Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

LENZ HABITAT PUBBLICO 014 | OPENING

Lenz Teatro Via Pasubio, 3/E, Parma PR, Italia
Google+

Lenz Rifrazioni inaugura la stagione 2014 presentando il progetto Lenz Habitat Pubblico 014 con una pluralità di proposte performative e culturali, aprendo alla fruizione pubblica gli spazi post industriali di Lenz Teatro in via Pasubio, sede storica della formazione artistica, in un ex quartiere periferico e popolare della città, oggetto di intensi interventi di riqualificazione urbanistica nel corso degli ultimi anni. Qui le tracce di un passato industriale tramontato, di cui sopravvivono solo isolate sezioni che hanno acquisito ormai valore archeologico, convivono con innovative sperimentazioni architettoniche contemporanee, disegnando un paesaggio urbano ed uno spazio pubblico dal profilo moderno ed europeo.

A partire dal 25 aprile, anniversario della Liberazione, riprenderà l’attività performativa di Lenz Rifrazioni con “Exilium_La grande cicatrice” (25, 26, 27 aprile), riflessione di matrice altamente poetica sull’Olocausto, che innagugura il progetto Lenz Habitat Pubblico 014. Il secondo appuntamento della stagione sarà poi la ripresa della performance installativa “I Promessi Sposi”, dal 13 al 23 maggio, interpretata dagli attori “sensibili” protagonisti del percorso di ricerca di Lenz Rifrazioni, ed accolta da un grande successo di pubblico e critca a novembre 2013.

Tra giugno e luglio si snoderà poi il progetto performativo Lenz e la Classicità, che indagherà il rapporto tra il linguaggio artistico contemporaneo e la tradizione teatrale e culturale occidentale, mediante l’allestimento di alcune delle più significative produzioni di Lenz Rifrazioni, quali “Hamlet Solo” e “Pentesilea”, e della recente riscrittura dannunziana de “La Gloria” (2013) in spazi monumentali della città, interpretati dall’ensemble di Lenz.




HABITAT PUBBLICO
2014
aprile | luglio



RESISTENZA
EXILIUM_LA GRANDE CICATRICE
LENZ TEATR0
25 - 27 aprile h 21
OPENING


MANZONI
I PROMESSI SPOSI
LENZ TEATRO
13 - 14 | 16 - 18 | 21 - 23 maggio h 21




LENZ E LA CLASSICITÀ
SPAZI MONUMENTALI DI PARMA

SHAKESPEARE
HAMLET SOLO
26 - 28 giugno h 21

KLEIST
PENTESILEA
3 - 5 luglio h 21

D’ANNUNZIO
LA GLORIA
17 - 19 luglio h 21



BIGLIETTI
intero € 10
ridotto € 8 - over 60, studenti universitari, under 30, possessori “Carta Doc”, dipendenti AUSL con prenotazione obbligatoria fino ad un massimo di 5 ingressi ridotti a replica.
INFO E PRENOTAZIONI
T. + 39.0521.270141 | info@lenzrifrazioni.it | www.lenzrifrazioni.it



____________________________________________



“EXILIUM_LA GRANDE CICATRICE”
LENZ TEATR0 25 – 27 APRILE 2014

Creazione < Maria Federica Maestri e Francesco Pititto
Musica < Andrea Azzali_Monophon
Interprete < Valentina Barbarini

Come atto augurale della nuova stagione e del progetto Lenz Habitat Pubblico 014, dal 25 al 27 aprile, in occasione del 69° anniversario della Liberazione dal nazifascismo, Lenz Rifrazioni torna a confrontarsi con la riflessione poetica sul senso del resistere etico e storico, proponendo nuovamente “Exilium_La grande cicatrice” performance poetico-visuale da testi di Ovidio (Tristia) e Celan (Todesfuge), creazione di Maria Federica Maestri e Francesco Pititto, preludio ad un più ampio progetto dedicato alla Resistenza che si svilupperà nell’arco del 2015, a celebrarne il ricorrere dei 70 anni, in collaborazione con l’Istituto Storico della Resistenza di Parma.


“I PROMESSI SPOSI”
LENZ TEATRO 13 – 23 MAGGIO 2014

Creazione < Maria Federica Maestri e Francesco Pititto
Musica < Andrea Azzali_Monophon
Interpreti < Barbara Voghera, Franck Berzieri, Paolo Maccini, Vincenzo Salemi, Elena Sorbi, Valentina Barbarini, Monica Bianchi, Roberto Riseri, Carlo Destro, Giovanni Carnevale, Carlotta Spaggiari, Delfina Rivieri

Dopo il grande successo di pubblico e di critica ottenuto lo scorso novembre nell’ambito della 18a edizione di Natura Dèi Teatri, ritornano a Lenz Teatro dal 13 al 23 maggio, “I Promessi Sposi” di Lenz Rifrazioni, una creazione di Maria Federica Maestri e Francesco Pititto, per il Bicentenario Verdiano, avvio del nuovo progetto biennale di creazioni sceniche dedicate all’opera di Alessandro Manzoni. Artefici di questa nuova drammaturgia sono gli attori “sensibili”, ex lungodegenti psichici e persone con disabilità intellettiva, protagonisti del percorso di ricerca pluridecennale della formazione, a confronto con una performance installativa che interroga, attraverso la riscrittura antiretorica del capolavoro fondativo della lingua italiana, la Provvidenza in rapporto alle esistenze dei “magnifici umili” che danno voce, corpo e riscatto ai personaggi manzoniani.


LENZ E LA CLASSICITÀ
PROGETTO PERFORMATIVO IN SPAZI MONUMENTALI DELLA CITTÀ DI PARMA
ESTATE 2014

Si svilupperà durante l’estate del 2014 l’inedito progetto performativo Lenz e la Classicità, dedicato alla relazione tra il linguaggio artistico contemporaneo e la tradizione culturale e teatrale occidentale. Lenz Rifrazioni proporrà alcune delle sue più significative performance basate su opere capitali della drammaturgia continentale, quali “Hamlet Solo” e “Pentesilea”, e una rivisitazione della recentissima riscrittura dannunziana de “La Gloria” (2013), in spazi monumentali della città di Parma, presso location in via di definizione.



“HAMLET SOLO”
26 – 28 GIUGNO 2014

Testo di Francesco Pititto da William Shakespeare
Traduzione, drammaturgia e imagoturgia < Francesco Pititto
Creazione < Maria Federica Maestri e Francesco Pititto
Regia, installazione e costumi < Maria Federica Maestri
Musica < Andrea Azzali_Monophon
Interprete < Barbara Voghera
Attori in video < Liliana Bertè, Franck Berzieri, Guglielmo Gazzelli,
Paolo Maccini, Vincenzo Salemi, Elena Varoli
Produzione | Lenz Rifrazioni
Summa di una lunga e profonda esperienza artistica con gli attori ‘sensibili’ iniziata oltre dieci anni fa, le molteplici riscritture sceniche dell’Hamlet sono diventate un luogo poetico fondamentale nella ricerca teatrale di Lenz Rifrazioni. Protagonista di questo nuovo ritratto tragico sull’esistenza umana è Barbara Voghera, attrice sensibile e storica protagonista delle varie stesure dell’Hamlet fin dal 1999, corpo di dolorosa poesia e di imperfetta bellezza, capace di incarnare le parole shakespeariane in un’oscillazione tra perdita e ritrovamento del senso. In questo nuovo Hamlet, in un attraversamento senza respiro del testo, l’attrice implode dentro gli altri personaggi, unico strumento ‘vivo’ di una partitura visiva di spettri, in cui l’unico duello eroico possibile è quello dell’attore con se stesso.



“PENTESILEA”
3 – 5 LUGLIO 2014

Pentesilea di Heinrich von Kleist
Traduzione e drammaturgia < Francesco Pititto
Regia, Installazione, Costumi < Maria Federica Maestri
Musica < Andrea Azzali_Monophon
Interprete < Sandra Soncini
Produzione < Lenz Rifrazioni

Ultima regina del proprio esclusivo Io, solitaria amazzone senza più arco, addenta e sbrana se stessa con la voluttà delle parole in versi e con le frecce appuntite degli autoritratti photo booth di un powerbook. Autrice live della propria serializzazione dentro il box del tempo presente si scompone in dialogiche relazioni ai limiti dell’assassinio del Sé che tutto comprende. Il corpo fisico appare, si libera dell’involucro teatrale e opera al MacLibro come alla consolle della propria vita. Solo gli occhi di una donna possono portare nello sguardo la furia di Pentesilea, il ritmo micidiale di un’Amazzone. Al maschio non resta che fingere, nella verità del corpo in scena, di essere un soldato, un eroe. Kleist ha chiesto a una donna di aiutarlo a porre fine alla finzione.


“LA GLORIA”
17 – 19 LUGLIO 2014

Da Gabriele d’Annunzio
Creazione < Maria Federica Maestri
Drammaturgia < Francesco Pititto
Installazione e costumi < M. F.Maestri
Musica < Andrea Azzali_Monophon
Interpreti < Valentina Barbarini, Roberto Riseri
Produzione | Lenz Rifrazioni

Da Dido a Aeneis, poi a Aeneis in Italia, la ricerca di Lenz Rifrazioni si è concentrata sulle origini fondative della lingua italiana e sulle diverse trasformazioni geografiche, politiche e linguistiche del nostro Paese. La retorica del potere dittatoriale, la necessità della guerra civile permanente ammorbano “La Gloria” d’annunziana, che continua - come una premonizione - il racconto di un epos tragico anticipatore del nostro presente. Ne rimane un ‘aldi qua’ pietrificante, un monumento alla fisica fascista del potere, ad un’ipotesi di “tragedia nazionale” che prefigura l’altra notte luttuosa degli anni settanta, quella dello stragismo nero, rimossa dalla nostra memoria quanto quella del terrorismo brigatista.


PRATICHE DI TEATRO

La progettualità di Lenz Rifrazioni non si esplica solo attraverso l’attività performativa, che, anzi, ne costituisce il punto d’arrivo, il momento di esplicitazione dell’intensa attività formativa in ambito attoriale e visuale che viene portata avanti nel corso di tutto l’anno e che soggiace alle creazioni, che ne rappresentano l’esito scenico e l’approdo interpretativo finale, seppure mai definitivo.
Il progetto formativo 2014 di Lenz Rifrazioni si è snodato mediante l’attivazione dei laboratori Pratiche di Teatro (PDT) articolati in PDT, laboratorio di arte performativa strutturato in due livelli di approfondimento con la direzione e la docenza di Maria Federica Maestri, e PDT Visuale, corso di imagoturgia con la direzione e la docenza di Francesco Pititto.
Parallelamente Lenz Rifrazioni prosegue nel progetto di formazione e sensibilizzazione teatrale integrata, attraverso i laboratori PDT Sociale (PDTS) che coinvolgono persone con disabilità. Nel 2014 ha preso l’avvio PDTS Musica, progetto di formazione e sensibilizzazione alla musica elettronica, incentrato sulla trasformazione e l’elaborazione digitale della voce, rivolto a persone cieche e ipovedenti, con la collaborazione di UICI (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti) di Parma e la docenza di Maria Federica Maestri e Andrea Azzali.



Il progetto 2014 di Lenz è realizzato con il sostegno di :
Mibac - Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Comune di Parma, Provincia di Parma, Regione Emilia-Romagna, Dipartimento Assistenziale Integrato di Salute Mentale - Dipendenze Patologiche AUSL Parma, Fondazione Monte di Parma, Banca Monte Parma, Aurora Domus Coop. Soc. O.N.L.U.S.

Veniteci a trovare
il 25 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: