Nesta Marley, in arte Bob Marley, ha qualcosa di incredibile e di straordinariamente comune. E', prima di ogni altra cosa, la storia di una vita emarginata, vissuta ai limiti della periferia jamaicana, la stessa terra che gli ha dato i natali e che non lo accettava per il colore misto della sua pelle perchè Bob era un “mezzosangue”, nato da padre bianco e da madre nera.
E' una storia di abbandono, segnata dall'esistenza di un padre assente che , nei primi anni di vita del bambino, era spesso in viaggio per motivi di lavoro e che, in seguito alla scelta di lasciare definitivamente il tetto coniugale, non si diede più cura del sostentamento della famiglia sfuggendo ad ogni possibile contatto con la stessa.
E' una storia di grande dedizione alla musica, e non ad una musica qualunque, ma al reagge che costituisce il segno decisivo della rinascita del popolo jamaicano che, nel 1962, era riuscito ad ottenere l'indipendenza dal Regno Unito. E' anche e soprattutto la storia di un disegno più grande, di una grande missione divina di cui Marley si sentiva insignito subito dopo aver abbracciato la fede rastafariana, unica sua filosofia di vita, fonte di ispirazione per i testi delle sue canzoni e per la sua musica: guidare il popolo alla conoscenza di Jah (Dio). I rastafariani individuavano quel Dio in Ras Tafari, ovvero, l'imperatore d'Etiopia Haile Selassie I salito al trono nel 1930, considerato l'incarnazione di Gesù Cristo. Dopo l'adesione al Rastafarianesimo, Bob inizia a farsi crescere i dreadlock, che lo accompagneranno fino alla comparsa della malattia e il reagge comincia a nutrirsi di quell'elemento spirituale fino ad allora indipendente dalla musica.
Una musica intesa come mezzo di comunicazione sociale, partita dai lontani sobborghi della Giamaica e approdata in tutto il mondo, perchè quei valori che Marley cantava, al di là delle particolarità religiose e nazionali, sono profondamente vivi e attuali, sentiti e profondi: il richiamo alla fratellanza, la lotta contro l'oppressione, la difesa dei diritti umani e la liberazione da ogni forma di schiavitù. A quasi 33 anni dalla sua morte, il mito di Bob Marley echeggia in tutto il mondo e, la sua storia come la sua musica, sono destinate a durare per l'eternità.

--------------------------------------------------------------------------------------------
BESKA ROOTS FOUNDATION:
Il progetto BESKA ROOTS FOUNDATION nasce a Milano nel 2007, ma la band trova una formazione stabile solo all'inizio del 2009, ed è proprio in quest’anno che la band sostiene ufficialmente il primo live al CSOA Vittoria di Milano. Con una formazione base composta da due chitarre, basso, batteria e tre voci, la BESKA ROOTS FOUNDATION comincia a portare in giro il proprio show, composto da brani originali e da rivisitazioni di classici della reggae music. Da gennaio 2009 ad oggi la band ha sostenuto più di cento date, in giro per i locali milanesi, centri sociali ed eventi vari, consolidando un buon affiatamento tra i membri. Nell'estate del 2009 la band si cimenta in un mini Tour estivo che tocca la Liguria, il Lazio, la Toscana e la Puglia. Al ritorno il 5 settembre 2009 la BESKA ROOTS ha l'opportunità di esibirsi sul palco del MAGNOLIA all'interno della manifestazione MAGNOLIA PARADE, festival del noto ARCI milanese, che ha ospitato artisti del calibro di MEG (ex 99 posse), Pier Tosi, etc..., opportunità questa offerta dal veterano della realtà musicale reggae milanese VITO WAR, all'interno della festa di REGGAE RADIO STATION. Durante i giorni della manifestazione il singolo DRINK A WATER viene trasmesso più volte all'interno del programma radiofonico REGGAE RADIO STATION di radio Popolare Network. Nel novembre del 2009, la BESKA consolida il proprio sound con l'arrivo alle tastiere di Guido Saletta (King Korg), il quale vanta alle spalle parecchie esperienze in band reggae milanesi. Nello stesso periodo iniziano le riprese del video di DRINK A WATER presentato in due differenti eventi al "LE TROTTOIR", storico locale milanese, e al LEONCAVALLO di Milano, colonna portante dei centri sociali italiani. Il videoclip è stato totalmente autoprodotto avvalendosi di amici e conoscenti appassionatisi al progetto che hanno messo a disposizione le loro competenze artistiche e professionali. Lo spettacolo della Beska Roots Foundation, dinamico e ricco di colore, oggi poggia sulle voci di Sista Giuly, Papa Marius e Dany Roots che s'incontrano in armonie ricercate e di grande impatto sonoro, viaggiando sulle good vibes prodotte dalla chitarra di Mr Cake, dalle tastiere di Ivan, dai suoni scuri di Bazman e dai ritmi percussivi di Dany Roots. Nel 2012 esce il disco dei BESKA - SURREALI OPPOSIZIONI - dove la band propone il genere senza ostacoli né culturali né musicali. All’interno del loro piccolo studio di registrazione il Key One Studio, nell’ultimo anno scrivono e arrangiano dieci nuovi brani per l’uscita del prossimo disco che è ancora più vicino alle radici della reggae music.
La Joe Pow management alla fine del 2013 propone la Beska Roots Foundation come backing-band per un tribute-show a Bob Marley caratterizzato dalla presenza di numerose guest stars del panorama reggae italiano, come al Phenomenon di Novara con Raphael (Eazy Skankers), e come a Milano con Naima (Black Beat Movement), Teo (Rootical Foundation), Junior Sprea, Mike e Carax e Piero Dread (Franziska) che hanno regalato all’Alcatraz quasi due ore del reggae di Bob Marley.
Nel 2014 il tribute-show a Bob Marley porterà la Beska Roots Foundation in numerose città d’Italia e non solo come backing-band.
Grazie a questo nuovo spettacolo ritorna anche una “vecchia” conoscenza della Beska, il chitarrista Andreggae che completa la formazione con il suo skunk.
Nuovamente in sette continuiamo a portare avanti il nostro mood con la stessa energia e la voglia di riscatto che la musica reggae impone da sempre e in ogni concerto dal vivo.


www.dbproduzioni.com

www.facebook.com/dbproduzioni

www.facebook.com/lacriptateatrocittadino

Veniteci a trovare
il 2 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: