Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Jazz Groove 2013

Mestre
Google+

Proseguirà anche in aprile "Jazz Groove", settima stagione concertistica promossa da Centro Culturale Candiani ed Assessorato alle Attività Culturali del Comune di Venezia con la collaborazione del circolo Caligola. Altri due interessanti ed attese serate terranno viva l’attenzione degli appassionati sulla programmazione del centro culturale di Mestre (VE) in aprile, per proseguire poi a maggio con tre date.

Si inizierà con un'originale interprete del variegato mondo musicale brasiliano, Joyce Silveiro Moreno (Rio De Janeiro, 1948), cantante, chitarrista e prolifica autrice di canzoni. Dopo esser stata sposata con Nelson Angelo, come lei cantante e chitarrista, Joyce s’è unita a Tutty Moreno, innovatore della percussione latinoamericana, di cui utilizza volentieri anche il cognome e che suona stabilmente nei suoi gruppi.

In questo nuovo tour europeo è accompagnata da un trio che, oltre al marito–batterista, comprende l’eccellente pianista Helio Alves ed il bassista Rodolfo Stroeter. Joyce Moreno combina da sempre i propri brani ai classici della canzone brasiliana, ed è molto vicina, anche per formazione musicale, al “mood” jazzistico.

Il titolo dato al tour è quello di una delle sue canzoni più famose, “Feminina”, interpretata per la prima volta nell’omonimo album del 1980 e ripresa più recentemente in “Aquarius”, disco realizzato con Joao Donato nel 2009. Il repertorio che ascolteremo il 13 aprile al Candiani pescherà probabilmente anche dai suoi successivi lavori, “Slow music”, sempre del 2009, ed il più recente “Tudo” (2012). Lo spessore della personalità di Joyce – che ama definire la sua come Musica Creativa Brasiliana (MCB) – emerge con forza nell’ultima magnifica prova solitaria di “Rio”, registrazione di un memorabile concerto tenuto nel 2010 sulla spiaggia di Rio de Janeiro, in cui canta, accompagnandosi solo con la chitarra, un’ode intima ed emozionante alla sua città natale.

Se il jazz europeo non ha oggi più niente da invidiare a quello americano, è anche merito di quei musicisti che non hanno avuto timore di confrontarsi con i maestri di questa musica. Uno di questi, arrivato diciannovenne a New York con una borsa di studio da Praga, dov’era nato nel 1947, è il contrabbassista Miroslav Vitous, che ha mostrato tutto il suo talento già nel 1968, partecipando ad una storica incisione in trio con Chick Corea e Roy Haynes, ma che si sarebbe confermato non solo un superbo virtuoso dello strumento ma anche un musicista personale e creativo quando, soltanto due anni dopo, contribuisce alla nascita dei Weather Report, gruppo che segnerà profondamente il corso del jazz nel successivo ventennio. Vitous suona al Candiani il 19 aprile in duo con Maurizio Brunod, da qualche anno vivace protagonista del jazz italiano, soprattutto con

Veniteci a trovare
dal 1 aprile al 31 maggio 2013

Info

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: