Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

30.04.2014 - THA BEATZ // KAOS & DJ CRAIM "Post Scripta Reloaded" + GUESTS

Zsa Zsa Monamour via Filippo Angelitti 32, Palermo, Italia
Google+

Giovedì 30 aprile ritorna a Palermo KAOS ONE, uno dei più grandi maestri dell'hip hop underground italiano, con al suo fianco DJ CRAIM per la prima volta a Palermo.
A contornare questo grande show avremo anche ospiti speciali da tutta la Sicilia, dai trapanesi Barile & Gheesa, ai catanesi Double Damage, insieme al palermitano Picciotto (GSP).
Preparatevi ad un THA BEATZ da urlo!!!

INIZIO LIVE ORE 22 PUNTUALI!!!!!

LINE UP:

> BARILE & GHEESA (Tp)
https://www.facebook.com/BARILEeGHEESAOfficial?fref=ts

> PICCIOTTO (GSP)

> DOUBLE DAMAGE (Ct)
https://www.facebook.com/pages/DOUBLE-DAMAGE/133736283635?fref=ts

☢ KAOS ONE & DJ CRAIM ☢
https://www.facebook.com/pages/Kaos-one-fanpage/44840212616?fref=ts
https://www.facebook.com/djcraim/info

ZSA ZSA MONAMOUR - PIAZZA CAMPOLO - PALERMO
TICKET: 8 EURO ENTRO LE 22.30
10 EURO DOPO LE 22.30


PARTNERS:

BASS ASSOCIATED
https://www.facebook.com/Bass.and.Associated?fref=ts

PULP
https://www.facebook.com/pulpbookingemanagement

SKIP LA COMUNE
https://www.facebook.com/skip.lacomune?fref=ts


KAOS BIO
Ho visto Kaos One per la prima volta a Bologna alla jam Tinte Forti, mi pare fosse il 1995. Di lui conoscevo “Let’s get dizzy” dei Radical Stuff e il pezzo “Don Kaos” sulla Rapadopa, un pezzo che già allora faceva da spartiacque. In quell’occasione non andai oltre il semplice saluto. Lo incontrai di nuovo dopo qualche mese, in occasione di un live dei Radical Stuff al Forte Prenestino; in quel periodo stavamo registrando “Odio Pieno” e azzardai la richiesta di un featuring sperando che la sua conoscenza con Ice, e le birre che gli avevo offerto quella sera giocassero a favore. Disse subito di si, e qualche settimana dopo me lo ritrovai ospite a casa mia. Tipo strano Kaos. Ha la voce roca che sembra una motosega sull’osso. A prima vista mette una certa inquietudine, lo sguardo impassibile che sembra sempre fissare un punto distante ed una serietà difficile da scavalcare. Per me lui era il veterano dell’old school, quello che faceva rap già da dieci anni mentre io ero solo un pischello con la chiacchiera sciolta che ne sapeva ben poco, eppure… Abbiamo passato due giorni a parlare di rap, di libri, di cinema, di fumetti e di quello che ci passava per la testa. Io tiravo fuori i miei quaderni e gli leggevo le ultime strofe scritte e lui rispondeva facendomi ascoltare una cassettina con degli inediti (fra cui la spettacolare “Marco se n’è andato..” con la base di Neffa e la voce campionata della Pausini come ritornello, e il testo che raccontava di Kaos che parlava di se stesso dopo che si era suicidato…). Avevo letto i suoi testi, lo avevo visto sul palco, aggressivo, rabbioso, simile ad un guerriero sul campo di battaglia. Ma in quei due giorni passati insieme ero riuscito ad intravedere l’altra sua faccia: quella di una persona riflessiva, educata e con un’inaspettata propensione all’umorismo e alla battuta. Un momento prima si esaltava a mille, soprattutto quando mi raccontava di qualche pezzo rap americano che gli piaceva particolarmente e mi rappava interi pezzi, il momento dopo si faceva più cupo, pensieroso, e mi diceva che era insicuro del suo rap in italiano perché aveva sempre rappato in inglese, mi diceva che non era convinto, che non era bravo a fare freestyle. Tutto questo senza mai smettere di fumare, perché è impossibile pensare a Kaos senza pensare alle sigarette che fuma. L’ho visto addormentarsi con accanto al letto un bicchiere di vodka e le sigarette e a metà della notte svegliarsi per farsi un sorso e accendersene una e poi rimettersi a dormire, in perfetto stile Bukowski. Ora ha smesso di bere, ma non ha mai smesso di accendersi una sigaretta dopo l’altra e quando lo incontro dietro qualche palco è come rivedere il fratello maggiore con cui hai sempre parlato poco, meno di quanto avresti voluto. Sono passati tanti anni e ultimamente gli ho sentito più volte ripetere la storia che il prossimo disco sarebbe stato l’ultimo, che basta, il suo tempo stava per giungere al termine. L’ho visto aspettare le tre di notte prima di salire sul palco senza battere ciglio, affrontare i peggiori impianti con la stessa carica con cui si affrontano i migliori, l’ho visto in perfetta simbiosi con Moddi e l’ho visto da solo, senza nessuno che gli facesse le doppie andare avanti fino alle fine, senza mollare mai una rima, senza perdere mai la battuta. L’ho visto dietro ai giradischi esaltarsi per i dischi che passava, e l’ho visto da una parte, con lo sguardo perso nei suoi pensieri, senza dire una parola per intere ore. Sono passati più di dieci anni dal nostro primo incontro e in questo tempo ho cambiato molto spesso idea sulle cose. Sono passato dall’esaltazione delle prime jam a un brutto scetticismo che mi ha fatto perdere molta della fiducia che avevo nel “magico” mondo dell’hip hop. Ho perso un po’ di passione e ho cominciato a trovare sempre meno motivi. Ma ogni volta che vedo Kaos su un palco mi ricordo che alcuni di questi motivi stanno ancora lì, inossidabili come se il tempo fosse un optional, mi ricordo da dove vengo, e soprattutto mi ricordo perché questa musica ancora mi scuote dentro e mi fa sentire parte di qualcosa che davvero non saprei spiegarvi meglio di così.

Danno
Moodmagazine 2007

DJ CRAIM BIO
Dj craim nasce a Firenze e si avvicina ad uno sgangherato giradischi a cinghia all'età di 9 anni. Nel 2000 si cimenta nell'ambito delle Dj Battles vincendo la sua prima gara. Da li colleziona 8 titoli nazionali, 3 regionali e si avvicina 2 volte al titolo mondiale classificandosi al secondo posto. Solca i palchi di tutta Italia e grazie alle competizioni esporta i suoi set anche fuori dalla Penisola (Praga, Tokyo, Londra, Stoccarda, Dublino) con i suoi showcase che vanno dalla Black Music all'Elttronica, dalla Drum n' Bass alla Dub Step, eseguiti col suo personalissimo stile. Nel 2009 si prende un periodo di pausa dalle Battles per dare vita al progetto Artificial Kid con Stabbyoboy (Crookers Mixtape/Lucky Beard Rec.) e Danno (Colle der fomento) da cui ne scaturisce l'album "Numero 47". Attualmente è in tour con Kaos One con il disco "Post Scripta" e nel progetto Good Old Boys, collettivo composto da Kaos, Dj Craim ed i Colle der Fomento.

B A T T L E S :
2001
1st alien battle virtual competition (organized by AlienArmy) WINNER
Vestax extravaganza italy contestant
2nd alien battle virtual competition (organized by AlienArmy) WINNER
2002
3rd alien battle virtual competition (organized by AlienArmy) 2nd place (in team with dj shot)
Ecler Italian tournament WINNER
ITF italian championship 4th place
2003
ITF nord-italy elimination WINNER
NIKE face off competition in Milan WINNER
ITF Italian championship 2nd place
ITF eastern conference scratching category 4th place
World Series Turntablist Competition Semi-finalist
2004
ITF Italian championship WINNER
DMC Italian championship 3rd place
ITF eastern conference beatjuggling category inPRAGUE 3rd place
ITF eastern conference team category inPRAGUE 4th place
VESTAX EXTRAVAGANZA world final inTOKYO 4th place
ITF world championship in STUTHGART 5th place
2005
ITF Italian championship WINNER
World Series Turntablist Competition 2nd place
ITF world final in PRAGUE 2nd place
2006
ITF Italian championship WINNER
2007
DMC Italian championship WINNER
DMC world final in LONDON Finalist
ITF Italian championship WINNER
2008
DMC italian championship WINNER
DMC world final in LONDON Finalist


BARILE & GHEESA BIO
Barile & Gheesa , un mc e un beatmaker entrambi siciliani, veterani della scena isolana.
Dopo aver partecipato attivamente a diverse collaborazioni uniscono le loro forze per formare questo duo.
Nel 2013, dopo dieci anni dalla prima collaborazione esce finalmente il loro primo disco ufficiale, "Riad", molto apprezzato dagli amanti del genere.
Il disco uscito a Luglio del 2013 per Unlimited Platform ,sottoetichetta di Unlimited Struggle, scaricabile gratuitamente sul blog della stessa etichetta.
Con l'ingresso del nuovo anno, il duo , ha in cantiere nuovi progetti, tra i quali un nuovo disco in uscita entro il 2014.
"Cerchiamo di fare cose nuove non tradendo il boom bap" questo il motto del duo, che fino adesso ha portato queste parole avanti con successo e coerenza.

DOUBLE DAMAGE BIO
L'Elfo e Punch nascono nel 1990 a Catania, in Sicilia. Fin da piccoli entrambi si appassionano al disegno e al writing e dal 2003 circa iniziano a frequentare continuamente le piazze e i luoghi di ritrovo dell'hip hop (come lo squibb(=largo paisello) e il corso sicilia) catanese armati di marker e sporchi di nero inferno.
Crescendo si avvicinano alla musica grazie anche ai predecessori della propria città.
L'Elfo nel 2007 circa scopre l'arte del freestyle, iniziando la dura gavetta dalle strade della propria city agli infiniti palchi dei contest siciliani (nel 2009 e nel 2013 l'Elfo vince il tecniche perfette regionale, qualificandosi per la finalissima nazionale, arrivando nel 2009 fino alla semifinale, persa con Canesecco, mc romano).
Punch nel 2009 circa scopre l'arte del beatmaking arrangiandosi con i pochi mezzi disponibili per fare la musica, ma sfornando comunque produzioni di un certo livello.
Dopo vari risultati positivi L'Elfo e Punch si uniscono nel 2009 formando i Double Damage.
Nel 2011 esce il loro primo disco intitolato "Addio".
nel 2013 esce il secondo disco intitolato "Nel Bene e Nel Male"
per il primo febbraio 2014 è prevista l'uscita del nuovo ep "incattiviti", anticipata dall'uscita del video ufficiale, che sarà disponibile in download gratuito su www.youshutup.it e www.mathaf.it
Dal Marzo 2013 i DD vengono prodotti dalla "Shut Up", una label indipendente e orgogliosamente sicula, che ha deciso di puntare sulla musica hip hop valorizzando gli artisti della nostra terra.

PICCIOTTO BIO
Da 10 anni frontman della band Gente Strana Posse con all'attivo 4 dischi autoprodotti e il quinto in lavorazione. Parallelamente Picciotto sta portando avanti il primo progetto da "solista" su basi rap ed elettroniche per lo più realizzate dalle mani del producer palermitano di scuola berlinese Ain't Def Enough conservando l'imprescindibile sguardo sul sociale nei testi che ne conserva l'attitudine del messaggio a prescindere dal genere musicale d'espressione. All'interno del prossimo album dal nome "Piazza connection" in prossima uscita vi saranno svariate collaborazioni con rapper e dj locali, nazionali e internazionali. Martedì 30 Aprile sul palco dello Zsa Zsa sarà presentata una piccola anteprima di questo nuovo lavoro.

Veniteci a trovare
dal 30 aprile al 1 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: